Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

caldo

Piano caldo 2011: le iniziative nazionali e quelle locali

28 luglio 2011 - Per contrastare gli effetti negativi del caldo estivo, il ministero della Salute dedica una sezione del suo sito alle ondate di calore dove è possibile consultare il documento ministeriale “Programma nazionale per la prevenzione dei rischi per la salute da ondate di calore per l'estate 2011”. Sul sito del Centro nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ccm) è possibile consultare l’approfondimento “È arrivato il caldo” dove sono disponibili informazioni su:

  • l'ordinanza del ministero della Salute
  • la segnalazione delle ondate di calore
  • i livelli di rischio
  • le iniziative locali e il numero verde nazionale
  • imateriali informativi (tra cui i 4 opuscoli divulgativi rivolti a cittadini, Mmg, operatori sanitari di istituti di ricovero per anziani e badanti e il vademecum “Mai lasciare i bambini soli in macchina: è alto il rischio di morte per ipertermia (colpo di calore)”
  • i progetti del Ccm
  • risorse utili.

Sul sito della Protezione civile è presente il “Dossier ondate di calore” un’area in cui è possibile consultare il “Bollettino giornaliero” e ottenere informazioni sulle ondate di calore, il Sistema di sorveglianza, previsione e allarme, i rischi per la salute, i consigli per difendersi dal caldo e il comportamento corretto durante le ondate di calore.

 

A livello regionale e locale sono molte le iniziative avviate per contrastare gli effetti sulla salute delle ondate di calore. EpiCentro ne propone una rassegna.

In Abruzzo, nel Comune di Pescara è attivo il progetto “linea solidale” in grado di fornire assistenza agli anziani entro 15 minuti dalla ricezione della chiamata di emergenza. Nel sito della Asl di Teramo viene dedicato ampio spazio al tema dell’emergenza caldo con l’approfondimento “Come difendersi dalle ondate di calore”: in evidenza consigli sui comportamenti da evitare, i rischi per la salute, i materiali realizzati dal ministero della Salute e un opuscolo informativo da scaricare.

 

In Basilicata, l’assessorato ai servizi sociali del Comune di Potenza, assiste i cittadini ultra sessantacinquenni con i servizi del programma “La bella estate: tempo estivo per la terza e la quarta età”: un calendario che comprende l’ingresso a spettacoli teatrali, navette gratuite verso piscine e lido, attività nel centro estivo della città, feste, corsi di informatica e cure termali.

 

Nella Regione Campania, la Asl di Salerno, ha attivato il progetto territoriale “Estate sicura”, un piano di potenziamento dei servizi di trasporto degli infermi attraverso otto postazioni aggiuntive di soccorso, dislocate nella Costiera amalfitana.

 

Per la Provincia autonoma di Bolzano, il Comune di Bolzano, sino al 15 settembre, propone gli eventi di “Estate anziani 2011”: un calendario di incontri quotidiani per gli anziani rimasti in città.

 

