Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

caldo

Caldo: le iniziative sul territorio per il 2009

16 luglio 2009 - EpiCentro propone una rassegna delle iniziative avviate a livello locale per contrastare gli effetti sulla salute delle ondate di calore.

In Abruzzo l’amministrazione comunale di Pescara ha approvato il programma in favore degli anziani “Estate solidale 2009” che prevede l’attivazione di una centrale operativa affidata all’associazione Asso-onlus con il compito di: monitorare e coinvolgere le risorse presenti sul territorio, essere un punto di riferimento per le “emergenze sociali”, organizzare e coordinare le attività in collaborazione con altri enti locali. Nell’ambito del progetto è prevista la realizzazione di un programma di attività ludiche e ricreative, e l’erogazione di servizi alla persona. È stata attivata una linea solidale per l’emergenza caldo al numero 08561899, tutti i giorni dalle 8:30 alle 23:30. Il servizio ha il compito di mappare le risorse utilizzabili sul territorio, di predisporre piani di intervento, di coinvolgere tutte le risorse presenti, di essere un punto di riferimento per le “emergenze sociali”, di organizzare e coordinare le attività, in collaborazione con associazioni e centri sociali, che provvederanno a fornire un servizio di contatto telefonico, disbrigo di piccole commissioni, prenotazioni di visite specialistiche, piccola spesa, farmacia, nonché accompagnamenti presso i punti di aggregazione dei centri sociali e presso le strutture balneari per lo svolgimento delle attività estive. Le persone anziane, in caso di necessità, possono rivolgersi alle associazioni di volontariato attive sul territorio della propria circoscrizione. Consulta i consigli pratici per un’estate in salute.

 

In Basilicata, l’assessorato ai Servizi sociali del Comune di Potenza, in collaborazione con la Protezione civile, l’Ausl 2 di Potenza e la rete telematica cooperativa sociale, ha predisposto una serie di servizi e attività per la tutela delle persone anziane sole, illustrate nella guida all’emergenza caldo. Tra le attività previste, un servizio di teleassistenza telefonica e telesoccorso, il trasporto per anziani fragili con prenotazione per visite mediche, consegne a domicilio di acqua e medicinali e attività ricreative. Per maggiori informazioni, si può chiamare il “numero amico” 840151104. Nell’ambito delle attività previste dal programma “Emergenza Caldo 2009”, la Asl di Potenza, con la collaborazione dei medici di medicina generale, fornirà agli anziani ultra sessantacinquenni soli e fragili, residenti nel Comune di Potenza, la possibilità di effettuare prelievi ematici domiciliari, per esami di laboratorio indifferibili e consegna a domicilio dei relativi referti. Gli anziani aventi diritto potranno richiedere il servizio per il periodo dal 15 luglio 2009 al 31 agosto 2009, telefonando al numero 0971.26931 dalle ore 9 alle ore 11 di tutti i giorni feriali escluso il sabato.

 

In Campania, sono numerose le iniziative gratuite organizzate dal Comune di Napoli nell’ambito del programma “Estate serena” per anziani e disabili che restano in città. Oltre al programma di animazione che prevede minicrociere nel golfo di Napoli, gite in città, escursioni in treno, serate al cinema, visite a musei, passeggiate nei boschi, l’Assessorato alle politiche sociali ha messo a punto, grazie all'azione dei volontari dei Pony dell'Estate, un servizio di assistenza domiciliare e accompagnamento. I volontari aiutano per i servizi quotidiani, come la riscossione della pensione o il trasporto a domicilio della spesa, e forniscono un sostegno psicologico via telefono. Gli anziani potranno contattare i volontari tutti i giorni di luglio e agosto dalle ore 8 alle ore 20, chiamando il numero verde gratuito 800079999. Il servizio di telesoccorso, invece, assicura assistenza alle persone particolarmente fragili offrendo risposte adeguate e tempestive alle emergenze. Tutti i cittadini ultrasettantenni possono richiedere l'attivazione gratuita del servizio per i mesi di luglio e agosto telefonando ai numeri 081.5627027, 081.5447273 oppure 081.7953225. Per i senza fissa dimora è attiva l’Unità mobile di pronto intervento sociale, che risponde al numero 329.9513289. Il personale distribuisce coperte, viveri, indumenti, farmaci e attiva progetti personalizzati di inclusione sociale per i singoli utenti. Inoltre, presso il Centro di coordinamento di via Pavia,129 è attivo uno sportello di orientamento, aperto tutta l’estate dal lunedì al venerdì dalle ore 10.30 alle ore 12.30 e dalle ore 15 alle ore 17. Per contattare lo sportello chiamare i numeri 081.5540340, oppure 380.3623522. Scarica il programma completo delle iniziative a sostegno degli anziani della città di Napoli. L’assessorato alle Politiche sociali del Comune di Caserta per l’estate 2009 rafforza il servizio di assistenza telefonica “Emergenza Anziani”, che risponde al numero 0823.357091. Il servizio, completamente gratuito e attivo tutto l’anno, permette agli anziani del capoluogo e a quelli dei Comuni di San Nicola La Strada, Casagiove e Castel Morrone, di richiedere sia l’acquisto di generi alimentari di prima necessità e di farmaci di vitale importanza, sia il ritiro della prescrizione medica presso il medico di base. Il servizio assicura inoltre a tutti gli anziani soli e con particolare difficoltà di deambulazione, l’accompagnamento, con auto medica, per le visite specialistiche e ambulatoriali, effettuate presso la Asl o presso il medico di famiglia.

