Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

caldo

Archivio 2009

(16 luglio 2009) Allerta caldo, tutte le iniziative di “Estate sicura”

L’Italia è nella morsa del caldo ed entra nel vivo il piano nazionale di prevenzione 2009. Il ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali, in collaborazione con il Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm), ha avviato una campagna informativa, rivolta in particolare agli anziani o a coloro che se ne prendono cura: medici di famiglia e badanti. Anche quest’anno è stato attivato il numero verde 1500, mentre i bollettini quotidiani di allerta della Protezione civile sono stati estesi a 27 città. Numerose azioni vengono portate avanti per iniziativa di singole Regioni, Comuni o Asl. EpiCentro propone un approfondimento sul piano caldo 2009 e una rassegna delle iniziative avviate a livello locale.

 

(25 giugno 2009) Monitoraggio delle persone a rischio in caso di ondate di calore

Il 26 maggio 2009 il ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali ha emesso un’ordinanza per censire i soggetti a rischio in caso di ondate di calore. Il monitoraggio riguarda le persone di età pari o superiore ai sessantacinque anni affette da malattie croniche, che vivono sole e in condizioni economiche disagiate. Nei programmi di emergenza per la prevenzione degli effetti sulla salute delle ondate di calore le amministrazioni comunali hanno un ruolo fondamentale: è loro, infatti, il compito di trasmettere ai servizi sanitari regionali e alle Asl gli elenchi anagrafici della popolazione residente a rischio e di provvedere alla fornitura di servizi di assistenza economica o domiciliare, telesoccorso, accompagnamento e trasporto. I servizi sanitari regionali e le Asl, invece, sono chiamate a collaborare con il dipartimento della Protezione civile nell’attivazione dei programmi di prevenzione e monitoraggio. Leggi l’ordinanza del 26 maggio 2009 (pdf 25 kb).

 

(28 maggio 2009) Al via l’allerta caldo della Protezione civile

Anche per il 2009, dal 15 maggio fino al 15 settembre, è attivo il Programma di sorveglianza, prevenzione e allarme degli effetti delle ondate di calore sulla salute della Protezione civile. Il programma prevede l’attivazione in 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo) di sistemi di allerta che consentono di prevedere, anche con tre giorni di anticipo, i rischi legati alle condizioni meteo nei gruppi di popolazione più a rischio (gli anziani in particolare). Lo strumento è coordinato dal dipartimento di Epidemiologia della Asl RM/E. Consulta su EpiCentro il piano caldo 2008 e le iniziative avviate sul territorio nel 2008. Sul sito del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm), guarda le pagine dedicate al Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute, le attività intraprese a livello locale nel 2008 e i risultati del censimento delle attività di prevenzione del 2008 (pdf 1,4 Mb).