Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

30 aprile 2003

EMERGENZA SARS

Spazio alle regioni

Sul palcoscenico della Sars scendono in campo le Regioni. Diverse si sono mosse per dare indicazioni calate nella realtà locale sulla prevenzione della malattia, come il Piemonte che pubblica, fra l’altro, il Piano regionale di controllo della Sars. Consulta sulle pagine delle regioni le diverse iniziative e clicca qui per segnalarne altre. Che cosa comporta a livello territoriale questa emergenza? Partecipa alla discussione. Si comincia questa settimana con i commenti di Gianni Gallo e Vittorio Demicheli.

 

Dalla parte dei bambini

Molte malattie infettive si presentano in modo diverso fra i neonati, i bambini piccoli, i bambini più grandi e gli adulti. Una considerazione di cui tenere conto anche per quanto riguarda la Sars. Leggi la traduzione del documento del Dipartimento della Salute Canadese sull’approccio pediatrico alla Sars.

 

Nuovi casi, nuove indicazioni

Oltre 5000 i casi segnalati nel mondo, 353 sono i morti, 29 i paesi colpiti. Questi i numeri della Sars al 29 aprile. Questa settimana in evidenza la traduzione delle nuove linee guida Oms sul controllo delle infezioni in ospedale e sull’interpretazione dei test diagnostici, oltre alle nuove indicazioni per chi viaggia. Segui l’andamento dell’epidemia, consulta anche il sito dell’Oms e del Ministero della Salute.

 

ANZIANI: QUALI BISOGNI DI SALUTE?

“Bisogni socio-sanitari degli anziani: evidenze che emergono dagli studi epidemiologici nelle Regioni italiane”. E’ il titolo del convegno che avrà luogo in Istituto il prossimo 7 maggio.

Un’occasione importante, perché saranno a confronto cinque grandi studi sugli anziani: multiscopo Istat, studio Ilsa, studio Università Cattolica di Roma, studio Regione Veneto. Inoltre saranno presentati per la prima volta i risultati dell’indagine trasversale Profea “Argento”. Leggi la presentazione del convegno.

 

DIFETTI CONGENITI: PREVENZIONE A CONVEGNO

Da tempo è dimostrato che alcuni difetti congeniti possono essere prevenuti, per esempio assumendo più acido folico, eliminando il fumo e con un uso giudizioso dei farmaci. Attorno a questo tema si concentrano gli interventi al convegno internazionale in programma per il 9 e 10 maggio a Napoli, organizzato da Iss, Assessorato alla Sanità – Regione Campania, ICBD. Consulta il programma.

 

BIBLIOGRAFIA ON-LINE: RICERCA DA VALUTARE

Si terrà il prossimo 8 maggio all’Istituto Superiore di Sanità il convegno: “La valutazione della ricerca scientifica: presentazione di una base di dati bibliografica”. Verrà presentato il database bibliografico messa a punto nell’ambito del progetto: “Sistema informativo per l’individuazione di descrittori dell’attività tecnico-scientifica dell’ISS”. Clicca qui per il programma.

 


 

trova dati