 

In Emilia Romagna, sul sito dell’Arpa sono disponibili le previsioni regionali del rischio calore e le previsioni provinciali. On line i consigli per prevenire effetti nocivi sulla salute. Una sezione del sito, dedicata alla città di Bologna, riporta l’andamento quotidiano dell’indice di disagio. Informazioni sulle attività di prevenzione a livello locale e consigli pratici per difendersi dal caldo sono disponibili anche sul sito del Dipartimento politiche sociali della Regione, mentre sul portale del Servizio sanitario regionale sono elencate le attività di prevenzione disponibili a livello locale. Per informazioni è disponibile il numero verde del Servizio sanitario regionale 800.033033, attivo tutti i giorni feriali, dalle 8.30 alle ore 17.30 e il sabato dalle 8.30 alle 13.30. Sul sito della Regione Emilia Romagna sono on line consigli pratici alla popolazione per difendersi dal caldo, previsioni climatiche, gruppi a rischio ed effetti sulla salute, consigli per gli operatori socio-sanitari e numeri utili. A Piacenza, nel periodo estivo il servizio di quartiere sarà potenziato con un numero verde 800.286678 e l’apertura di punti di ritrovo climatizzati e assistiti da volontari delle varie associazioni di volontariato della città. La campagna “E…state in salute!” dell’Azienda sanitaria locale prevede il potenziamento delle attività di assistenza domiciliare integrata (Adi): per gli operatori che assistono gli anziani a domicilio è stato messo a punto un opuscolo informativo tradotto in francese, inglese, polacco, rumeno, arabo e russo. Sul sito dell’Azienda Usl di Piacenza anche i consigli del geriatra, del pediatra e del nutrizionista per combattere il caldo e rimanere in buona salute durante i mesi estivi. Nel Comune di Bologna, per ricevere informazioni sui rischi per la salute e i comportamenti da adottare in caso di ondata di calore, è stato attivato il numero verde locale 800.562110, attivo 24 ore su 24, sette giorni su sette. Per gli ultrasettantacinquenni e per gli anziani fragili, inoltre, è possibile essere inseriti nel progetto di sostegno e-Care Oldes, che prevede un servizio di telecompagnia con telefonate a frequenza settimanale, attività di socializzazione presso strutture ricreative, eventuali interventi di assistenza a domicilio. Oldes è un progetto internazionale cofinanziato dalla Commissione europea, il cui obiettivo principale è migliorare la qualità della vita delle persone anziane, mediante lo sviluppo di un nuovo sistema a basso costo e di semplice utilizzo che offre servizi per l'intrattenimento (telecompagnia) e per il controllo dello stato di salute (telemedicina). Fino al 15 settembre 2009 è attivo nel Comune di Ferrara il piano d'intervento per la gestione delle ondate di calore delle persone con più di 75 anni di età (numero verde gratuito 800.072110). Nel Comune di Reggio Emilia è stato predisposto il Centro telefonico d’ascolto e aiuto dell’Ausl locale al numero 0522.320666 (disponibile tutti i giorni nelle ore 9-12 e 15-18), un servizio che offre supporto e assistenza in situazioni di possibile emergenza. Per informazioni più dettagliate, leggi l’opuscolo informativo. Il piano di intervento 2009 per fronteggiare l’emergenza caldo prevede anche l'informazione ai cittadini mediante spot televisivi, la distribuzione di materiale informativo nei principali punti di aggregazione, la mappatura dei soggetti a rischio in condizioni di solitudine e isolamento segnalati dai medici di medicina generale, familiari, volontari. Saranno, inoltre, segnalati gli ultrasettantacinquenni soli dimessi dall’ospedale, ai quali sarà fornito supporto per tutta l’estate da parte delle infermiere volontarie della Croce rossa. Il piano prevede poi l'accordo, da parte del Comune, con i Centri sociali del territorio per favorire la frequenza ai Centri, con distribuzione di una tessera gratuita e attività di accoglienza. Con l’arrivo del caldo il Comune di Parma ha avviato il piano anticaldo del Distretto, che prevede l’attivazione di numeri telefonici ai quali gli anziani possono telefonare 24 ore su 24 compresi i giorni festivi. Gli anziani del Comune di Parma possono chiamare il numero verde 800.977995, quelli dei Comuni di Colorno, Torrile e Mezzani il numero 0521.815583, quelli di Sorbolo alla Croce Rossa di Sorbolo il numero 0521.697019. I Comuni hanno scelto di dare anche un’informazione personalizzata tramite lettera ai propri cittadini anziani ultrasettantacinquenni che vivono soli. Per gli anziani del Comune di Parma più in difficoltà economica, con priorità per chi vive da solo, e su segnalazione del Servizio sociale territoriale, l’Amministrazione comunale mette a disposizione in comodato d’uso gratuito 25 condizionatori d’aria portatili. Anche per il 2009 numerose realtà del volontariato garantiscono la collaborazione con i Servizi per fornire interventi di supporto agli anziani soli, soprattutto per il disbrigo delle pratiche della vita quotidiana.

