Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

influenza aviaria

Epidemie in corso in Nord America

ORGANIZZAZIONE MONDIALE DI SANITA’ ANIMALE (OIE)
(traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)


Canada
Il 19 febbraio 2004 Brian Evans Direttore Esecutivo della  Canadian Food Inspection Agency, Ottawa comunica la presenza del primo focolaio di influenza aviaria in Canada. Secondo quanto emerso dalle analisi, circa 18.000 polli sarebbero stati infettati dal virus H7.


Stati Uniti
Il 9 febbraio 2004 il dottor Peter Fernandez, Amministratore Associato dell’Animal and Plant Health Inspection Service, del Dipartimento di Agricoltura degli Stati Uniti (USDA), Washington, DC, comunica la presenza dell’influenza aviaria anche negli Stati Uniti. L’epidemia che ha infettato 12.000 polli avrebbe coinvolto al momento un unico allevamento in Kent County nello stato del Delaware (Nord Est degli USA). L’infezione annunciata il 9 febbraio stata individuata il 5 febbraio ed probabilmente iniziata il 2.

I test preliminari e le analisi del sangue nei polli hanno confermato la presenza di influenza aviaria negli animali dell’allevamento, che sarebbero stati colpiti dal ceppo H7. I test sono stati condotti presso il National Veterinary Services Laboratories (NVSL) ad Iowa.
L’allevamento colpito dall’epidemia stato immediatamente chiuso e tutti gli animali soppressi.
L’origine dell’infezione al momento ancora sconosciuta, anche se il ceppo isolato sembra essere lo stesso trovato nei mercati di animali vivi dell’area di New York.

Sono stati immediatamente sottoposti a test tutti gli allevamenti nel raggio di 3 chilometri dal sito infetto, e malgrado non sia stato trovato nessun altro caso di malattia, tutti gli allevamenti sono stati messi in quarantena e sono sotto stretta osservazione.


 

trova dati