Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

tossicodipendenze

Consumo di droghe: la relazione 2008 dell’Osservatorio europeo

Gli oppiacei sono ancora il problema principale per quanto riguarda il consumo di droga in Europa. Lo riferisce la Relazione annuale sull’evoluzione del fenomeno della droga in Europa (pdf 3,64 Mb), pubblicata, come ogni anno in autunno, dall’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (Oedt). In particolare, secondo il rapporto i singoli Paesi devono adeguare le loro strategie per affrontare il problema dei cambiamenti nel consumo di eroina e degli oppiacei sintetici.

 

È ancora elevato il numero dei decessi legati al consumo degli stupefacenti: nel 2005-2006 sono stati il 3,5% del totale dei decessi dei cittadini europei della fascia di età compresa fra 15 e 39 anni. Nel 70% dei casi si tratta di oppiacei.

 

La crescita maggiore nel consumo riguarda però la cocaina, che in alcuni casi locali supera gli oppiacei anche dal punto di vista delle domande di trattamento della tossicodipendenza. La cannabis rimane la sostanza più usata in Europa ma, dopo anni di grande crescita del consumo, si inizia a osservare una stabilizzazione e, in alcuni Paesi, anche una tendenza alla diminuzione. La stessa tendenza vale per le anfetamine e l’ecstasy.

 

Oltre ai dati, il rapporto contiene una valutazione dell’andamento del fenomeno in Europa, le tendenze emergenti e una panoramica sulle misure politiche, legislative e sanitarie nei vari Paesi per la prevenzione, il trattamento e la riduzione del danno.

 

I dati sul consumo di droga in Europa

Le stime sul consumo contenute nel rapporto sono le più recenti e riguardano la popolazione europea adulta (15-64 anni).

 

Oppiacei

  • consumo problematico: tra 1 e 6 casi ogni 1000 cittadini europei adulti
  • sono la principale sostanza usata da circa il 50% dei soggetti che chiedono di entrare in terapia per consumo di stupefacenti
  • più di 600 mila consumatori di oppiacei sono stati sottoposti nel 2006 a un trattamento con terapia sostitutiva.

Cannabis

  • prevalenza una tantum: almeno 71 milioni di europei (il 22% dei cittadini europei adulti)
  • consumo nell’ultimo anno: circa 23 milioni di europei adulti (un terzo dei consumatori una tantum)
  • consumo nell’ultimo mese: più di 12 milioni di europei adulti.

Cocaina

  • prevalenza una tantum: almeno 12 milioni di europei (il 3,6% dei cittadini europei adulti)
  • consumo nell’ultimo anno: 4 milioni di europei adulti (un terzo dei consumatori una tantum)
  • consumo nell’ultimo mese: circa 2 milioni.

Ecstasy

  • prevalenza una tantum: circa 9,5 milioni di europei (il 2,8% dei cittadini europei adulti)
  • consumo nell’ultimo anno: più di 2,6 milioni (un terzo dei consumatori una tantum)
  • consumo nell’ultimo mese: più di 1 milione.

Anfetamine

  • prevalenza una tantum: circa 11 milioni di europei (il 3,3% dei cittadini europei adulti)
  • consumo nell’ultimo anno: circa 2 milioni (un quinto dei consumatori una tantum)
  • consumo nell’ultimo mese: meno di 1 milione.

Consulta il rapporto completo (pdf 3,64 Mb).

 

Sul sito dell’Osservatorio, sono disponibili anche materiali utili (comunicati, schede, diapositive ecc) per approfondimenti specifici.