Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

15 dicembre 2005

IL RICORSO ALL'IVG TRA LE DONNE STRANIERE

Nel 2004 l'Iss, in collaborazione con l'Agenzia di sanità pubblica della Regione Lazio, ha condotto un'indagine sul ricorso all'Ivg tra le donne immigrate: tra gli obiettivi principali, approfondire le conoscenze sulle scelte riproduttive nella popolazione immigrata, individuare fattori di rischio e motivazioni del ricorso all'Ivg, evidenziare le differenze tra i gruppi etnici, valutare le difficoltà più frequenti, fornire agli operatori proposte per migliorare l'organizzazione dei servizi e la prevenzione dell'Ivg. Consulta i dati e le presentazioni del convegno che si è tenuto all'Iss il 15 dicembre 2005, e leggi il grandetema salute materno infantile.

 

I CAMBIAMENTI CLIMATICI: QUALE IMPATTO SULLA SALUTE?

Alla 11esima conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, che si è tenuta a Montreal dal 28 novembre al 9 dicembre scorsi, l'Oms Europa ha presentato i dati del primo studio multinazionale (studio cCASHh) che valuta l'impatto del clima sulla salute. EpiCentro aggiorna il grandetema salute e ambiente, con i risultati dello studio cCASHh e i documenti prodotti dall'Oms.

 

FORMAZIONE IN EPIDEMIOLOGIA: DALL'ITALIA ALL'EUROPA

Sono aperte fino al 6 febbraio le domande di partecipazione a Epiet, il programma europeo di formazione in epidemiologia applicata. L'Iss partecipa al programma con il compito di promuovere le adesioni e selezionare i candidati italiani. Tutte le informazioni sul sito di Epiet o direttamente sul bando. Scadono il 9 gennaio, invece, i termini per l'iscrizione al master universitario di secondo livello in epidemiologia organizzato a Roma dall'Università cattolica del Sacro Cuore: scarica la locandina.

 

L'EUROPA FINANZIA LA LOTTA ALLE MALATTIE ANIMALI

Eradicare, controllare e monitorare le malattie animali che hanno un impatto sulla salute pubblica: un obiettivo per cui la Commissione europea ha stanziato 185 milioni di euro, per finanziare nel 2006 i 129 programmi approvati. In primo piano brucellosi, rabbia, scrapie ed encefalopatie spongiformi trasmissibili. Leggi la traduzione (a cura della redazione di EpiCentro) del comunicato della Commissione europea, che riporta nel dettaglio i finanziamenti stanziati nei diversi Paesi dell'Ue. Tutti gli aggiornamenti sul grandetema sanità veterinaria.


 

trova dati