Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

salute globale

Archivio 2005-2006

(20 dicembre 2006) Oms: il rapporto sulla salute dell’Africa

Fra tutte le regioni dell’Organizzazione mondiale della sanità, quella africana presenta la situazione più drammatica. Un nuovo rapporto dell’Oms mostra i progressi compiuti attraverso l’adozione di soluzioni specifiche per il contesto africano e lascia sperare, pur se tra molti ostacoli, in un miglioramento della salute complessiva dell’Africa. Leggi l’approfondimento, a cura della redazione di EpiCentro.

 

(7 dicembre 2006) Pellegrinaggio alla Mecca: le vaccinazioni richieste, i consigli per i viaggiatori

Quest’anno il pellegrinaggio alla Mecca, evento in cui si ritrovano insieme per un breve periodo di tempo oltre due milioni di persone, avrà luogo tra il 29 dicembre 2006 e il 3 gennaio 2007. Per garantire un tranquillo svolgimento del pellegrinaggio sotto il profilo della salute pubblica, le autorità saudite richiedono una serie di vaccinazioni e offrono consigli utili ai viaggiatori. I dettagli su un articolo di Eurosurveillance.

 

(9 novembre 2006) Prevenzione, promozione della salute e integrazione dei popoli

Il ministro della salute Livia Turco, in occasione del congresso nazionale della Società italiana di igiene (Siti) "La prevenzione per la promozione della salute e l’integrazione dei popoli" che si è svolto a Catania il 27 ottobre 2006, fa il punto sull'assistenza sanitaria agli immigrati. Servono più umanità, mediazione culturale, informazione, prevenzione e soprattutto occorre considerare l'immigrato come una risorsa. Il ministro ha presentato anche i dati del fenomeno, i problemi reali di salute degli immigrati e i possibili scenari futuri. Importanti iniziative come il Piano nazionale di prevenzione, il Piano nazionale vaccini e il Piano guadagnare salute devono consentire strategie di offerta attiva dei servizi e dei messaggi di prevenzione anche, e soprattutto, alla popolazione più povera e agli immigrati.

 

(2 marzo 2006) Rapporto 2006 sulla corruzione: nella salute e nella medicina
Pubblicato da Transparency International, una organizzazione non governativa che riunisce oltre 90 Paesi, il rapporto annuale sulla corruzione globale, dedicato quest'anno alla corruzione nel campo della medicina e delle politiche sanitarie, contiene dati e casi studio che rappresentano la dimensione del problema: tra il 5 e il 10% delle risorse destinate al settore della salute vanno perdute in pagamenti illeciti, truffe assicurative, spreco di risorse, strumenti e farmaci, fino a vere e proprie truffe che vedono coinvolte case farmaceutiche e rappresentanti dei sistemi sanitari. Con un danno enorme per la salute delle popolazioni che vedono sottratte preziose risorse che consentirebbero di curare molti più malati e di migliorare le strutture sanitarie. Leggi l'approfondimento sul rapporto.

 

(10 novembre 2005) Uno sguardo sulla salute dei Paesi Ocse
Nei Paesi Ocse l'aspettativa di vita nel 2003 è salita a 77,8 anni: un incrementato sostanziale grazie a standard più elevati, stili di vita più salutari, una migliore educazione e un incremento dell'accessibilità alle cure. Crescono i costi sanitari, in alcuni casi a un ritmo addirittura superiore alla crescita economica nazionale: nel 2003, i Paesi Ocse hanno infatti consumato in media l'8,8% del Pil in spese mediche. Solo il 3% delle spese sanitarie, però, è destinato alla prevenzione e ai programmi di sanità pubblica. L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) presenta la terza edizione di “Uno sguardo alla sanità: indicatori Ocse 2005”. Il rapporto fornisce una serie di indicatori aggiornati, relativi a diversi aspetti di performance dei sistemi di sanità. Rispetto alle edizioni passate, quest'ultima comprende un maggior numero di indicatori relativi a prevenzione e promozione della salute.

 

(3 novembre 2005) Rapporto 2005 sulla salute in Europa
Sebbene col tempo sia stato registrato un miglioramento generale dello stato di salute degli 879 milioni di persone che vivono nei 52 Paesi europei dell'Oms, sono aumentate le diseguaglianze tra un Paese e l'altro e tra diversi gruppi all'interno dei singoli Stati. Il rapporto Oms 2005 sulla salute in Europa indica che ridurre queste diseguaglianze non solo è un obiettivo irrinunciabile, ma anche fattibile nei prossimi anni. Il summary del documento mostra i principali problemi di salute che l'Oms Europa deve affrontare, descrivendo le effettive linee d'azione. In particolare, viene focalizzata l'attenzione sulla salute infantile: tra le principali minacce alla salute dei bambini, la povertà e le disuguaglianze socioeconomiche. Di qui, la necessità di attuare specifici programmi, sulla base di linee guida e informazioni condivise, indicate nel rapporto.
Il rapporto è diviso in tre sezioni: panoramica generale sullo stato di salute pubblica, la salute infantile e gli ingredienti per interventi e politiche sanitarie efficaci.
Consulta la sintesi dei risultati (tradotta dalla redazione di EpiCentro).

 

(26 maggio 2005) Diseguaglianze e salute: un forum per discutere il rapporto di EP
Un supplemento speciale di EP dedicato alle diseguaglianze in tema di salute nel nostro paese sarà presentato e discusso il 31 maggio in un Forum che si terrà presso il Consiglio nazionale dell'economia e del lavoro, a Roma. EpiCentro pubblica la prima parte del documento, un rapporto che propone i dati relativi alla situazione di accesso e qualità delle cure in Italia e li commenta in chiave sociale ed economica.

(21 aprile 2005) Prodotti della pesca e rischi sanitari integrati

A Cesenatico, il 27 maggio 2005, la Società operatori della prevenzione (Snop) organizza un seminario rivolto a operatori sanitari coinvolti nel controllo della filiera ittica. Un tema di grande attualità, che nasce dalla consapevolezza di nuovi rischi in materia di sicurezza alimentari generati dall'ampliamento dei commerci alimentari e dall'importazione di prodotti esotici.

(7 aprile 2005) Salute e accesso ai servizi sanitari nel villaggio globale

A Cesena un seminario sul tema della salute globale, organizzato dal dipartimento di salute pubblica in collaborazione con l'associazione nazionale degli operatori di prevenzione e all'associazione Salem. Interventi centrati sugli effetti delle scelte economiche e politiche sulla salute, sia nei Paesi più poveri del Sud del mondo che nelle nostre realtà locali.
Leggi il commento di Claudio Venturelli, moderatore dell'evento, entomologo dell'Ausl di Cesena.

 


 

trova dati