La Regione Emilia-Romagna ha definito le “Linee di intervento per mitigare l’impatto di eventuali ondate di calore, estate 2011” e ha attivato il “Piano caldo 2011”: un progetto che, con la collaborazione dell’Arpa informa la popolazione sui rischi derivanti dalle ondate di calore, fornisce consigli pratici per affrontare le giornate calde, le previsioni climatiche delle zone a rischio disagio climatico e i numeri utili da contattare in caso di necessità. Il Comune di Piacenza ha programmato, anche per quest’anno, un calendario ricco di occasioni di incontro per gli anziani dal titolo “E…state in città” con spettacoli, mostre, gite e sport. Nel Comune di Reggio Emilia, è attivo il piano di intervento dedicato alle persone anziane, un progetto che comprende l’attivazione del numero telefonico 0522/320666 (attivo tutti i giorni negli orari 9-12, 15-18), la segnalazione del disagio meteo climatico sul sito Arpa, una campagna informativa attraverso TV e pubblici uffici, un opuscolo destinato alle famiglie che ospitano anziani ultra 80enni, la mappatura dei soggetti a rischio e la sensibilizzazione dei centri di produzione dei pasti verso menù adeguati alla stagione. Nella città di Bologna è attivo il progetto “Prevenzione delle ondate di calore”, un piano per la prevenzione dei rischi sugli anziani derivanti dalle alte temperature attraverso la costituzione di una rete solidale, contattabile al numero verde 800.56.21.10, e all’iniziativa “Un clima per amico” che offre la possibilità agli ultra 65enni di usufruire gratuitamente di un condizionatore nei mesi estivi. Nel Comune di Ferrara, sino al 15 settembre 2011, è attivo il numero verde gratuito 800.07.21.00 che fornisce informazioni e consigli per prevenire i disagi del caldo negli anziani. La Ausl di Ravenna monitora le fasce fragili della popolazione attraverso l’azione combinata di Ausl e associazioni di volontariato prevista dal “Piano anticaldo 2011”. Il gruppo operativo “Nucleo anziani fragili” monitora la popolazione a rischio della Ausl di Rimini attraverso contatti telefonici volti alla definizione degli interventi assistenziali da parte del personale qualificato. Sono inoltre attive una linea telefonica (0541/707305) e una casella mail dedicate alla segnalazione dei disagi e alla richiesta di informazioni. All’interno del programma “Un anno d’argento”, l’amministrazione comunale del Comune di Parma ha organizzato “Estate d’argento”, un programma ricco di appuntamenti dedicati alla popolazione over 65. Il Comune e l’Ausl di Forlì hanno progettato un calendario di attività di sostegno per le fasce fragili della popolazione attraverso interventi diretti e la distribuzione dell’opuscolo “Estate in città: programma per difendersi dal caldo”.

 

Nel Lazio, il Comune di Roma ha avviato il Piano caldo 2011, un progetto che coinvolge gli ultra sessantacinquenni in iniziative sportive e attività di socializzazione, li tutela attraverso l’attivazione delle squadre di pronto soccorso nelle zone verdi e di un centralino. Inoltre, anche quest’anno, supermercati e farmacie convenzionate hanno predisposto una corsia preferenziale per gli anziani e la possibilità di domiciliazione degli acquisti. Il XVII municipio del Comune di Roma ha attivato soggiorni estivi di 15 giorni, rivolti ad anziani residenti nel territorio, autosufficienti e parzialmente autosufficienti, di età non inferiore ai 55 anni (45 anni per gli invalidi civili), e soggiorni vacanza diurni per anziani autosufficienti residenti nel territorio.

 

In Liguria, la Asl 2 di Savona fornisce ai propri utenti la“Guida a una corretta alimentazione estiva” contenente i consigli sui cibi da evitare nelle giornate più calde.

 

