Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

olimpiadi e salute

Archivio dei bollettini

19 marzo 2006 (codice bianco)
Nella giornata del 18 marzo i valori rilevati dal sistema integrato di sorveglianza non si discostano significativamente dai valori attesi per le malattie e le sindromi sorvegliate nei territori del Piemonte interessati dall’evento paralimpico.

Consulta il bollettino.

 

18 marzo 2006 (codice bianco)
Il lieve aumento del numero di casi di sindromi respiratorie e gastroenteriche, registrato dal sistema integrato di sorveglianza nei giorni passati, non viene confermato nella giornata del 17 marzo. I valori rilevati non si discostano dall’atteso.

Consulta il bollettino.

 

17 marzo 2006 (codice bianco)
Nella giornata del 16 marzo 2006 il sistema integrato di sorveglianza ha evidenziato un lieve aumento del numero di casi di sindromi respiratorie e gastroenteriche nel territorio della ASL 10. Questi casi appaiono causati da virus a trasmissione respiratoria ricorrenti durante il periodo invernale e presenti anche in altre zone del territorio piemontese.

Consulta il bollettino.

 

16 marzo 2006 (codice bianco)
Nella giornata del 15 marzo 2006 i servizi di pronto soccorso e di guardia medica non hanno rilevato variazioni particolari nel numero di casi di sindromi respiratorie e gastroenteriche rispetto alla settimana precedente. I casi di gastroenterite risultano causati da virus a trasmissione respiratoria ricorrenti durante il periodo invernale.

Consulta il bollettino.

 

15 marzo 2006 (codice bianco)
Nella giornata del 14 marzo 2006 i servizi di pronto soccorso e di guardia medica hanno rilevato un lieve aumento delle sindromi gastroenteriche rispetto alla giornata precedente. I casi di gastroenterite risultano causati da virus a trasmissione respiratoria ricorrenti duran-te il periodo invernale. Si osserva invece una diminuzione dei casi di sindrome respiratoria.

Consulta il bollettino.

 

14 marzo 2006 (codice bianco)
Nella giornata del 13 marzo 2006 i servizi di pronto soccorso continuano a rilevare un lieve aumento delle sindromi respiratorie, soprattutto in età pediatrica, su tutto il territorio interessato dalle Paralimpiadi. Questo aumento si osserva anche nel resto della regione ed è di comune osservazione in questo periodo dell'anno. Nonostante l'aumento delle sindromi respiratorie, l'incidenza dell'influenza rimane su valori inferiori a quelli dello scorso anno. Si continua a rilevare nell'area olimpica e nel resto della regione Piemonte la presenza di casi di gastroenterite, che risultano causati da virus a trasmissione respiratoria, anch'essi ricorrenti durante il periodo invernale.

Consulta il bollettino.

 

13 marzo 2006 (codice bianco)
Nella giornata del 12 marzo 2006 i servizi di pronto soccorso e di guardia medica continuano a rilevare un lieve aumento delle sindromi respiratorie, soprattutto in età pediatrica, su tutto il territorio interessato dalle Paralimpiadi. Questo aumento si osserva anche nel resto della regione ed è di comune osservazione in questo periodo dell'anno. Nonostante l'aumento delle sindromi respiratorie, l'incidenza dell'influenza rimane su valori inferiori a quelli dello scorso anno. Si continua a rilevare nell'area olimpica e nel resto della regione Piemonte la presenza di casi di gastroenterite, che risultano causati da virus a trasmissione respiratoria, anch'essi ricorrenti durante il periodo invernale.

Consulta il bollettino.

 

12 marzo 2006 (codice bianco)
Nella giornata dell'11 marzo 2006 i servizi di pronto soccorso e di guardia medica hanno rilevato un lieve aumento delle sindromi respiratorie, soprattutto in età pediatrica, su tutto il territorio interessato dalle Paralimpiadi. Questo aumento si osserva anche nel resto della regione ed è di comune osservazione in questo periodo dell'anno. Nonostante l'aumento delle sindromi respiratorie, l'incidenza dell'influenza rimane su valori inferiori a quelli dello scorso anno.Si continua a rilevare nell'area olimpica e nel resto della regione Piemonte la presenza di casi di gastroenterite, che risultano causati da virus respiratori, anch'essi presenti durante il periodo invernale.

Consulta il bollettino.

 

11 marzo 2006 (codice bianco)
Nella giornata del 10 marzo 2006 i servizi di pronto soccorso e di guardia medica hanno osservato andamenti delle sindromi respiratorie e gastroenteriche sostanzialmente attesi. Si continua a rilevare nell'area olimpica e nel resto della regione Piemonte la presenza di casi di gastroenterite, che risultano causati da virus respiratori spesso frequenti durante il periodo invernale.

Consulta il bollettino.