 

Per proteggere gli anziani dal caldo, in Friuli Venezia Giulia, il Comune di Udine ha attivato il numero verde 800.201911.

 

Nel Lazio, l’Agenzia di sanità pubblica ha rinnovato per l’estate 2009, dal 25 maggio al 13 settembre, il programma di sorveglianza degli eventi avversi nelle residenze sanitarie assistenziali della Regione (vedi tabella strutture Sear). Nella capitale, la Asl Roma E ha attivato il piano “Estate in salute” e pubblicato una serie di documenti utili per gli operatori di salute pubblica. Tra questi, il piano completo per il 2009, il programma per la prevenzione degli effetti del caldo sugli anziani e il bollettino quotidiano sulle ondate di calore per Roma. Per preservare lattanti e bambini piccoli dai pericoli di ondate di calore, si possono leggere i consigli dell’Ospedale pediatrico Bambin Gesù.

Il Comune di Roma ha attivato il piano caldo 2009. Tra le numerose iniziative, “Pronto Nonno”, il numero verde 800.147741 per gli over 65, attivo 24 ore su 24, che servirà per l'individuazione di eventuali situazioni di disagio. Il servizio “Angeli di Roma” permetterà agli anziani di essere accompagnati in vacanza nelle Oasi estive o di assistere agli spettacoli dell’Estate Romana. Grazie alla collaborazione con l'Assessorato alla cultura, a partire dal 16 luglio, sono inoltre riservati agli anziani cinque serate gratuite di spettacoli a Villa Borghese, Villa Pamphili, Caffarella, Parco del Pigneto, Parco delle Fontane dell'Eur. In più, nei giorni di maggiore caldo, una telefonata con un messaggio registrato avvertirà preventivamente gli over 65 dell’arrivo del picco di calore. Già dal 2004, nella Capitale, è attivo il sistema di sorveglianza, previsione e allarme coordinato dal dipartimento di Epidemiologia della Asl RM E, azienda individuata dalla Presidenza del Consiglio attraverso uno specifico decreto. Il sistema consente di individuare, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche che possono avere un impatto significativo sulla salute delle persone vulnerabili. I bollettini quotidiani, stilati sulla base di questi dati incrociati, sono consultabili sul sito del Comune e individuano tre livelli di allarme divisi per colore: verde, arancione e rosso. Per il 2009, la Comunità di Sant’Egidio ripropone il programma di assistenza domiciliare per gli ultra-settantenni, con testimonial Andrea Camilleri. L’iniziativa “Viva gli anziani!”, realizzata in collaborazione con il Comune, la Regione Lazio, il ministero del Lavoro, della Salute, e delle Politiche Sociali, promuove e sostiene un servizio di monitoraggio attivo di prevenzione dell’emergenza caldo, che prevede interventi diversificati.

