Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

home > Dati di incidenza nazionali...

Integrazione, gestione e assistenza

Dati di incidenza nazionali

In Italia non sono disponibili stime nazionali di incidenza del diabete, anche se sono stati condotti studi su aree limitate:

 

Studio di Brunico

E. Bonora et al. - Diabetes 53:1782-1789, 2004

Questo studio di coorte è stato realizzato su un campione rappresentativo della popolazione residente nel comune di Brunico, di età compresa fra 40 e 79 anni, seguito per 10 anni (nel periodo 1990-2000). L’incidenza del diabete di tipo 2 è stata definita secondo i criteri dell’American Diabetes Association (glicemia a digiuno ≥126mg/dl e/o trattamento ipoglicemizzante).

 

L’incidenza, standardizzata per età e sesso, è risultata pari a 7,6 per 1000 anni-persona (I.C. al 95%: 5,7-9,5). Non si sono osservate incidenze significativamente differenti fra gli uomini e le donne (rispettivamente con un tasso di 8,3 e 8,1 per 1.000 anni-persona), mentre l’incidenza cresce sensibilmente con l’età.

 

Una estrapolazione dei risultati dello studio sull’intera popolazione italiana, per la decade 1990-2000, porta a stimare circa 250 mila nuovi casi di diabete per anno fra le persone con età superiore a 40 anni.

 

Grafico "Incidenza del diabete di tipo 2 per età"

 

Studio della provincia di Torino

G.Bruno et al. - Diabetes Care 28:2613-2619, 2005

Questo studio è stato condotto sull'intera popolazione residente nella provincia di Torino tra i 30 e 49 anni di età, nel periodo 1999-2001. I casi incidenti di diabete sono stati identificati attraverso i centri di diabetologia e tramite l’elenco degli esenti ticket per diabete.

 

Lo studio ha rilevato un’incidenza del diabete di tipo 2 di 0,5 per 1.000 anni-persona. In questa fascia di età l’incidenza negli uomini è risultata doppia rispetto a quella nelle donne (rispettivamente 0,7 e 0,3 per 1000 anni-persona).

 

Il tasso riscontrato in questo studio è molto più basso rispetto a quello relativo alla popolazione di Brunico, non solo perché si riferisce a un popolazione più giovane ma anche perché qui viene considerato soltanto il diabete noto.