 

10 marzo 2006 (codice bianco)
Dal 6 al 9 marzo 2006 i servizi di pronto soccorso e di guardia medica hanno osservato andamenti delle sindromi respiratorie e gastroenteriche sostanzialmente attesi. Si continua a rilevare nell'area olimpica e nel resto della regione Piemonte la presenza di casi di gastroenterite, che risultano causati da virus respiratori spesso frequenti durante il periodo invernale.

Consulta il bollettino.

 

6 marzo 2006 (codice bianco)

Nei giorni 3, 4 e 5 marzo 2006 i servizi di pronto soccorso e di guardia medica hanno evidenziato un aumento delle sindromi respiratorie soprattutto nelle ASL 1-4 e 5. La segnalazione riguarda prevalentemente bambini, ed è compatibile con quanto è possibile osservare durante gli anni passati nel periodo invernale.

Consulta il bollettino.

 

3 marzo 2006 (codice bianco)

Nella settimana successiva alla conclusione dei Giochi Olimpici, le sindromi e le patologie sorvegliate hanno mostrato un andamento nella norma. Il sistema integrato di sorveglianza continua a rilevare la presenza di sindromi gastroenteriche di origine virale compatibili con il periodo invernale.  La sorveglianza di laboratorio delle infezioni invasive di origine batterica ha segnalato un numero di infezioni da Pneumococco inferiore rispetto a quello registrato nello stesso periodo dello scorso anno. Questo può essere in parte attribuito ad una bassa diffusione dell'influenza, come riportato dalla Sorveglianza delle sindromi influenzali.  Il Sistema di notifica delle malattie infettive continua a rilevare sul nostro territorio di la diffusione di casi di varicella comunque in numero inferiore a quello registrato nello stesso periodo dello scorso anno.

Consulta il bollettino.

 

27 febbraio 2006 (codice bianco)
Anche nell'ultima giornata delle Olimpiadi, si sono osservati andamenti nella norma per le sindromi e le patologie segnalate. Relativamente al focolaio di probabile origine alimentare descritto nel bollettino di ieri, i sistemi di sorveglianza non hanno segnalato ulteriori casi collegati. Continuano le verifiche da parte dei Dipartimenti di Prevenzione.

Consulta il bollettino.

 

26 febbraio 2006 (codice bianco)
Anche nella giornata del 25 febbraio i sistemi di sorveglianza continuano ad osservare andamenti nella norma per le sindromi e le patologie segnalate. E' stato tuttavia evidenziato dal sistema di allerta rapido un piccolo focolaio (3 casi) di probabile origine alimentare. La verifica dei casi, iniziata la notte del 25, ha assicurato l'unicità dell'episodio e l'esclusione di rischi epidemici. Sono, in ogni caso, in corso approfondimenti per l'individuazione certa dell'alimento e dell'agente eziologico.

Consulta il bollettino.

 

25 febbraio 2006 (codice bianco)
La giornata del 24 febbraio continua a mostrare un andamento sostanzialmente nella norma per le segnalazioni di tutte le patologie o sindromi sorvegliate dai vari sistemi.

Consulta il bollettino.

 

24 febbraio 2006 (codice bianco)
La giornata del 23 febbraio continua a mostrare un andamento sostanzialmente nella norma per le segnalazioni di tutte le patologie o sindromi sorvegliate dai vari sistemi.

Consulta il bollettino.

 

23 febbraio 2006 (codice bianco)
La giornata del 22 febbraio continua a mostrare un andamento sostanzialmente nella norma per le segnalazioni di tutte le patologie o sindromi sorvegliate dai vari sistemi.

Consulta il bollettino.

 

22 febbraio 2006 (codice bianco)
La giornata del 21 febbraio continua a mostrare un andamento sostanzialmente nella norma per le segnalazioni di tutte le patologie o sindromi sorvegliate dai vari sistemi. Si evidenzia un lieve aumento nella segnalazione di casi di varicella. Questo aumento è riscontrato anche nel resto della Regione e rispecchia l'andamento tipico degli anni precedenti.

Consulta il bollettino.

 

21 febbraio 2006 (codice bianco)
La giornata del 20 febbraio mostra un andamento nella norma per le segnalazioni di tutte le patologieo sindromi sorvegliate dai vari sistemi. Si evidenzia soltanto un lieve aumento nella segnalazione di casi di sindromi respiratorie e gastroenteriche. Tuttavia gli accertamenti effettuati al riguardo hanno confermato la lieve entità clinica dei casi registrati e la scarsa rilevanza dal punto di vista della sorveglianza epidemiologica.

Consulta il bollettino.

 

20 febbraio 2006 (codice bianco)
Le verifiche sulle segnalazioni di sindromi gastroenteriche osservate il giorno 17 febbraio si sono concluse senza evidenziare focolai di tossinfezione alimentare e senza rilevare casi collegati fra loro. La giornata del 19 febbraio mostra un andamento nella norma per le segnalazioni di tutte le patologie o sindromi sorvegliate dai vari sistemi.

Consulta il bollettino.

