Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

19 maggio 2016

Migranti e salute: molti i convegni dedicati

Quali sono le principali sfide che i fenomeni migratori impongono all’agenda delle politiche di salute italiane? Questa la domanda centrale della tavola rotonda che si è svolta durante il convegno organizzato dall’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e per il contrasto delle malattie della povertà (Inmp) il 5 maggio. Leggi la riflessione di G. Costa (Università di Torino). A livello europeo, Lisbona è stata il cuore di una serie di incontri dedicati all’integrazione e alla salute delle popolazioni migranti.

 

Allattare al seno, un investimento per la vita

È partita la campagna 2016 per la promozione dell’allattamento al seno. Lo slogan “Allattare al seno - un investimento per la vita” richiama l’importanza del latte materno per la crescita e lo sviluppo dei bambini.

 

Focolaio di febbre gialla

Da dicembre 2015 è in corso un focolaio di febbre gialla in Angola. All’8 maggio 2016 le autorità sanitarie locali hanno riferito 2267 casi e 293 decessi. Casi di febbre gialla da importazione sono stati segnalati anche da altri Paesi. Leggi il punto della situazione.

 

Asl 10 Firenze: i dati 2015 sulle malattie infettive

Con 923 casi di malattie infettive notificate in II classe, il 2015 è stato l’anno che ha riportato il minimo storico di notifiche e nessun caso segnalato di morbillo e rosolia. Sono alcuni dei dati pubblicati nel “Bollettino epidemiologico delle malattie infettive – anno 2015” della Asl 10 di Firenze.

 

Infezione da virus Zika

Mentre a livello globale Oms e Paho pubblicano uno statement con le raccomandazioni per i partecipanti alle prossime Olimpiadi in Brasile, l’Europa fa i conti con l’arrivo della stagione estiva, periodo di maggiore attività delle zanzare Aedes: dall’Ecdc un epidemiological update e dall’Oms Europa una valutazione del rischio. Consulta i documenti.

 

Salute e ambiente

Oltre l’80% delle persone che vivono in aree urbane in cui viene monitorato l’inquinamento atmosferico sono esposte a livelli di qualità dell’aria che eccedono i limiti fissati dall’Oms. On line l’aggiornamento 2016 del WHO Global Urban Ambient Air Pollution Database.

 

Ecdc: il report epidemiologico annuale

L’edizione 2016 dell’Annual Epidemiological Report dell’Ecdc raggruppa i rapporti di sorveglianza per patologie e gruppi di malattie infettive. Ognuno di questi presenta una panoramica sulla situazione epidemiologica di una specifica patologia nell’ambito dei Paesi Ue/Eea relativa ai dati del 2014.


 

trova dati