Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

ebp

Database Ebp Regioni: l’aggiornamento di giugno 2009

Elizabeth Bakken - unità operativa di Igiene e sanità pubblica dell'Ausl di Rimini

Cristina Raineri - Università di Bologna

Luigi Salizzato - direttore del Dipartimento di sanità pubblica dell'Ausl di Cesena

 

 

23 luglio 2009 - Le Regioni italiane continuano a perseguire l’obiettivo di orientare sempre di più le attività di prevenzione verso l’appropriatezza e l’efficacia. Prosegue quindi il percorso normativo e programmatico che ha portato all’abolizione di alcune vecchie prassi e all’introduzione di pratiche di provata efficacia o, quanto meno, inserite nell’ambito di una metodologia di lavoro finalizzata a erogare prestazioni valide e adeguate alle specificità di contesto e di caso, all’utilizzo ottimale delle risorse, alla semplificazione dei percorsi amministrativi.

 

In occasione dell’aggiornamento 2009 della banca dati, vengono incluse nella raccolta norme emanate nel corso dell’ultimo anno da Emilia-Romagna, Lombardia e Marche. Sono inoltre stati recuperati una sentenza del Consiglio di Stato del 2005, una delibera di giunta regionale dell’Emilia-Romagna del 2007 e tre atti normativi della regione Puglia. Complessivamente, il database si arricchisce così di 13 nuove voci.

 

Ecco alcuni particolari.

 

In Emilia-Romagna il 15 dicembre 2008 è stata approvata la Dgr 2222, attuativa della Legge Regionale 4 del 2008, con la quale viene abolito l’obbligo di numerose certificazioni di idoneità, incluse quelle richieste per l’assunzione degli apprendisti. Nell’ambito della medicina scolastica, oltre all’obbligo delle tradizionali certificazioni, viene abolito l’obbligo della tenuta dei registri di medicina scolastica e dell’archivio delle cartelle sanitarie individuali.

Nel corso dell’estate 2008, con la Dgr 1015 del 7 luglio 2008 e la Determina 9223 del 1 agosto 2008, è stato abolito l’obbligo del parere per l’autorizzazione delle imprese alimentari, e introdotta una procedura di riconoscimento e registrazione di tutte le attività del settore, in applicazione della normativa europea in materia di sicurezza alimentare.

La Dgr 256 del 14 aprile 2009 fornisce indicazioni sull’organizzazione dell’attività ambulatoriale nel corso delle sedute vaccinali, conferendo una maggiore autonomia alle professionalità sanitarie non mediche e stabilendo una dotazione strumentale e farmacologia minima per ciascuna sede.

Viene inserita nel database anche la Dgr 2011 del 20 dicembre 2007, con la quale la Regione Emilia-Romagna ha emanato indirizzi per l’adozione dell’atto aziendale e l’organizzazione dei dipartimenti di Sanità pubblica. In questo atto vengono inserite indicazioni ai servizi per una prevenzione basata sull’evidenza scientifica e sull’appropriatezza.

 

Per la Regione Lombardia si aggiungono alla banca dati le circolari della Direzione Generale della Sanità n. 19 del 20 novembre 2008 e n. 21 del 3 dicembre 2008, con le quali vengono dettate le linee di indirizzo per l’aggiornamento, rispettivamente, dei piani integrati di prevenzione e controllo e dei piani integrati locali degli interventi di promozione della salute. Queste linee di indirizzo prevedono la pianificazione di attività e interventi coerenti con i bisogni e le risorse peculiari di ogni realtà, attraverso una specifica metodologia basata sull’analisi di contesto, l’identificazione dei problemi, la definizione delle priorità, il monitoraggio e la valutazione di processo e di risultato. Si aggiungono inoltre la Dgr 8547 del 3 dicembre 2008, con la quale è stata introdotta la dichiarazione di Inizio attività produttiva per le attività di somministrazione di alimenti e bevande in occasione di manifestazioni temporanee e per le attività di produzione di latte crudo destinato alla pastorizzazione, in sostituzione dell’autorizzazione, e l’Atto dirigenziale della Giunta regionale 790 del 9 febbraio 2009, con il quale vengono approvati gli schemi di dichiarazione.

 

La banca dati si arricchisce inoltre, per la Regione Marche, del Regolamento regionale, n. 3 del 9 febbraio 2009 prodotto in attuazione della Legge regionale 3/2005 in tema di polizia mortuaria, per la regione Veneto del rapporto finale sull’Analisi dell’impatto dell’abolizione della obbligatorietà dei libretti sanitari per gli alimentaristi e del rapporto di una indagine sull’applicazione delle indicazioni regionali sulla non obbligatorietà del certificato d’idoneità per una classe specifica di attività sportive, definite ginnico ricreative: Certificati medici e attività ginnico motoria nella Regione Veneto - Usi e abusi delle certificazioni.

Viene introdotto anche un parere del Consiglio di Stato reso il 9 novembre 2005 in tema di visite preassuntive e periodiche di lavoratori minorenni e apprendisti.

 

Della Regione Puglia viene acquisita la Legge regionale 24 luglio 2007 n. 22 (come modificata dall’art. 3 comma 36 della Legge regionale 31 dicembre 2007 n. 40), con la quale viene abolito l’obbligo del libretto di idoneità sanitaria per gli alimentaristi e introdotto l’obbligo di formazione del personale alimentarista. La Legge regionale attribuisce, inoltre, agli organi preposti alla vigilanza il compito di effettuare verifiche periodiche sulla preparazione degli alimentaristi. I contenuti e le modalità dei corsi di formazione e aggiornamento vengono stabiliti con il Regolamento regionale 15 maggio 2008, n. 5 e con la Determinazione del dirigente Servizio assistenza territoriale e prevenzione 7 agosto 2008, n. 247, anch’essi da oggi presenti nella banca dati.

 

Nella pagina della sezione Ebp di EpiCentro dedicata alle “pubblicazioni”, vengono inseriti alcuni documenti significativi rispetto al tema della prevenzione basata sull’evidenza, prodotti dalle Regioni:

 

Piemonte

Cessazione del fumo di tabacco - Linee guida clinico-organizzative per la Regione Piemonte (pdf 2,28 Mb).

 

Marche

Documento conclusivo del Laboratorio formativo Ebp (2006-2007) (pdf 451 kb).

 

Lombardia

"Valutazione di efficacia e definizione di modello integrato di promozione della salute" (progetto ex art. 12 lett. b del d. lgs. 229/99) - Raccomandazioni per gli operatori (pdf 297 kb).

 

 

Leggi la presentazione del database, accedi al database Ebp Regioni.

 

Contatti

Elizabeth Bakken - Bakken.Elizabeth@auslrn.net

Cristina Raineri - cristina.raineri@ausl-cesena.emr.it

Luigi Salizzato - salizzato@ausl-cesena.emr.it

 


 

trova dati