Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

home > CHRODIS-JA: la Joint Action europea sulle malattie croniche...

Integrazione, gestione e assistenza

JA-CHRODIS PLUS

 

 

Ultime notizie dalla JA

 

19/4/2018 - Linee guida su malattie croniche e lavoro

Il 20 marzo sono state presentate al Parlamento europeo le linee guida su lavoro e malattie croniche, risultato dei 3 anni di lavoro del progetto europeo Pathways che, coordinato dall'Istituto Neurologico Besta di Milano, ha coinvolto 12 partners da 10 Paesi europei. L’obiettivo di Pathways è analizzare l’impatto, crescente, delle malattie croniche non trasmissibili, in parte legate all’invecchiamento, nel mondo del lavoro e proporre soluzioni in grado di promuovere l’inserimento e il reinserimento lavorativo delle persone che ne sono affette (si stima 1 su 4 in età lavoratìva). I partner di Pathways hanno svolto in 10 Paesi consultazioni tra tutti gli stakeholder e hanno individuato la necessità di un’azione di sensibilizzazione al fenomeno, dell’adozione di misure di inclusione e di specifiche norme. Il progetto Pathways ha dunque presentato al Parlamento europeo 7 raccomandazioni e 34 azioni che possono supportare l'attuazione di strategie per migliorare la situazione occupazionale di persone con malattie croniche. I risultati di Pathways sono inoltre alla base di uno dei workpackage (WP8) della Joint Action europea CHRODIS Plus, coordinato dall’Istituto Besta, a cui partecipa anche l’Istituto superiore di Sanità. Leggi il comunicato stampa (pdf 302 kb) e consulta il sito del progetto Pathways e il sito della Joint Action europea CHRODIS Plus.

 

29/3/2018 - CHRODIS Plus, pubblicata la prima newsletter

È online la prima newsletter di CHRODIS Plus, la Joint Action europea (2017-2020) che mira a sostenere i Paesi europei nell’implementazione di buone pratiche e raccomandazioni basate su prove d’efficacia per migliorare la qualità della prevenzione e cura delle malattie croniche. Tra le news: la presentazione degli obiettivi dei work package e delle attività previste e un focus sui progetti di implementazione. Per maggiori informazioni leggi la newsletter del 22 marzo 2018 e visita il sito web ufficiale di CHRODIS Plus.

 

 

Scenario

È stato stimato che in Europa le malattie croniche costino 115 miliardi l’anno, un dato che seppur altissimo è una sottostima della reale situazione perché non tiene conto del minore tasso di occupazione e della perdita di produttività delle persone che ne soffrono. Per essere efficaci, le iniziative di contrasto alle malattie croniche dovrebbero basarsi su quattro pilastri:

  • promozione della salute e prevenzione primaria
  • empowerment del paziente
  • qualità della vita dei pazienti con malattie croniche
  • risposta dei sistemi sanitari all’invecchiamento della popolazione.

Nel 2014 la Commissione europea ha promosso la JA CHRODIS dedicata al contrasto delle malattie croniche e alla promozione dell’invecchiamento “in salute” nel corso della vita. All’interno del progetto, il work package “Diabetes: a case study on strengthening health care for people with chronic diseases”, coordinato dall’Iss, ha avuto tra i suoi risultati principali la definizione di raccomandazioni per migliorare la prevenzione e la qualità delle cure per le persone con malattie croniche.

 

La nuova JA CHRODIS PLUS - Implementing good practices for chronic diseases (2017-2020) sviluppa le attività di CHRODIS attraverso il trasferimento dei risultati di CHRODIS nella pratica, con azioni pilota nei vari Paesi europei partecipanti.

 

A sostegno delle attività della JA è stato sviluppato un network italiano di esperti (Programma CCM 2016 - Area azioni centrali).

 

Obiettivi e risultati attesi

L’obiettivo della Joint Action CHRODIS PLUS è sostenere i Paesi europei nell’implementazione di buone pratiche e attività basate su prove d’efficacia per migliorare la qualità della prevenzione e cura delle malattie croniche, sulla base delle esperienze fatte nell’ambito della precedente JA-CHRODIS.

 

Programma di attività e metodi

Durante i tre anni di lavori (settembre 2017-agosto 2020) il progetto si focalizzerà sull’implementazione dei risultati di CHRODIS, in particolare:

  • trasferendo buone pratiche nella promozione della salute in vari Paesi europei
  • testando sul campo il nuovo modello di cura per persone con co-morbosità in Lituania, Italia e Spagna
  • testando sul campo le raccomandazioni per migliorare la qualità delle cure per le persone con malattie croniche in Slovenia, Serbia, Croazia, Finlandia e Grecia.

Il WP7 “Fostering quality of care for people with chronic diseases” è coordinato dall’Iss e prevede l’implementazione delle raccomandazioni definite in CHRODIS per migliorare la qualità della cura per le persone con malattie croniche. Al WP partecipano 14 partner di 10 nazioni.

 

Risorse utili