Epicentro

 

 

home page

 

LEB - congresso 2002

stato di salute

sorveglianza

qualità dei servizi

epidemiologia clinica

prevenzione

formazione e comunicazione

 

Terapia dell'Alzheimer: il progetto cronos

 

N. Vanacore1, C. Sorrentino1, B. Caffari1, C. Bianchi1, F. Ravaioli2, M.Maggini1, R. Raschetti1
1Laboratorio di Epidemiologia e Biostatistica, Istituto Superiore di Sanità, Roma,

2 Dipartimento Farmaci, Ministero della Salute, Roma

 

Consulta la presentazione dei dati

 

La Demenza di Alzheimer (DA) è la più frequente malattia neurodegenerativa e rappresenta la tredicesima causa di morte nei paesi occidentali. Il progressivo invecchiamento della popolazione generale sia nei paesi occidentali che in quelli in via di sviluppo e la maggiore accuratezza nella compilazione dei certificati di morte, con la conseguente maggiore emersione del fenomeno, fanno ritenere questa patologia un problema sempre più rilevante di sanità pubblica. Inoltre si sottolinea come la demenza rappresenta una delle maggiori cause di disabilità nella popolazione generale. Negli ultimi cinque anni sono stati condotti numerosi trial sull’uso degli inibitori delle colinesterasi in questa patologia che hanno mostrato un lieve rallentamento nella progressione della malattia.
Il progetto CRONOS è stato attivato dal Ministero della Sanità in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità nel momento in cui due farmaci, donepezil e rivastigmina, venivano concessi a carico del SSN per il trattamento della malattia di Alzheimer nella forma lieve e moderata. Il processo registrativo e di rimborso dei farmaci è stato, quindi, integrato con uno studio osservazionale multicentrico per il monitoraggio dei piani di trattamento farmacologico. Obiettivo dello studio è quello di: migliorare la conoscenza delle caratteristiche della popolazione effettivamente trattata,  valutare la appropriatezza del trattamento, migliorare la definizione dei profili di tollerabilità, riprodurre/valutare i risultati ottenuti negli RCT relativamente ai gruppi di trattati.
Il progetto è inserito in una serie di altre attività, relative alla malattia di Alzheimer. Particolarmente rilevante è l’attività di informazione/comunicazione rivolta ai medici, ai pazienti e ai loro familiari, ai media e ai cittadini che accompagna tutto lo svolgimento del progetto CRONOS. Nell’ambito di questa attività il gruppo di lavoro dell’Istituto Superiore di Sanità ha fornito, e continua a fornire, tutta la consulenza tecnica necessaria per la realizzazione degli strumenti di comunicazione previsti: sondaggi conoscitivi, newsletter, sito internet.
In questa sede verrà presentata una sintesi dei trial condotti sugli inibitori delle colinesterasi, una stima della popolazione candidata al trattamento in base alle indicazioni terapeutiche approvate per questi farmaci.

Torna su