 

La Regione Liguria, sul sito dedicato agli anziani “informanziani.it” illustra le iniziative della Asl 3 di Genova per mitigare i disagi della popolazione dovuti al caldo e rilancia i consigli su come comportarsi d’estate per non incorrere in colpi di calore. Suggerimenti utili anche per seguire una corretta dieta e alimentazione durante l’estate. La Regione Liguria ha definito il programma delle iniziative in materia di emergenze climatiche e continuità assistenziale per il periodo intercorrente fra il 1 giugno 2009 e il 31 maggio 2010. Il piano prevede l’attivazione di un numero verde regionale gratuito 800.995988, attivo tutti i giorni dell’anno, festivi compresi, dalle ore 8 alle ore 20, con funzioni di ascolto, aiuto e orientamento alla persona e alla famiglia e di smistamento delle segnalazioni ricevute, e l’attivazione sul territorio distrettuale dei “custodi sociosanitari”, operatori con compiti di monitoraggio e osservazione quotidiana delle persone a rischio. L’offerta di servizi della Provincia di Genova e della Asl 3 di Genova prevede inoltre: il monitoraggio costante delle condizioni meteorologiche da parte della Protezione civile e la segnalazione di giornate particolarmente calde, la realizzazione di 12 oasi climatizzate in diversi quartieri genovesi e l’organizzazione di incontri culturali e percorsi a tariffe agevolate nei musei cittadini. Il Comune di La Spezia ha aperto due aree oasi, a disposizione dei cittadini dal 6 luglio al 12 settembre, dove verranno offerte attività ludiche, sportive, artistiche e di socializzazione. Le oasi, aperte dalle ore 13.30 alle ore 18:30, possono essere frequentate da anziani che hanno compiuto il 65esimo anno d’età.

 

