Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

malattie cardiovascolari

Consumi medi di sale e potassio per Regione nell'alimentazione degli italiani adulti (35-79 anni)

Minisal-Gircsi e Osservatorio Epidemiologico Cardiovascolare/Health Examination Survey (2008-2012)*

*Nota: Minisal-Gircsi, progetto Ccm nato nell’ambito dell’Osservatorio epidemiologico cardiovascolare/Health Examination Survey (Oec/Hes). Affidato al dipartimento di Medicina clinica e sperimentale della Facoltà di Medicina e chirurgia dell’Università di Napoli Federico II, in collaborazione con l’Istituto superiore di sanità (Iss), l’Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione (Inran), l’Università Cattolica di Campobasso, la Fondazione per l’ipertensione arteriosa, la Clinica pediatrica dell’Università di Foggia e con il Gircsi (Gruppo di lavoro intersocietario per la riduzione del consumo di sale in Italia). Obiettivo del progetto è ottenere informazioni attendibili sul consumo medio pro-capite di sodio, potassio nella popolazione italiana su base regionale, per classi di età e in relazione alla presenza di ipertensione arteriosa. L’Oec/Hes è stato condotto tra il 2008 e il 2012, grazie all’accordo di collaborazione fra Istituto superiore di sanità, l’Anmco-Associazione nazionale medici cardiologi ospedalieri–Fondazione per il tuo Cuore-Hcf, e ha esaminato 8714 uomini e donne su tutto il territorio nazionale, un campione di circa 220 persone ogni milione e mezzo di abitanti. Il consumo di sodio e potassio attraverso l’alimentazione è stato determinato utilizzando le urine delle 24 ore da parte dell’Università di Napoli.