 

19 febbraio 2006 (codice bianco)
Le verifiche sulle segnalazioni di sindromi gastroenteriche osservate il giorno 18 febbraio si sono concluse senza evidenziare focolai di tossinfezione alimentare e senza rilevare casi collegati fra loro. La giornata del 18 febbraio mostra un andamento nella norma per le segnalazioni di tutte le patologie o sindromi sorvegliate dai vari sistemi.

Consulta il bollettino.

 

18 febbraio 2006 (codice giallo)
Nella giornata del 17 febbraio si è osservato un lieve aumento delle segnalazioni di sindromi gastroenteriche da parte dei servizi di Guardia Medica che partecipano alla rete di sorveglianza. I casi sono pochi e di lieve entità clinica; sono in corso accertamenti da parte dei Dipartimenti di Prevenzione. Relativamente ai casi di sindrome gastroenterica osservati e indagati, nel corso di questa settimana, non sono stati rilevati focolai di tossinfezione alimentare. Le altre malattie e sindromi sorvegliate nei territori del Piemonte interessati dall'evento olimpico rientrano nei valori attesi.

Consulta il bollettino.

 

17 febbraio 2006 (codice bianco)
Anche nella giornata del 15 febbraio non si osserva alcun superamento dei valori attesi per le malattie e le sindromi sorvegliate nei territori del Piemonte interessati dall'evento olimpico; il numero di casi osservati non supera cioè la soglia attesa nelle condizioni attuali.

Consulta il bollettino.

 

16 febbraio 2006 (codice bianco)
Anche nella giornata del 15 febbraio non si osserva alcun superamento dei valori attesi per le malattie e le sindromi sorvegliate nei territori del Piemonte interessati dall'evento olimpico; il numero di casi osservati non supera cioè la soglia attesa nelle condizioni attuali.

Consulta il bollettino.

 

15 febbraio 2006 (codice bianco)
Anche nella giornata del 14 febbraio non si osserva alcun superamento dei valori attesi per le malattie e le sindromi sorvegliate nei territori del Piemonte interessati dall'evento olimpico; il numero di casi osservati non supera cioè la soglia attesa nelle condizioni attuali.
Inoltre, gli approfondimenti effettuati dai Dipartimenti di Prevenzione per le sindromi gastroenteriche osservate nei giorni scorsi non hanno evidenziato alcun focolaio di tossinfezione alimentare.

Consulta il bollettino.

 

14 febbraio 2006 (codice giallo)
Nelle giornate del 12 e 13 febbraio si è osservato un aumento delle segnalazioni di sindromi gastroenteriche dai servizi di pronto soccorso che partecipano alla sorveglianza delle sindromi. I casi sono di lieve entità clinica e sono in corso accertamenti da parte dei Dipartimenti di Prevenzione. Le altre malattie e sindromi sorvegliate nei territori del Piemonte interessati dall'evento olimpico rientrano nei valori attesi.
Consulta il bollettino.

 

13 febbraio 2006 (codice giallo)

Nella giornata del 12 febbraio si osserva un aumento delle segnalazioni di sindromi gastroenteriche dai servizi di pronto soccorso della città di Torino; i casi sono di lieve entità clinica e sono in corso accertamenti da parte dei Dipartimenti di prevenzione. Le altre malattie e sindromi sorvegliate nei territori del Piemonte interessati dall'evento olimpico rientrano nei valori attesi. Consulta il bollettino.

 

12 febbraio 2006 (codice bianco)

Anche nella giornata dell'11 febbraio non si osserva alcun superamento dei valori attesi per le malattie e le sindromi sorvegliate nei territori del Piemonte interessati dall'evento olimpico; il numero di casi osservati non supera, cioè, la soglia attesa nelle condizioni attuali. Dal 17 gennaio il sistema integrato di sorveglianza attivato per l'evento olimpico ha rilevato alcuni piccoli focolai di gastroenterite di probabile origine alimentare, opportunamente indagati dai Dipartimenti di Prevenzione.

Consulta il bollettino.

 

11 febbraio 2006 (codice bianco)

Nella giornata del 10 febbraio, tutte le malattie e le sindromi segnalate nell'area olimpica rientrano nei valori attesi, ovvero il numero di casi osservati non supera la soglia attesa nelle condizioni attuali.
Dal 1° febbraio il sistema integrato di sorveglianza attivato per l'evento olimpico ha rilevato due piccoli focolai di gastroenterite, di probabile origine alimentare, opportunamente indagati dai Dipartimenti di Prevenzione.
Consulta il bollettino.

 

10 febbraio 2006 (codice bianco)

Nella giornata del 9 febbraio, tutte le malattie e le sindromi segnalate nell'area olimpica rientrano nei valori attesi, ovvero il numero di casi osservati non supera la soglia attesa nelle condizioni attuali. Dal 1° febbraio il sistema integrato di sorveglianza attivato per l'evento olimpico ha rilevato due piccoli focolai di gastroenterite, di probabile origine alimentare, opportunamente indagati dai Dipartimenti di Prevenzione.
Consulta il bollettino.


 

trova dati