Anche per la stagione 2009, sulla base dell'esperienza maturata negli ultimi cinque anni, Regione Lombardia ha attivato un piano anticaldo. È stato predisposto un sistema di previsione a 24, 48 e 72 ore, con diversi livelli di allerta sui possibili effetti per la salute causati dal verificarsi di ondate di calore. Per le città di Milano e Brescia, inserite in un progetto nazionale, il sistema è stato attivato dal dipartimento della Protezione civile che pubblicherà quotidianamente una nota. Per tutte le altre città, le previsioni vengono effettuate da Arpa Lombardia con analoghe modalità. Alle Aziende ospedaliere viene chiesto di garantire un numero adeguato di posti letto e di porre particolare attenzione ai soggetti anziani che si recano al Pronto Soccorso. Le Aziende sanitarie locali sono state invitate a creare, in collaborazione con i Comuni, un archivio delle persone fragili da aggiornare annualmente. Alle Asl è stato anche chiesto di: attivare numeri verdi 24 ore su 24, 7 giorni su 7 per dare informazioni e ricevere richieste e segnalazioni di intervento e aiuto; attivare un punto di riferimento quotidiano, sabato e domenica inclusi, in grado di recepire le informazioni di previsione meteorologica trasmesse da Arpa e dal dipartimento della Protezione Civile e di inoltrarle ai soggetti coinvolti negli interventi di sostegno; mantenere e potenziare i servizi a domicilio. Per quanto riguarda l’informazione ai cittadini è stato pubblicato e distribuito l’opuscolo "Solo il bello del caldo. Dieci regole d’oro per affrontare il caldo estivo" con indicazioni chiare e semplici e consigli per difendersi dalle temperature elevate. Vengono inoltre messi a disposizione i numeri verdi della Regione Lombardia (800.318318) e dell’Auser (800.995988) da chiamare per qualsiasi informazione. La Asl di Varese ha predisposto un piano per andare incontro a chi ha bisogno, con il numero verde 800.455664 e il numero per le informazioni 0332277500, disponibile dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 15:30, il venerdì dalle 9 alle 14. Anche per l’anno 2009, la Asl di Brescia ha predisposto un programma di interventi per affrontare nel modo più efficace la gestione di eventuali periodi di emergenza conseguenti alle ondate di calore. Per la popolazione è a disposizione l’opuscolo “Anziani e caldo: ecco cosa fare” (pdf 1,4 Mb). Attivato, in collaborazione con l’Associazione di volontariato Auser, il numero verde 800.995988, cui è possibile rivolgersi per tutto l’arco della giornata. “Troppo sole? Ma non sei solo” (pdf 241 kb) è l’iniziativa avviata dal Comune di Brescia per affrontare l’emergenza caldo per l’estate 2009. L’Amministrazione comunale ha inoltre stretto un accordo di collaborazione con la Croce Bianca, la cui centrale operativa è a disposizione 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana al numero 030.35118. In caso di bisogno, la Asl della Provincia di Como ha attivato il numero verde 800.004341, che dal 15 giugno al 30 agosto risponde 7 giorni su 7, dalle 10 alle 17. Il personale che risponde alle chiamate dirette al numero verde non raccoglie solo segnalazioni e richieste, ma fornisce risposte appropriate provvedendo, se necessario, a informare e coinvolgere altre figure sanitarie. Il Comune di Milano ha predisposto un piano anticaldo diviso in due fasi: la prima termina il 29 luglio e prevede l’attivazione di servizi assistenziali, la seconda (30 luglio - 30 agosto) propone l’offerta di attività ricreative per coloro che rimangono in città. Su tutto il territorio sono attive otto sale operative, aperte dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 19, mentre il sabato, sempre con il medesimo orario, rimarrà aperto solo il presidio di via De Amicis. A ogni sede corrisponde una rete di servizi, punti di riferimento per qualsiasi emergenza che offrono azioni di pronto intervento assistenziale, consegna di pasti caldi a domicilio, assistenza domiciliare o infermieristica, momenti di compagnia e aiuto domestico con accompagnamento per la spesa o per visite mediche, oltre a buoni spesa gratuiti, per gli anziani più indigenti. Per richiedere il servizio è possibile chiamare il numero verde 800.777888, operativo fino al 30 agosto, tutti i giorni, compresi i festivi, dalle ore 8 alle ore 19. Nella seconda fase del piano, ai servizi di assistenza si aggiungeranno servizi di utilità e attività ricreative. Dal 1 luglio al 31 agosto il Comune, in collaborazioni con alcune associazioni, promuove un servizio di assistenza per disabili e over 65 nelle piccole incombenze quotidiane, come fare la spesa e procurarsi i medicinali. Le richieste potranno essere fatte chiamando il centralino gestito dalla Croce Bianca al numero 02.98230800. Con l’arrivo dell’estate l’Asl di Monza e Brianza ha predisposto sul suo territorio, come ogni anno, piani e azioni per fronteggiare l’emergenza caldo. In particolare, l’Asl ha istituito il numero verde 800.008300, gratuito da rete fissa (attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12 e dalle 14 alle 17) per informare il cittadino sui servizi attivati sul territorio. Tra questi, il centro d’ascolto gratuito disponibile al numero 800.995988 da rete fissa gestito dall’Associazione Auser Filo d’Argento. Il settore socio-assistenziale dell’Ufficio animazione anziani del Comune di Pavia organizza soggiorni marini in Liguria per la popolazione anziana.

 

