Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

fumo

Stop al fumo nei locali, per la salute dei non fumatori

‘La principale causa di morte evitabile nella nostra società’: è la definizione dell’Organizzazione mondiale della Sanità del fumo di tabacco. Ogni anno circa 90.000 morti in Italia potrebbero essere evitate, il fumo di tabacco è infatti responsabile di un terzo delle morti per cancro e del 15% di tutte le cause di morte.

Così in Italia scatta lo stop al fumo in bar, ristoranti e altri luoghi pubblici di svago e di lavoro: lo scorso 29 dicembre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio contenente le nuove norme anti-fumo che i locali pubblici dovranno rispettare per difendere la salute dei non fumatori e ridurre il più possibile l'esposizione ai pericoli del fumo passivo. Per i gestori ci sarà un anno di tempo per adeguarsi, in caso contrario previste multe.
Consulta sul sito del Ministero della Salute le pagine dedicate alla lotta al tabagismo.

Dalle pagine del sito dell’Osservatorio sul Tabacco dell’Istituto Nazionale Tumori, è disponibile una guida ragionata a leggi e norme vigenti in materia.

Una norma importante che lascia aperti ancora molti interrogativi e offre nuovi scenari. Per fare il punto sulla situazione e aiutare a comprendere meglio cosa significa per l’operatore impegnato in epidemiologia e prevenzione questo provvedimento, raccogliamo di seguito i commenti di alcuni esperti.
Consulta anche sul sito Oss-Fad (Osservatorio fumo, alcol e droghe) documenti e studi sul fumo in Italia.


commenti:

Impatto sanitario dell’esposizione a fumo ambientale in Italia - Francesco Forastiere, Dipartimento di Epidemiologia ASL RME, Roma


‘Un’opportunità per ridurre i danni del fumo, un’opportunità per il Dipartimento di prevenzione’ – Paolo D’Argenio, Servizio di Epidemiologia e Prevenzione, Asl Benevento 1

Più spazio per la lotta al tabagismo all’interno della programmazione dei Dipartimenti di Prevenzione - Mauro Palazzi , referente per il Direttivo Nazionale SNOP nella Consulta Nazionale Tabagismo

Quali cambiamenti i gestori di esercizi pubblici dovranno affrontare?
Milena Calati, Osservatorio sul Tabacco, Istituto Nazionale Tumori

 

trova dati