Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

1 giugno 2016

Antibiotici, la resistenza arriva dai plasmidi

Usa, aprile 2016: una donna di 49 anni si rivolge a una struttura sanitaria lamentando sintomi riferibili a un’infezione urinaria. Il caso, riportato sulla rivista Antimicrobial Agents and Chemotherapy, ha portato all’identificazione di un’infezione da E. coli resistente alla colistina. Le analisi molecolari hanno dimostrato – per la prima volta negli Usa – che la resistenza alla colistina era dovuta alla presenza del gene mcr-1 localizzato su un plasmide. La notizia è stata ripresa con enfasi dalla stampa americana perché questo gene non era stato ancora osservato negli Stati Uniti, sebbene la sua scoperta e le successive segnalazioni della sua presenza in ceppi di Enterobacteriaceae isolati in altre parti del mondo fossero già state pubblicate nella letteratura scientifica. Leggi l’approfondimento a cura di un gruppo di ricercatori dell’Istituto superiore di sanità e del ministero della Salute.

 

Infezioni trasmesse dalle zanzare del genere Aedes: un rischio per l’Europa?

Valutazioni del rischio tempestive, potenziamento dei sistemi di sorveglianza e programmi di controllo delle zanzare: sono le principali misure preventive per le malattie trasmesse da vettore sottolineate dalla comunità scientifica europea. Inoltre, anche se in Europa il rischio di focolai estesi sembra essere piuttosto basso, non bisogna sottovalutare gli effetti dei cambiamenti ambientali, ecologici, entomologici e demografici sul potenziale epidemico delle infezioni trasmesse dalle zanzare Aedes. Un invito alla prudenza che diventa ancor più importante con l’arrivo in Europa della stagione estiva. La riflessione di G. Rezza e C. Rizzo (Iss).

 

Numero di aprile del Ben

Lotta al tabagismo: misure di contrasto, dati alla mano

Si è parlato di contrasto al fumo durante il XVIII convegno nazionale organizzato dall’Osservatorio fumo, alcol e droga (Ossfad) dell’Istituto superiore di sanità (Iss) il 31 maggio scorso. Uno sguardo alla nuova normativa italiana, che recepisce le direttive Comunitarie, con in nuovi dati Doxa-Iss alla mano. Il commento di D. Galeone (ministero della Salute).

 

Assunzione di farmaci in gravidanza

Analizzare le prescrizioni dei farmaci per il diabete nel periodo periconcezionale in alcune Regioni europee (per l’Italia, Toscana ed Emilia-Romagna) è l’obiettivo di uno studio condotto nell’ambito del progetto europeo Euromedicat che ha approfondito l’uso e la sicurezza dei farmaci in gravidanza. I risultati sono stati pubblicati in un articolo su Plos One.

 

Il diabete in Italia, il contributo di Passi

Una panoramica sulla situazione del diabete nel nostro Paese e sull’assistenza che viene offerta alle persone che ne sono affette: questo il quadro presentato nel volume “Il diabete in Italia” pubblicato dalla Società italiana di diabetologia. Tra i diversi contributi anche quello della sorveglianza Passi in collaborazione con il Gruppo di lavoro del Sistema Igea.

 

 


 

trova dati