Con l'emergenza afa, nella Regione Marche torna il progetto Helios per tutti gli anziani soli che si trovano in difficoltà nella stagione estiva, con l'attivazione di un numero verde gratuito, l'800.450020, dalle ore 9 alle 19. Il piano di intervento Helios ha l'obiettivo di salvaguardare la qualità della vita dell'anziano fragile (in genere di età superiore ai 75 anni) attraverso l'attivazione di una campagna di informazione rivolta a tutta la popolazione, la costituzione di una mappa dei soggetti fragili e la presa in carico di questi da parte della rete distrettuale socio-sanitaria, la sperimentazione del sistema di previsione e allarme Health Watch Warning System. Il servizio offre accoglienza e ascolto, gli operatori sono in grado di attivare i servizi di pronto intervento e di fornire informazioni, per chi resta in città, sulle farmacie aperte, sugli orari dei servizi comunali e di quelli socio-sanitari, numeri di telefono della guardia medica. Il numero verde fornisce, inoltre, informazioni sui comportamenti da adottare per contrastare il caldo, alimentazione, stile di vita, e indirizza il cittadino, se necessario, alla rete dei servizi territoriali. La Regione, in collaborazione con la protezione civile, fornisce bollettini meteo e bollettini biometeo quotidiani con le previsioni sulle eventuali emergenze climatiche. Il Comune di Ancona ha predisposto il numero verde gratuito 800.450020, attivo 7 giorni su 7 dalle ore 9 alle ore 19. Previsti, inoltre, dai Servizi sociali del Comune, in collaborazione con l'ASUR/Zona territoriale 7: un servizio di teleassistenza e telesoccorso, specialmente per anziani con livelli di non autosufficienza; la possibilità di ospitare soggetti fragili in locali climatizzati; la disponibilità di dieci climatizzatori da affittare gratuitamente, oltre al servizio a domicilio di generi alimentari e farmaci. È possibile chiedere assistenza alla centrale operativa anconetana al numero 071.202785.

 

In Molise, il Coordinamento regionale emergenze persone fragili, con sede presso la Protezione Civile del Molise, anche per l’anno 2009 ha elaborato un Piano di sorveglianza e di risposta verso gli effetti sulla salute di ondate di calore anomale. È possibile consultare il bollettino di vigilanza meteo regionale in cui sono comunicati i possibili effetti sulla salute delle condizioni meteorologiche previste a 24, 48 e 72 ore. Per qualsiasi informazione inerenti le ondate di calore è sempre attivo il numero della protezione civile del Molise 0874.3141.

 

Il Comune di Bolzano e la Protezione Civile, insieme all’Azienda servizi sociali di Bolzano e a quattro associazioni, hanno predisposto un piano per dare sollievo alle persone anziane nei momenti più caldi dell'estate. Le quattro associazioni (ADA, Centro Lovera, Centro Auser e Associazione Antea) mettono a disposizione di tutti gli anziani residenti i propri locali climatizzati e le loro occasioni di socializzazione per passare "al fresco" e in compagnia le giornate più calde dell'anno. In caso di ondate di caldo torrido, il piano prevede l’apertura agli anziani dei locali climatizzati del centro di degenza Villa Europa. Per assistere gli anziani è inoltre attivo il numero verde gratuito 800.001800. L’opuscolo "Un’estate da brivido" contiene consigli utili per proteggersi dal caldo e in caso di emergenza.

 

Il Piemonte ha rinnovato per il 2009 il piano caldo con le misure preventive in caso di temperature elevate. Il piano prevede la pubblicazione sui siti dell’Arpa Piemonte e della Regione Piemonte di tre bollettini meteo sulle ondate di calore: uno specifico per la città di Torino, uno per la Provincia di Torino e uno per la Regione. Le previsioni degli effetti sulla salute delle ondate di calore sono espressi in funzione di livelli di “attenzione”, “allarme” ed “emergenza” per le successive 72 ore, sulla base dei quali è possibile attivare le misure di prevenzione per limitarne le conseguenze. La Regione ricorda, inoltre, che è disponibile il servizio di teleassistenza SMShelp per le persone con più di 65 anni residenti in Piemonte. Il servizio, gratuito e disponibile 24 ore su 24, tutti i giorni dell'anno, permette di chiedere aiuto e far intervenire guardia medica, ambulanza e forze dell'ordine. Per maggiori informazioni, chiamare il numero verde gratuito regionale 800.333444. Per i cittadini, e in particolare per gli anziani, sono stati realizzati un pieghevole relativo alla città di Torino e uno per tutta la Regione. La Asl di Asti si rivolge in particolare agli ultrasettantacinquenni: quest’anno sono stati individuati 4769 anziani a rischio su 57.412 iscritti over 75. In caso di ondate di calore, gli operatori sanitari, affiancati dai servizi sociali, avranno il compito di monitorare i pazienti “fragili”, con contatti frequenti e controlli sul decorso di malattie croniche. Il Comune di Asti e l’assessorato ai Servizi sociali ha deciso di mettere a disposizione un certo numero di climatizzatori portatili da concedere in comodato gratuito temporaneo a persone anziane disagiate. Gli apparecchi saranno assegnati sulla base di una graduatoria che terrà conto del reddito dei richiedenti: innanzitutto gli ultrasettantacinquenni con pensione al minimo e portatori di invalidità permanenti. A seguire tutti gli altri per i quali il termine di riferimento sarà il valore del reddito Isee. L’Amministrazione comunale di Alessandria e, in particolare, l’assessorato alle Politiche per la famiglia, l’educazione e la solidarietà sociale hanno sviluppato “La Compagnia dell'Estate e il programma estivo all'Isola delle Sensazioni” un percorso articolato in molteplici iniziative e servizi che è stato appositamente studiato per offrire un sostegno alle persone anziane, in difficoltà e sole che trascorrono i mesi più caldi dell’anno in città. Per maggiori informazioni, scarica il calendario degli appuntamenti "La Compagnia dell'Estate" e il programma completo delle iniziative all'Isola delle Sensazioni.

