Epicentro

 

 

home page

 

LEB - congresso 2002

stato di salute

sorveglianza

qualità dei servizi

epidemiologia clinica

prevenzione

formazione e comunicazione

 

La qualità percepita dagli utenti dei servizi di salute mentale

 

A.Gigantesco, P.Morosini,  Reparto Valutazione dei Servizi, Laboratorio di epidemiologia e biostatistica, Istituto Superiore di Sanità

 

Consulta la presentazione dei dati

 

Introduzione. Recenti sviluppi della cultura e della politica di valutazione dei servizi sanitari indicano come fondamentale la valutazione degli esiti nella pratica quotidiana. Tra gli esiti valutabili, la soddisfazione dei pazienti è riconosciuta ormai come fondamentale nei programmi di miglioramento continuo di qualità dei servizi sanitari. Valutare la soddisfazione dei pazienti infatti è importante sia perché rappresenta un esito finale dell'assistenza sia perché è dimostrato che l’insoddisfazione determina una scarsa adesione al trattamento e impedisce il raggiungimento di esiti positivi. Recentemente si è assistito a un considerevole aumento di studi di valutazione della soddisfazione dei pazienti anche nella pratica dei servizi di salute mentale, per i quali però sono stati utilizzati strumenti di rilevazione con caratteristiche psicometriche scarsamente indagate e descritte. Fondamentale per il progresso degli studi in questo campo è lo sviluppo di strumenti standardizzati e riproducibili.
In questo lavoro viene illustrata la procedura di costruzione e validazione di un questionario sull’opinione dei pazienti rispetto alla qualità dell’assistenza ricevuta nei servizi di salute mentale (Rome Opinion Questionnaire) con caratteristiche di brevità e chiarezza per una maggiore accettabilità nella pratica quotidiana. Vengono riportati dati a sostegno dell’attendibilità dello stesso e presentati i risultati derivanti dal suo impiego in un Dipartimento di Salute Mentale di Roma.
Vengono inoltre presentati i risultati dell’applicazione di un questionario simile ma più lungo, realizzato precedentemente dal Dipartimento di Salute Mentale Roma D in collaborazione con il reparto valutazione dei servizi in due versioni (per pazienti e per familiari), che ha consentito di effettuare il primo studio in Italia sulla qualità percepita in un ampio campione di utenti dei servizi di salute mentale.

Metodi. E’ stata realizzata una versione preliminare del questionario ROQ che è stata discussa in tre focus group (validità di facciata). La versione finale (costituita da 10 item specifici e 2 generali sul giudizio complessivo) è stata sottoposta a studio di riproducibilità (test-retest) in un campione di 88 pazienti e successivamente il questionario è stato applicato per un periodo di 6 mesi nel reparto psichiatrico dell’ospedale S Filippo Neri e per un anno nel day hospital del Dipartimento di Salute Mentale della ASL Roma E (DSM Roma E). Sono state valutate le possibili associazioni tra soddisfazione ed età, sesso, e durata della presa in carico da parte del servizio e si è indagato sugli aspetti dell’assistenza che avevano influenzato il giudizio complessivo sul servizio.
Sono state valutate la soddisfazione e le variabili associate all’insoddisfazione dei pazienti e dei familiari dei servizi del Dipartimento di Salute Mentale Roma D, dove è stato applicato il questionario nella versione precedente al ROQ per un periodo di 7 mesi.

Risultati. Su 174 pazienti a cui è stato chiesto di partecipare allo studio condotto nel reparto psichiatrico del DSM Roma E, 169 (97%) hanno accettato. Nonostante il reparto sia considerato uno dei migliori in Italia, i pazienti hanno mostrato una scarsa soddisfazione in particolare per quanto riguarda la mancanza di informazioni e l’inadeguatezza degli ambienti. I pazienti con diagnosi di psicosi sono apparsi i più insoddisfatti.
Nel day hospital dello stesso dipartimento i risultati sono stati più confortanti. Su 160 pazienti a cui è stato chiesto di partecipare allo studio, 151 (94%) hanno accettato. In generale hanno mostrato una discreta soddisfazione per tutti gli aspetti dell'assistenza. I più bassi livelli di soddisfazione hanno riguardato gli spazi e le informazioni sulla terapia farmacologica. I pazienti in carico da più tempo sono apparsi più soddisfatti. Il maggiore determinante del giudizio complessivo di soddisfazione è risultato essere l’impressione soggettiva di miglioramento clinico.
Su 890 pazienti a cui è stato chiesto di partecipare allo studio condotto nei servizi del DSM Roma D, 855 (96%) hanno accettato. Su 270 familiari invitati a partecipare, 265 (98%) hanno accettato. I pazienti assistiti dai servizi territoriali e i loro familiari hanno mostrato una discreta soddisfazione per tutti gli aspetti dell’assistenza, ad eccezione che per le informazioni ricevute sulla terapia farmacologica e il coinvolgimento nel programma terapeutico. La soddisfazione dei pazienti assistiti nei servizi ospedalieri e dei loro familiari è stata significativamente più bassa. Le variabili associate all’insoddisfazione dei pazienti sono state: essere in trattamento ospedaliero, avere una diagnosi di psicosi, essere in contatto con i servizi da più di 6 anni, essere celibe o nubile. Le variabili associate all’insoddisfazione dei familiari sono state il sesso femminile e l’essere il familiare di un paziente in trattamento ospedaliero. Sia per i pazienti che per i familiari, il maggiore determinante dell’insoddisfazione è rappresentato dal ricevere assistenza nei servizi ospedalieri.

Conclusioni. La valutazione continua dell’attività di routine dei servizi è agevolata dall’uso di mezzi di valutazione autocompilati che richiedono tempi contenuti di compilazione. Lo strumento ROQ presentato potrebbe dimostrarsi molto utile nel corso di attività di ricerca e per l’effettuazione di studi di Miglioramento Continuo di Qualità nella pratica dei servizi psichiatrici, studi che sono raccomandati dal Piano Sanitario Nazionale.

Bibliografia:

Gigantesco A., Picardi A., Chiaia E., Balbi A., Morosini P. Patients’ and relatives’ satisfaction with psychiatric services in a large catchment area in Rome. European Psychiatry 2002; 17 (3): 139-47.

Gigantesco A., P. Morosini P., Bazzoni A. Quality of psychiatric care: Validation of an instrument for measuring inpatient opinion. Accepted by International Journal for Quality in Health Care.

Gigantesco A., Sbardella A., Morosini P. Confronto di due scale di risposta e studio dei determinati della soddisfazione complessiva in un nuovo questionario autocompilato per la valutazione dell’opinione dei pazienti di un day hospital psichiatrico. Submitted.

Torna su