Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

fitosorveglianza

Archivio 2014

(11 dicembre 2014) Integratori alimentari: attualità e prospettive future

Negli ultimi anni, nei Paesi industrializzati, è cresciuto l’interesse di consumatori e industria nei confronti degli integratori alimentari. Questo incremento si inserisce nel contesto di un nuovo concetto di salute basato non solo sulla cura e sulla prevenzione, ma anche sull’esigenza del raggiungimento del benessere fisico e psichico. Gli integratori alimentari infatti, secondo la normativa che li disciplina, sono prodotti a base di nutrienti o altre sostanze ad effetto fisiologico, proposti per favorire il regolare svolgimento delle funzioni dell’organismo senza alcuna finalità di cura. L’impiego di questi prodotti deve dunque avvenire in modo consapevole e informato. Il convegno “Integratori alimentari: attualità e prospettive future”, previsto per il 17 dicembre nella cornice del Sanit, mira a fornire a tutti gli stakeholder elementi sui requisiti richiesti dalla normativa relativamente alla composizione e alle indicazioni d’uso nonché indicazioni sulla adeguatezza nutrizionale e fisiologica e sulla  sicurezza d’uso degli integratori alimentari.

 

(20 novembre 2014) Farmaci a base di piante medicinali in Europa: 10 anni della normativa sui medicinali tradizionali e di uso consolidato

L’Agenzia europea del farmaco (Ema, European Medicines Agency) celebra i dieci anni della legislazione europea sui farmaci a base di piante medicinali. Tra il 2004 e il 2014 sono oltre 1300 i farmaci a base di piante registrati in Europa, in quanto riconosciuti come “tradizionali”, e più di 600 quelli a cui è stata concessa l’autorizzazione alla vendita, avendone stabilito il loro uso diffuso all’interno dei Paesi Ue. Questi farmaci, infatti, sono utilizzati da milioni di persone in Europa ed è importante che vengano accompagnati da note informative chiare e omogenee tra i vari Paesi Ue, per permettere a medici e cittadini di fare scelte consapevoli. La Direttiva europea sui medicinali a base di piante medicinali, entrata in vigore nel 2004, mira a proteggere la salute pubblica autorizzando l’uso di quei farmaci a base di piante medicinali che sono stati valutati sufficientemente sicuri e su cui si è espresso il Committee on Herbal Medicinal Products (Hmpc) dell’Ema. L’Hmpc raccoglie ed elabora infatti dati sull’uso terapeutico raccomandato, sulle possibili controindicazioni, sull’interazione con altri medicinali e sugli eventuali effetti collaterali. Le opinioni dell’Hmpc si basano sulla revisione di tutti i dati scientifici relativi a sicurezza, efficacia e qualità delle piante medicinali. Per maggiori informazioni consulta la press release su sito dell’Ema.

 

(2 ottobre 2014) Dolore cronico e terapie complementari

Nel numero di settembre della newsletter Clinical Digest, curata dal Center for Complementary and Alternative Medicine (Nccam), “Complementary Health Approaches for Chronic Pain”, si affronta il tema del dolore cronico e delle terapie complementari a cui molte persone ricorrono per affrontarlo. Le evidenze scientifiche suggeriscono che alcune terapie hanno effetti a breve termine, tuttavia nella maggior parte dei casi non esistono abbastanza prove per stabilire l’utilità di tali approcci.

 

(29 maggio 2014) Artrosi e integratori alimentari

Si parla di artrosi e integratori alimentari nella nuova newsletter Clinical Digest, curata dal Center for Complementary and Alternative Medicine (Nccam), dal titolo “Dietary Supplements for Osteoarthritis”. Vengono presentate informazioni ricavate dalla letteratura scientifica e una breve guida, in sei punti, sull’uso degli integratori alimentari per la cura dell’artrosi.

 

(8 maggio 2014) Disturbi del sonno e terapie complementari

È on line il numero di aprile della newsletter Clinical Digest, curata dal Center for Complementary and Alternative Medicine (Nccam), “Sleep Disorders and Complementary Health Approaches”. Il focus di questo mese è dedicato ai disturbi del sonno e alle terapie complementari per curarli. Tra queste: pratiche mentali e fisiche, tecniche di rilassamento, dieta, melatonina, L-triptofano e 5-idrossitriptofano, rimedi erboristici e omeopatici.

 

(3 aprile 2014) Mal di schiena cronico e terapie complementari

Terapie complementari per il mal di schiena cronico: è questo il tema del numero di marzo 2014 “Chronic Low-Back Pain and Complementary Health Approaches” della newsletter mensile Clinical Digest, curata dal Center for Complementary and Alternative Medicine (Nccam). Tra gli articoli le evidenze scientifiche più attuali manipolazione spinale, agopuntura, massaggi e yoga.

 

(23 gennaio 2014) Smettere di fumare e medicina non convenzionale

È sempre rilevante l’interesse dei fumatori verso le terapie complementari e alternative per emettere di fumare (ipnoterapia, yoga e meditazione). Tuttavia, ad oggi, nonostante alcuni studi randomizzati abbiano mostrato qualche effetto positivo da parte delle terapie non convenzionali, non esistono prove chiare sui loro effetti nella cessazione del fumo di sigaretta. Il numero di gennaio 2014 della newsletter mensile Clinical Digest, curata dal Center for Complementary and Alternative Medicine (Nccam) americano, propone un approfondimento sul tema offrendo informazioni utili su “cosa dice la scienza” riguardo questi metodi e le “5 cose da sapere sull’argomento”.

 


 

trova dati