 

In Puglia, il centralino di Serenitanziani, il servizio del Comune di Bari per l’assistenza agli ultra 75enni, è stato riattivato con il numero verde 800.063538, il servizio gratuito attivo 24 ore su 24 dal 1 giugno al 31 agosto, che viene incontro alle esigenze dei cittadini ultra75enni. Tre Pony della solidarietà, ovvero giovani volontari, muniti di tesserino di riconoscimento, sono inoltre pronti a consegnare a domicilio viveri e medicinali di prima necessità, ogni giorno dalle 9:00 alle 19:00. Altro servizio previsto dal pacchetto è “Sorveglianza attiva”, dedicato agli anziani in particolari condizioni di disagio socio-economico e ambientale, che vengono presi in carico e monitorati attraverso le assistenti sociali della cooperativa Gea, che eseguono visite domiciliari e verificano costantemente le loro condizioni. Fino al 15 settembre, per il piano “Emergenza caldo estate 2009” (pdf 988 kb), a Taranto sono operativi due numeri verdi: l’800.995988, attivo tutti i giorni 24 ore su 24, gestito dal Filo d’Argento Auser, e l’800.252236 gestito dall’Asl con la consulta di volontariato, i giorni feriali dalle 10 alle 18 e il sabato dalle 10 alle 13. Quattro i livelli di intervento garantiti: anagrafe delle fragilità, ambiti distrettuali e sistema di emergenza sanitaria e sociale. Il progetto è rivolto prevalentemente alle categorie a rischio: over 65 con problemi economici che soffrono di patologie croniche, o che vivono soli o in abitazioni piccole e senza aria condizionata.

 

In Sardegna, anche per il 2009, la Asl Lanusei affronta l’emergenza caldo: da lunedì 9 luglio è operativo il “Piano caldo”. All’iniziativa partecipano attivamente la Provincia, i 23 Comuni ogliastrini e le associazioni di volontariato attive sul territorio. Verranno distribuiti capillarmente sul territorio 20 mila copie di un opuscolo informativo con le norme comportamentali da seguire e il numero telefonico 0782.42973 da chiamare in caso di difficoltà. Leggi il comunicato stampa della Regione. Il Comune di Cagliari dedica agli anziani il programma "Estate Solidale", coordinato in collaborazione con la Asl 8 e le organizzazioni di volontariato e diretto a circa 4 mila anziani. Le emergenze verranno affrontate dal Centro di solidarietà "Giovanni Paolo II" che risponde al numero telefonico 070.666623, mentre nella casa di riposo "Vittorio Emanuele II" (070.52804814) saranno effettuate attività motorie e di socializzazione e animazione, e saranno disponibili 118 posti letto per gli ospiti. L'ascolto telefonico, coordinato dall'Associazione Mondo X Sardegna, sarà attivo dalle ore 8:30 alle 11:30 e dalle ore 17 alle 19 (070.684402). Sono previsti interventi domiciliari e un sostegno psicologico, mentre la Asl 8 può garantire 23 posti letto per anziani con difficoltà sanitarie.

Infine, sul sito tematico dedicato alla salute della Regione Sardegna i consigli per difendersi dal caldo.

