Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

17 novembre 2016

Uso consapevole degli antibiotici

Il 14 novembre è iniziata la settimana di sensibilizzazione sull’uso consapevole degli antibiotici. Un momento in cui gli operatori sanitari hanno l’occasione di parlare con il pubblico e spiegare cosa si intende quando si parla di minaccia rappresentata dalla resistenza dei batteri agli antibiotici e di uso prudente. In Europa l'iniziativa cardine è la Giornata europea degli antibiotici, il 18 novembre. Leggi l’approfondimento dedicato.

 

Infanzia a rischio

È uscito il 7° Atlante dell’Infanzia (a rischio) “Bambini, Supereroi” realizzato da Save the Children in collaborazione con Treccani. L’Atlante, che comprende 48 mappe originali, 43 tavole e 280 pagine di analisi e dati geolocalizzati, fotografa la realtà dell’infanzia a rischio.

 

Salute e migrazione

Grazie alla collaborazione tra Oms Europa e Consiglio sanitario regionale siciliano nasce il primo European Knowledge Hub on Health and Migration (Hub europeo della conoscenza su salute e migrazione). Pensato per supportare chi lavora sugli aspetti sanitari legati ai fenomeni migratori, il Knowledge Hub mira a essere un vero e proprio repository delle evidenze scientifiche sul tema e una piattaforma di formazione per tutti gli stakeholder nel campo della migrazione e salute, con un approccio intersettoriale.

 

Qualità delle cure prenatali: le nuove linee guida dell’Oms

Nell’ultimo anno circa 303 mila donne sono decedute per cause correlate alla gravidanza, 2,7 milioni di neonati sono morti nei primi 28 giorni di vita e 2,6 milioni sono nati morti (stillbirths). Offrire una buona qualità dell’assistenza sanitaria durante il periodo prenatale può aiutare a prevenire questi decessi, per questo motivo l’Oms ha pubblicato una nuova serie di raccomandazioni per migliorare la qualità dell’assistenza in gravidanza e ridurre il rischio di complicanze e di natimortalità.

 

Pressione alta: un nuovo studio su The Lancet

Negli ultimi 40 anni il numero di persone che convive con la pressione alta è pressoché raddoppiato, raggiungendo 1,13 miliardi. È quanto emerge da uno studio pubblicato su The Lancet, in cui sono stati analizzati i dati di quasi 20 milioni di persone. Anche l’Iss ha partecipato con gli studi condotti in Italia dagli anni ’80 ad oggi.

 


 

trova dati