Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

allattamento

Documentazione

Nelle Regioni

 

Dall’Emilia-Romagna un report su allattamento al seno e altri interventi preventivi

Il rapporto “Prevalenza dell’allattamento al seno e altri interventi preventivi in Emilia-Romagna (pdf 2 Mb)”, pubblicato a ottobre 2012, contiene i dati 2011 sul tasso di prevalenza dell’allattamento al seno (pari al 55% a tre mesi e al 37% a cinque mesi), la posizione nel sonno (con una media regionale, per la posizione supina, dell’85% in ospedale e del 72% a casa) e l’utilizzo dei mezzi di contenimento per il trasporto in auto dei bambini, alla prima e alla seconda vaccinazione. È presente inoltre un’analisi dell’andamento dei tassi nel tempo e un tentativo di identificazione dei fattori socioeconomici potenzialmente associati agli interventi preventivi indagati (analisi multivariata).

 

Lombardia: indagine sull’allattamento al seno

Monitorare la prevalenza dell’allattamento al seno esclusivo al momento della dimissione, alla prima, alla seconda e alla terza vaccinazione e monitorare la prevalenza delle donne fumatrici durante e dopo la gravidanza: sono questi i due obiettivi specifici dello studio “Prevalenza, esclusività e durata dell’allattamento al seno in Regione Lombardia” (pdf 4,4 Mb) condotto nel 2012 e confrontato con i dati del 2006. I risultati, emersi da 1898 interviste, rivelano che rispetto alla precedente rilevazione, i tassi di allattamento esclusivo sono aumentati alla prima (da 38,4% a 47,3%) e alla seconda vaccinazione (da 19,1% a 27%) e, alla terza vaccinazione, un bambino su tre è ancora allattato al seno. Rispetto al focus su allattamento al seno e fumo di sigaretta emerge che del 27% di donne che fumava prima della gravidanza solo il 4% prosegue durante la gestione.