Epicentro

 

 

home page

 

LEB - congresso 2002

stato di salute

sorveglianza

qualità dei servizi

epidemiologia clinica

prevenzione

formazione e comunicazione

Valutazione su base di popolazione degli esiti della radioterapia nel carcinoma mammario

 

Arduino Verdecchia, Laboratorio di Epidemiologia e Biostatistica, Istituto Superiore di Sanità

 

Consulta la presentazione dei dati

 

L’evidenza di efficacia di un trattamento sulla base di trials clinici in condizioni sperimentali non è automaticamente trasferibile in ambito di popolazione. Vari fattori possono influenzare gli studi: selezione di pazienti eligibili per il trattamento, facilità di accesso alle strutture, compliance, effetti a lungo termine.
Il presente progetto si propone di studiare, in ambito di popolazione generale, gli esiti del trattamento radioterapico (RT) delle pazienti con tumore dalla mammella, disaggregando per età, stadio, area geografica, tipo di trattamento ed altri indicatori quali i recettori ormonali e periodo di diagnosi. Vengono qui riportati solo alcuni aspetti progettuali e di impostazione, essendo il progetto solo in fase iniziale.
Lo studio si avvale in parte di dati già raccolti dai registri tumori Italiani nell’ambito dello studio EUROCARE (Varese, Modena, Firenze e Ragusa, per un totale di 1300 casi). Esso si propone di integrare le informazioni già disponibili, (variabili demografiche, stadio, modalità diagnostiche e terapia per un campione di pazienti diagnosticate nel 1990) con dati dettagliati da raccogliere su follow-up clinico (effetti collaterali, trattamenti successivi, recidive) e stato in vita fino a 12 anni dalla diagnosi. Verrà anche valutata la possibilità di studiare effetti collaterali iatrogeni e ricavare informazioni sulla qualità di vita, in un campione di queste pazienti. A questo scopo si prevede di individuare poche variabili standardizzate da raccogliere tramite la consultazione delle cartelle cliniche o dei medici curanti. Per un analogo gruppo di pazienti, diagnosticato nel 1997, si valuterà la possibilità di raccogliere ad hoc dati più dettagliati sulla terapia (dose somministrata), insieme a quelli di follow-up e qualità della vita fino a 5 anni dalla diagnosi.
Lo studio permetterà di valutare su un campione rappresentativo della popolazione di pazienti di tumore mammario gli esiti a breve e lungo termine delle diverse terapie effettuate, controllando per stadio alla diagnosi e valutando eventuali differenze per area di residenza. In particolare, sarà valutata la frequenza di recidive e di effetti collaterali, sopravvivenza disease-free, e qualità della vita.

Torna su