Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

alcol

Alcol e giovani: un’iniziativa del Surgeon General degli Stati Uniti

Il Surgeon General degli Stati Uniti ha lanciato un’iniziativa contro il consumo di alcol da parte dei giovani sotto i 21 anni, invitando a intensificare gli sforzi per far smettere gli 11 milioni di giovani americani sotto i 21 anni che fanno uso di alcol e per evitare che gli altri giovani inizino a bere.

Kenneth Moritsugu, Acting Surgeon General, ha presentato l’iniziativa indirizzando raccomandazioni al Governo, ai dirigenti scolastici, ai giovani e ai genitori: «Per troppi americani bere alcolici prima dei 21 anni è come un rito di passaggio all’età adulta. Le ricerche scientifiche dimostrano però che chi inizia a bere alcolici prima dei 15 anni quintuplica le probabilità di avere problemi legati all’alcol in età adulta. Inoltre, le ricerche più recenti indicano che l’alcol può danneggiare lo sviluppo cerebrale negli adolescenti. Queste informazioni ribadiscono la necessità che i genitori e gli altri adulti proteggano la salute dei nostri giovani».

 

Mentre il consumo di tabacco e di stupefacenti fra gli adolescenti è diminuito significativamente, quello di alcol si è mantenuto su livelli alti: secondo il rapporto “National Survey on Drug Use and Health” del 2005, degli 11 milioni di giovani sotto i 21 anni che consumano alcol, 7,2 milioni sono binge drinker, cioè bevono per ubriacarsi, e più di 2 milioni sono classificati come “forti bevitori”.


L’iniziativa del Surgeon General, sviluppata in collaborazione con il National Institute on Alcohol Abuse and Alcoholism e la Substance Abuse and Mental Health Services Administration, individua sei obiettivi principali:

  • promuovere cambiamenti nella società che favoriscano uno sviluppo sano degli adolescenti e contribuiscano a ridurre il fenomeno del consumo di alcol sotto i 21 anni
  • coinvolgere i genitori, gli insegnanti, le comunità, le autorità a tutti i livelli, i giovani stessi e le strutture sociali con cui interagiscono per uno sforzo coordinato a livello nazionale per prevenire e ridurre il consumo di alcol sotto i 21 anni e le sue conseguenze
  • promuovere la comprensione del fenomeno del consumo di alcol sotto i 21 anni nel contesto dello sviluppo, della maturazione e delle caratteristiche individuali, ambientali, culturali, etniche e di genere degli adolescenti
  • condurre ulteriori ricerche sul consumo di alcol fra gli adolescenti e sui suoi legami con lo sviluppo
  • migliorare la sorveglianza da parte della sanità pubblica sul consumo di alcol sotto i 21 anni e sui fattori di rischio collegati
  • garantire che le politiche a tutti i livelli siano coerenti con l’obiettivo di prevenire e ridurre il consumo di alcol sotto i 21 anni.

L’iniziativa comprende la realizzazione di alcuni documenti:

Leggi gli interventi dei relatori che hanno presentato l’iniziativa.