Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

influenza da nuovo virus A/H1N1v

Notiziario - 14 gennaio 2010

FluNews: l’undicesimo aggiornamento del Cnesps-Iss

È on line il numero 11 di “FluNews”, l'aggiornamento epidemiologico settimanale a cura del Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto superiore di sanità (Iss), che fa il punto della situazione relativa all’attuale pandemia di influenza, con una lettura integrata dei dati raccolti. Scarica il numero 11 di “FluNews” (pdf 1,7 Mb). Del bollettino è anche disponibile un’edizione in inglese.

 

I bollettini sull’influenza A/H1N1v dalle Regioni

Sui siti web delle varie Regioni italiane sono pubblicati gli aggiornamenti sui casi di influenza pandemica A/H1N1v e sulle sindromi influenzali rilevati sul territorio. I rapporti fanno il punto della situazione e danno conto dell’incidenza delle sindromi influenzali, del numero di accessi al Pronto Soccorso e di ricoveri in terapia intensiva sul territorio regionale. Scarica i bollettini relativi alla situazione in:

Ema: il sesto rapporto settimanale sulla farmacovigilanza pandemica

L’Agenzia europea dei medicinali (Ema) pubblica ogni settimana un rapporto con i dati sulle reazioni avverse riportate dopo l'uso di vaccini pandemici e di farmaci antivirali autorizzati con procedura centralizzata nell'Unione europea, ovvero i vaccini Celvapan®, Focetria® e Pandemrix® e l'antivirale Tamiflu®. Scarica il rapporto del 13 gennaio 2010 (pdf 145 kb) e leggi tutti gli ultimi bollettini sulla farmacovigilanza pubblicati dall’Ema.

 

Aggiornamenti dalla letteratura scientifica

Il numero di Eurosurveillance pubblicato il 7 gennaio 2010 (in inglese) dedica alcuni approfondimenti alla nuova influenza da virus A/H1N1v:

  • un editoriale fa il punto di quanto è stato fatto e quanto è ancora da fare per combattere la nuova influenza pandemica e illustra le similitudini e le differenze con le passate epidemie e le influenze stagionali delle scorse stagioni.
  • una comunicazione rapida esamina il caso di una epidemia di nuova influenza avvenuta in un reparto di oncologia pediatrica di un ospedale italiano nei mesi di ottobre e novembre 2009. Il fatto che un paziente sia stato infettato pur essendo isolato e pur non avendo avuto contatti con altri pazienti sintomatici, fa pensare a una trasmissione avvenuta attraverso un operatore sanitario e sottolinea l'importanza della vaccinazione di questa categoria coinvolta nella cura di pazienti critici.
  • uno studio condotto in Giappone ha previsto la simulazione della fase iniziale dell’influenza pandemica e la valutazione dell'efficacia degli interventi di sanità pubblica nel Paese. I risultati dell’indagine hanno evidenziato che il tasso di rilevamento di casi di influenza alla frontiera è stato basso e che la tempistica degli interventi è stata il fattore più importante per il controllo della pandemia, con la riduzione massima di casi giornalieri avvenuta per gli interventi di sanità pubblica iniziati il giorno 6 o 11 dalla rilevazione da parte del controllo sanitario di frontiera del primo caso di virus. I primi interventi non sempre sono stati efficaci.
  • il rapporto di sorveglianza relativo all’epidemia di A/H1N1v verificatasi nei mesi aprile-giugno 2009 in Cile, ha messo in luce che lo scoppio della pandemia di influenza nella regione di Los Lagos è avvenuta il 28 aprile 2009 (settimana 17), ben prima della conferma del primo caso nel Paese (17 maggio, settimana 20). Ciò si deve, con molta probabilità, al livello elevato di attività commerciale internazionale della regione.

EpiNorth ed EpiSouth: gli ultimi dati sull’influenza A/H1N1v nei Paesi nordici e baltici e nei Paesi del Mediterraneo e dei Balcani

Nel bollettino dell’Ecdc dell’8 gennaio 2010 (pdf 560 kb), sono riportati gli aggiornamenti di EpiSouth ed EpiNorth relativamente alle sindromi simil-influenzali e ai casi di influenza pandemica A/H1N1v. Il progetto EpiNorth intende migliorare la sorveglianza, il controllo e la comunicazione delle malattie trasmissibili nei Paesi nordici e baltici e nelle regioni nord-occidentali della Russia. Nell’ultimo aggiornamento di EpiNorth sono disponibili informazioni dettagliate sulla situazione in: Moldova, Ucraina, Bielorussia e Russia. Il progetto EpiSouth intende creare un quadro di collaborazione su questioni epidemiologiche in modo da migliorare la sorveglianza delle malattie infettive, la comunicazione e la formazione nei Paesi dell’area del Mediterraneo e dei Balcani. Il network EpiSouth conta 26 Paesi (9 Ue e 17 extra-Ue). Al 4 gennaio 2010 risultano confermati nelle regioni EpiSouth 1948 decessi per A/H1N1v, di cui 173 avvenuti dopo il 28 dicembre 2009: 40 in Egitto, 17 in Siria, 11 in Grecia, 10 in Israele, 8 in Marocco e in Serbia, 6 in Palestina, 5 in Algeria, 4 in Kosovo, 3 in Bosnia-Erzegovina e 1 in Croazia. Nella settimana 52, l'attività influenzale è stata:

  • elevata e decrescente in Serbia
  • elevata in Algeria, Egitto e Tunisia
  • media e decrescente in Croazia e Israele
  • medio-bassa e stabile in Turchia.

Per maggiori dettagli consultare il bollettino epidemiologico settimanale (e-WEB) di EpiSouth.

 


 

trova dati