Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

caldo

Estate 2014: il Piano nazionale

19 giugno 2014 - In vista degli aumenti di temperatura previsti per i prossimi mesi, il ministero della Salute ha varato il Programma nazionale “Estate sicura 2014. Che caldo che fa” e ha reso disponibili informazioni e consigli per affrontare il caldo senza rischi.

 

Il portale offre infatti numerosi materiali per i cittadini e gli operatori. Tra questi: i 10 consigli per vincere le ondate di calore, i bollettini giornalieri sulle ondate di calore per 27 città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo), 44 Faq (domande e risposte), le informazioni sulle fasce più a rischio e i comportamenti più adatti per affrontare i livelli di allerta.

 

On line anche il documento “Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute. Programma estate 2014” (pdf 1 Mb) e il “Protocollo d’intesa tra il Ministero della salute, il Ministero per la solidarietà sociale, le Regioni, i Comuni e i Medici di medicina generale per contenere l’emergenza caldo nella popolazione anziana a rischio” (pdf 212 kb).

 

Piano nazionale

Il Piano si sviluppa secondo un modello operativo centralizzato che consente di implementare le attività di sorveglianza e prevenzione a livello nazionale, regionale e locale e favorire il coordinamento tra i vari livelli e i principali attori coinvolti. Il Coordinamento centrale favorisce una più estesa diffusione dei bollettini regionali di previsione Heat health watch warning system (Hhww) e la disponibilità giornaliera sul portale del Ministero delle informazioni sui livelli di rischio climatico e le relative misure di prevenzione da adottare. Attualmente il Piano coinvolge 34 città con oltre 200.000 abitanti di cui 27 con un sistema di previsione allarme città specifico. In tutte le città è operativo un sistema di sorveglianza rapida della mortalità giornaliera associata alle ondate di calore.

 

Il Piano operativo prevede inoltre una serie di attività specifiche, tra cui:

  • coordinamento centrale delle azioni di prevenzione e delle istituzioni coinvolte
  • attivazione dei sistemi di previsione e di allarme città-specifici - Heat Health Watch Warning
  • basati sul monitoraggio delle condizioni climatiche e sull’analisi dei dati storici di
  • mortalità e di variabili meteorologiche
  • coordinamento e definizione del flusso informativo per la diffusione dell’informazione sul livello di
  • rischio per la salute previsto dai sistemi Hhww e identificazione di un referente del piano a livello
  • locale
  • coordinamento/gestione della sorveglianza sanitaria degli effetti sulla salute
  • supporto tecnico per l’identificazione dei sottogruppi di popolazione suscettibili agli effetti del caldo
  • iniziative di informazione per la popolazione generale e per i sottogruppi a rischio
  • iniziative di aggiornamento formazione
  • supporto per l’attivazione di interventi locali di prevenzione e di assistenza sanitaria e sociale,
  • modulati sul livello di rischio previsto dai sistemi Hhww e sul livello di suscettibilità individuale
  • monitoraggio e valutazione dell’impatto sulla salute e degli interventi attivati nel corso dell’estate.

Risorse utili