Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

influenza aviaria

Cronistoria delle epidemie passate

2003 dicembre, Danimarca
Un nuovo virus influenzale tipo A, ceppo H5N7 Ŕ stato identificato per la prima volta in anatre in Danimarca. Circa 12.000 anatre allevate per ripopolamento a scopo venatorio sono state abbattute il 10 Settembre 2003. Questo subtipo non Ŕ mai stato identificato prima, nemmeno nell’uomo con contatti a rischio con le anatre e non Ŕ correlato con i casi virali da H3N2 diagnosticati in Danimarca il primo settembre 2003.

2003 giugno, Europa
L’ultimo focolaio confermato il 23 maggio 2003 si trova in un allevamento di Kelpen nel Limburg. I focolai di HPAI hanno comportato l’abbattimento di quasi 30 milioni di polli allevati in 255 aziende, di cui 22 produttrici di volatili da compagnia.

2003 aprile, Olanda
Un’epidemia di influenza aviaria ad alta patogenicitÓ (HPAI), causata dal ceppo di virus influenzale A/H7N7, scoppia a fine febbraio in Olanda. A fine aprile sono 249 gli allevamenti infetti e circa 23,6 milioni gli animali suscettibili abbattuti su oltre 100 milioni allevati nel Paese. Anche il Belgio, nella regione confinante del Limburg Ŕ stato colpito: il 16 aprile 2003 ammontano a circa 1,4 milioni i capi abbattuti e/o macellati, comprensivi degli animali abbattuti preventivamente in 57 allevamenti.

2003 febbraio, Cina - Hong Kong
Il 17 febbraio 2003 un uomo di 33 anni muore per una grave polmonite all’ospedale di Hong Kong a causa di un ceppo virale di influenza aviaria A H5N1, isolato dall’apparato naso-faringeo. Si tratta del secondo caso confermato e correlato ai focolai di influenza aviaria ad Hong Kong.

2002 dicembre, Cina - Hong Kong
Due focolai di influenza aviaria in allevamenti di pollame sono stati notificati nei Nuovi Territori di Hong Kong. Ammonta a 67.000 il numero totale di volatili nei focolai e 5.500 il numero di animali morti, per un totale di 22.550 animali distrutti. La rilevazione della malattia risale al 26 dicembre 2002. Volatili selvatici infetti sono sospettati di aver diffuso l’infezione. Tra le misure di controllo Ŕ stata eseguita anche una vaccinazione ad anello utilizzando un vaccino inattivo H5N2. Inoltre, tre focolai della malattia sono stati denunciati in uccelli acquatici nello Shatin, Kowloon e nei Nuovi Territori. Le prime mortalitÓ si sono rilevate il 30 novembre 2002. Gli animali colpiti sono anatre, oche, cigni, garzette, fenicotteri e l’airone grigio selvatico. Il numero totale di casi Ŕ 154 con 70 volatili distrutti.

2001 ottobre, USA - Connecticut
Il Dipartimento di Stato dell’Agricoltura ordina la distruzione di 16.000 polli di un allevamento di Scotland (Connecticut USA), dove Ŕ stato identificato il virus dell’influenza aviaria. Tutti gli allevatori di specie avicole sono informati su come prendere precauzioni per impedire l’ingresso del virus nei loro allevamenti. Queste indicazioni includono, la prevenzione dei contatti con altre specie avicole, facendo attenzione all’origine degli animali, controllando i siti di accesso. Test effettuati negli allevamenti vicini al focolaio hanno fornito risultati negativi.

 

trova dati