Per contrastare gli effetti negativi del caldo, la Regione Lombardia ha realizzato l’opuscolo informativo “Solo il bello del caldo”, una guida per affrontare il caldo estivo, e l’Arpa regionale diffonde quotidianamente i “bollettini disagio da calore in Lombardia - Humidex”. A livello locale, la Asl di Varese ha realizzato l’opuscolo “Anziani e caldo 2011: linee guida per gli operatori domiciliari” e ha istituito il numero verde 800.45.56.64, attivo tutti i giorni sino al 15 settembre. La Fondazione Mons. Comi Onlus, propone inoltre il servizio "Emergenza caldo 2011", un piano rivolto agli anziani autosufficienti che desiderano trascorrere i mesi estivi presso il centro diurno. All’interno del Piano caldo 2011, la Asl di Bergamo offre assistenza telefonica al numero verde 800.00.22.33, attivo sino al 31 agosto e, sul suo sito, propone la rassegna di materiali realizzati dalla Regione Lombardia e dal ministero della Salute per contrastare gli effetti negativi delle ondate di calore sulle persone anziane. Il Comune di Lovere fornisce ai suoi utenti una rassegna di informazioni sui disagi più comuni nelle giornate di eccessivo caldo, i loro sintomi e le indicazioni per prevenirli attraverso alimentazione e abitudini corrette. Il sito web della Asl di Lecco, attraverso la Campagna caldo 2011, promuove il numero verde fragilità 800.46.53.28, pubblica le previsioni meteo quotidiane fornite dal Servizio meteorologico regionale e indica i comportamenti da evitare nelle giornate estive. Gli interventi realizzati nella Asl di Brescia rientrano nel Piano degli interventi per l’anno 2011 e prevedono l’attivazione numero verde 900.99.59.88. Nel sito web del Comune di Trenzano sono disponibili le informazioni per richiedere il supporto dei servizi sociali per la domiciliazione dei pasti e dei farmaci, il telesoccorso, l’accompagnamento per fare la spesa e il servizio di ascolto da parte del personale qualificato. Il numero verde a disposizione degli utenti della Asl di Como è 800.99.59.88. Il sito web della Asl di Mantova propone una sezione dedicata alla “Prevenzione degli effetti negativi delle ondate di calore estivo 2011” contenente i bollettini meteorologici emessi quotidianamente dall’Arpa, le informazioni sugli sportelli informativi distrettuali della Asl, la scheda di segnalazione per le persone in situazioni critiche, l’elenco delle sedi in cui presentare la segnalazione e il materiale informativo prodotto da ministero della Salute e Regione Lombardia, tra cui la locandina “Quando fa molto caldo..lascia che sia solo l’auto a scaldarsi”, rivolto ai genitori che trasportano bambini in auto. La Asl di Sondrio mette a disposizione degli utenti i numeri utili a cui rivolgersi in caso di necessità. Per gli anziani residenti nel Comune di Cinisello Balsamo è stato organizzato il programma “Estate in città” che comprende numerose attività, come la distribuzione gratuita dei quotidiani nel parco di Villa Ghirlanda e nella biblioteca comunale, i balli di gruppo, la partecipazione al pranzo di ferragosto e l’apertura di alcuni spazi di aggregazione per l’intrattenimento durante i pomeriggi e le sere estive. Infine, l’assessorato al welfare del Comune di Corbetta, anche quest’anno, promuove il progetto “Piano caldo 2011”, un servizio di assistenza telefonica della popolazione di età superiore ai 75 anni.

 

Gli anziani, e le persone che li assistono, sono i destinatari del Progetto Helios realizzato dall’Azienda sanitaria unica regionale delle Marche, un servizio gratuito di assistenza telefonica domiciliare che assicura tutela e monitoraggio delle condizioni di salute agli anziani che vivono soli attraverso il numero verde 800.45.00.20, attivo tutti i giorni nell’orario 9-19. Per aderire al questo progetto è necessario scaricare il modulo e consegnarlo al proprio medico, al Distretto Sanitario di appartenenza oppure alla Centrale operativa comunale. Sul sito sono disponibili l’opuscolo e la locandina. Nel Comune di Ancona è attivo il progetto di promozione dell’attività fisica all’aria aperta “Anziani in movimento”. Infine il Comune di Ascoli Piceno organizza soggiorni climatici per anziani autosufficienti o parzialmente autosufficienti.

 

In Piemonte, nel sito della Regione, è disponibile il materiale informativo della campagna “Caldo? Istruzioni per l’uso”, mentre sul sito Arpa sono disponibili i bollettini quotidiani “Previsione ondate di calore”. Il Comune di Torino dedica una pagina del suo sito web alle precauzioni da adottare in presenza di elevati tassi di ozono, dovuti al forte irraggiamento e alle alte temperature, e fornisce i link al bollettino ozono e alle previsioni delle ondate di calore per la città di Torino. L’amministrazione provinciale di Asti ha predisposto una pagina web del sito dedicata alla diffusione dell’opuscolo regionale e di alcuni consigli pratici per contrastare gli effetti negativi delle alte temperature.

