Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Sars

Linee guida sul controllo delle infezioni ospedaliere per la Sindrome Respiratoria Acuta Grave (SARS)

COMUNICATO DELL’ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITA’ (24/4/2003)
(traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

 

 

Pazienti esterni/prima valutazione

Quelli che si presentano alle strutture di assistenza sanitaria richiedendo accertamenti per la SARS dovrebbero essere rapidamente diretti dagli operatori addetti alla prima valutazione a un’area separata per minimizzare la trasmissione ad altri.

  • A questi pazienti dovrebbe essere fornita una maschera facciale da indossare, preferibilmente una che filtri l’aria espirata.

  • Lo staff coinvolto nella prima valutazione dovrebbe indossare maschere (vedi sotto) e protezione agli occhi e lavarsi le mani prima e dopo il contatto con qualunque paziente, dopo ogni attività che possa causare contaminazione e dopo essersi tolti i guanti.

  • Laddove possibile, i pazienti sotto accertamento per SARS dovrebbero essere separati dai casi probabili.

  • Guanti sporchi, stetoscopi e altri strumenti possono diffondere l’infezione.

  • Disinfettanti come la candeggina fresca in soluzione dovrebbero essere facilmente disponibili a concentrazioni appropriate.

Organizzazione dei pazienti ricoverati
Cura per casi probabili di SARS
(Definizione del caso per la Sorveglianza della SARS)

  • I casi sospetti e probabili di SARS dovrebbero essere isolati e sistemati, in ordine decrescente di preferenza, come segue:

    1. Stanze con pressione negativa e con la porta chiusa

    2. Stanze singole con bagno privato

    3. Stanze a più letti o in corsia in un’area con sistema di aereazione e di aspirazione dell’aria indipendente e bagni privati

  • Si raccomanda di spegnere l’aria condizionata e di aprire le finestre per una buona ventilazione se un sistema di aereazione indipendente non è disponibile. Si prega di assicurarsi che le finestre aperte non diano su spazi pubblici.

  • L’OMS raccomanda stretta adesione alle misure di isolamento dei pazienti con SARS, usando precauzioni per la trasmissione aerea, via aerosol e per contatto

  • Tutto il personale, compreso quello ausiliario, dovrebbe essere istruito sulle misure di controllo dell’infezione richieste per la cura di questi pazienti

  • E’ necessario individuare una unità di personale che abbia il solo compito di osservare l’attività del restante personale, e di fornire ritorno di informazione sul controllo delle infezioni.

  • Nel trattamento e nell’assistenza di pazienti con SARS, dovrebbero essere usati ogni qualvolta sia possibile materiali monouso. Se dovesse essere necessario riutilizzare dispositivi medici, questi dovrebbero essere sterilizzati secondo le istruzioni fornite dai produttori. Le superfici dovrebbero essere pulite con disinfettanti ad ampio spettro di provata efficacia antivirale.

  • Gli spostamenti dei casi probabili di SARS dovrebbero essere evitati il più possibile. Se spostati, i pazienti dovrebbero indossare una maschera. 

  • Le visite, se permesse dal servizio di assistenza sanitaria, dovrebbero essere comunque minimizzate. Dovrebbero svolgersi indossando dispositivi di protezione individuale e sotto supervisione

  • Tutto lo staff non necessario (inclusi gli studenti) non dovrebbe essere ammesso all’unità o al reparto

  • Il lavaggio delle mani è una pratica cruciale: per cui l’accesso ad acqua pulita è essenziale. Le mani dovrebbero essere lavate prima e dopo il contatto con qualsiasi paziente, dopo attività che possano causare contaminazioni e dopo essersi tolti i guanti

  • Disinfettanti per la pelle a base di alcool possono essere utilizzati se sono esenti da evidenti contaminazioni con materiale organico

  • Particolare attenzione dovrebbe essere riposta a pratiche come l’uso di nebulizzatori, fisioterapia del torace, bronco o gastroscopia; ogni altra pratica o intervento che potesse interferire con il tratto respiratorio o mettesse l’operatore sanitario in prossimità del paziente e di secrezioni potenzialmente infette.

  • Strumenti di protezione personale dovrebbero essere indossati da tutto lo staff e i visitatori che entrano nell’unità di isolamento.

  • I dispositivi di protezione individuale indossati in questa situazione dovrebbero includere:
      Una maschera che dia appropriata protezione respiratoria (vedi sotto)   
      Un paio di guanti
      Protezione per gli occhi
      Camice monouso
      Grembiule
      Calzature che possano essere decontaminate

  • Tutte le superfici taglienti dovrebbero essere trattate in modo efficace e con sicurezza

  • Le lenzuola e la biancheria del paziente dovrebbero essere preparati all’interno della stanza per l’invio alla lavanderia, e posti in doppia busta di plastica impermeabile; il personale incaricato di tale preparazione deve indossare adeguati dispositivi di protezione individuale.

  • La stanza dovrebbe essere pulita da personale che indossa i dispositivi di protezione individuale utilizzando un disinfettante ad ampio spettro di provata efficacia antivirale.

  • Presto saranno disponibili specifiche indicazioni riguardanti le unità di aria condizionata

 

Protezione respiratoria. Dove possibile questa dovrebbe essere fornita da filtri del tipo *P100/FFP3, o P99/FFP2 (con un’efficienza del 99.97% e 99% rispettivamente). *Anche i filtri N95 (efficienza del filtro 95%) danno alti livelli di protezione e potrebbero essere indossati quando non ci sono alternative di maggior protezione disponibili, per esempio nel caso di personale nelle aree di prima valutazione, prima dell’isolamento. Idealmente, le maschere dovrebbero essere testate con apposito “fit test kit” seguendo le disposizione dei produttori. Le maschere monouso non dovrebbero essere riutilizzate.

 


 

trova dati