 

In Sicilia, Catania ha attivato il piano anticaldo 2009; consigli utili sono disponibili nell’opuscolo a cura della protezione civile comunale. A Messina, l'Amministrazione comunale e l’assessorato alle politiche sociali hanno predisposto il piano “Emergenza caldo e anziani”, una serie di iniziative a favore degli anziani e delle categorie fragili nel periodo estivo. Il programma di attività parte il 18 luglio 2009 e prevede la realizzazione di una guida dei servizi che sarà distribuita in tutte le sedi circoscrizionali, con notizie utili per prevenire gli effetti indesiderati legati alle alte temperature e informazioni relative agli operatori sociali coinvolti nel progetto. Attivato un centralino telefonico, operativo 24 ore su 24, che risponde al numero verde gratuito 800.015210. È possibile rivolgersi alla protezione civile locale chiamando il numero 090.22866 per ricevere, in tempo reale, tutte le informazioni relative alle condizioni meteo e a eventuali stati di allerta. Il servizio è operativo da lunedì a giovedì dalle ore 8 alle ore 17 e venerdì dalle ore 8 alle ore 13. La Asl 5, in collaborazione con i medici di famiglia, assicura servizi di assistenza medica e gli ambulatori del 118 sono aperti tutti i giorni dalle ore 8 alle 20. Disponibili anche: il servizio di accompagnamento per prestazioni sanitarie non urgenti, servizi domiciliari (tutti i giorni dalle ore 10 alle ore 17) e servizi per i disabili (accompagnamento per disbrigo pratiche, pagamenti o riscossioni, acquisto medicinali, fornitura acqua), iniziative di socializzazione il sabato e la domenica.

 

La Toscana ha attivato il servizio Meteo e Salute per informare cittadini e operatori sanitari sugli effetti di determinate condizioni atmosferiche. Sul sito web del progetto MeteoSalute, finanziato dal Servizio sanitario della Regione Toscana, è possibile trovare consigli utili per affrontare l’afa e, per ogni principale città, conoscere il tipo di abbigliamento consigliato per i giorni a venire e nei vari momenti della giornata e le previsioni meteo locali. L’assessorato alle Politiche sociosanitarie del Comune di Firenze ha potenziato i servizi del pacchetto “Aiuto anziani”, in particolare per quelli che vivono soli. È possibile contattare, 24 ore su 24, il numero verde 800.801.616 per richiedere accompagnamento per commissioni o visite mediche, assistenza o semplicemente compagnia, avere qualcuno che porta la spesa a casa o ricevere il pasto a domicilio. Attivo anche il programma Aiuto estate anziani: un servizio di "sorveglianza passiva" in risposta alle situazioni di emergenza sociale, rivolto agli anziani, con particolare a quelli che vivono in condizioni di solitudine e attivabile tramite il numero verde 800 801616. Collegato al servizio Aiuto estate anziani, anche un servizio di sorveglianza attiva in favore di quegli anziani ultrasettantacinquenni la cui condizione di rischio (determinata secondo appositi parametri) viene segnalata dai medici di medicina generale e dai servizi territoriali. Entrambi i servizi sono coordinati dall’Azienda pubblica di servizi alla persona Montedomini.

 

La Giunta regionale del Veneto ha adottato il “Protocollo per la prevenzione delle patologie da elevate temperature nella popolazione anziana della Regione Veneto - estate 2009” (pdf 1 Mb), destinato in particolare alla popolazione urbana, più esposta alle ondate di calore. Il Comune di Treviso e, in particolare, l’Ufficio soggiorni del settore Welfare, organizza soggiorni climatici per persone anziane autosufficienti. I turni, della durata ciascuno di 14 giorni, si svolgeranno in località marine, montane e termali. Vitto e alloggio saranno a completo carico del Comune di Treviso. A Vicenza, l’assessorato alla Famiglia e alla Pace ha attivato il numero di assistenza 0444.221020. Un operatore della polizia locale risponderà alle chiamate dalle ore 7 alle ore 24, anche di sabato e nei giorni festivi e metterà in contatto gli anziani con i servizi collegati al progetto di assistenza “Estate sicura”. L’iniziativa, rivolta in particolare agli anziani e alle persone sole o in temporaneo stato di disagio, rappresenta un punto di riferimento concreto per questi soggetti in un periodo dell’anno in cui parenti e amici molto spesso sono lontani dalla città per ferie.