 

Nella Regione Puglia, la Asl di Taranto ha attivato, per il sesto anno consecutivo, “Emergenza caldo 2011” un progetto inter-istituzionale dedicato alle persone di età superiore a 65 anni e in condizioni di fragilità sociale e fisica. Il piano prevede la predisposizione del call center Asl al numero 800.25.22.36, di quello Auser-Filo d’Argento al numero 800.99.59.88, il monitoraggio delle persone incluse nell’anagrafe fragilità e prestazioni socio-assistenziali per i soggetti maggiormente a rischio. Scarica l’opuscolo contenente consigli e informazioni utili. In provincia di Lecce, il Comune di Spongano ha avviato l’iniziativa “Emergenza caldo 2011”, un piano di interventi e servizi a favore degli anziani e delle fasce fragili della società.

 

Parte dal Comune di Sassari, in Sardegna, la campagna dei giovani della Croce rossa italiana “Cresce il caldo, cresce la prevenzione”: un progetto di sensibilizzazione sull’emergenza caldo che comprende la distribuzione di brochure e la creazione di zone di refrigerio nei punti più caldi e frequentati del territorio.

 

Il dipartimento della Protezione civile siciliana, pubblica quotidianamente sul proprio sito il bollettino sulle ondate di calore. L’Azienda sanitaria regionale di Palermo ha diffuso l’opuscolo “Estate sicura 2011”, una guida ai comportamenti da adottare per affrontare senza disagi le giornate di caldo intenso.

 

In Toscana è attivo il servizio Biometeo: un sito web che informa la popolazione sul clima della propria città, le ricadute delle temperature sulla salute, e suggerisce l’abbigliamento adatto alla stagione estiva.

 

La Provincia autonoma di Trento è presente sul territorio con l’iniziativa “Persone insieme per gli anziani”, che garantisce assistenza agli anziani in difficoltà attraverso il numero verde 800.29.21.21 e le attività dei centri anziani locali.

 

In Umbria, il Comune di Perugia ha presentato il “Piano comunale di gestione emergenza calore 2011”, un documento che definisce le linee di intervento per la prevenzione degli effetti negativi legati alle ondate di calore.

 

In Valle D’Aosta, nel Comune di Aosta gli anziani vengono assistiti attraverso gli interventi previsti dal progetto “Estate in sicurezza”.

 

In Veneto, la Ulss 17 di Este ha attivato il “Piano anti-caldo”, un programma che coinvolge la Centrale operativa dell'assistenza domiciliare integrata (contattabile ai numeri 0429.788806 e 0429.618354), e permette l’attivazione della terapia infusionale e del monitoraggio dello stato di idratazione a domicilio. È inoltre attivo il numero verde 800.46.23.40 a cui gli utenti possono rivolgersi per ricevere informazioni sui servizi attivi e le strutture diurne convenzionate con la Ulss. Il Comune di Bassano del Grappa ha attivato il piano “Emergenza caldo 2011 – consigli per una migliore qualità della vita” che propone l’accesso ai locali climatizzati del centro anziani, il servizio mensa, il Servizio di assistenza domiciliare (Sad), i servizi di telesoccorso e telecontrollo e la mobilità agevolata. Per affrontare le ondate di calore, anche quest’anno, la Ulss 12 Veneziana ha predisposto una serie di interventi per ridurre il disagio delle persone più esposte agli effetti negativi come la sorveglianza sanitaria degli anziani fragili, la collaborazione tra il servizio meteorologico e le strutture per gli anziani, la distribuzione del materiale informativo e la creazione di aree climatizzate nelle strutture ospedaliere. L’assessorato ai servizi sociali del Comune Costa di Rovigo promuove una campagna di sensibilizzazione sui comportamenti utili per la prevenzione dei problemi di salute legati al caldo eccessivo. Nell’Azienda Ulss 6 di Vicenza, sino al 31 ottobre 2011 è attivo il servizio “Emergenza caldo estate 2011”, un piano rivolto agli over 65enni affetti da patologie croniche invalidanti che prevede, tra le altre iniziative, ingressi temporanei nelle case di riposo. Infine, il Comune di Verona ha realizzato l’opuscolo, inviato tramite posta a tutte le famiglie, “Estate anziani 2011” che fornisce il numero verde 800.46.23.40 e gli altri numeri utili da contattare in caso di necessità.