Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Integrazione, gestione e assistenza

Umbria

Il diabete nel piano di prevenzione 2010-2012

Il diabete nel piano di prevenzione 2005-2007

Studi e documenti

  • Prescrizione farmaceutica in Umbria: analisi dei dati relativi al 2008 (pdf 5,8 Mb)
    La spesa farmaceutica a carico del Servizio Sanitario Nazionale in Umbria è diminuita del 7,6% rispetto al 2007 (in Italia la riduzione è stata del 9%). In termini di DDD/1000, abitanti die l’Umbria ha fatto rilevare un dato superiore a quello dell’Italia (949 vs 926). Gli assistibili di età superiore ai 65 anni assorbono circa il 60% delle dosi prescritte e della spesa. Tenendo conto anche dell’acquisto privato di farmaci, risulta a carico del Servizio Sanitario Regionale dell’Umbria circa il 75% della spesa. Il restante 25%, invece, viene acquistato direttamente dal cittadino e riguarda soprattutto i farmaci di classe C con ricetta (13,1%) e di automedicazione (8,2%).
  • Prescrizione farmaceutica in Umbria: analisi dei dati relativi al 2007
    Il rapporto ISTISAN fornisce il quadro della prescrizione farmaceutica territoriale a carico del Servizio Sanitario Nazionale (SSN) e dei farmaci erogati attraverso le strutture sanitarie dell’Umbria nel corso del 2007. Si tratta di una delle serie più lunghe di analisi della prescrizione a livello regionale, un’attività consolidata all’interno della convenzione fra Istituto Superiore di Sanità (ISS) e Regione Umbria relativa alla valutazione dell’uso dei farmaci nella popolazione.
  • Prescrizione farmaceutica in Umbria: analisi dei dati relativi al 2006
    Il rapporto Istisan fornisce il quadro della prescrizione farmaceutica del Servizio Sanitario Nazionale in Umbria nel 2006. Per quanto riguarda il diabete (pp. 34-41), rispetto al 2005 si conferma anche per il 2006 il costante aumento sia dell’uso (+8%) di farmaci, sia della spesa lorda pro capite (+11%). Il trattamento più utilizzato è quello con ipoglicemizzanti orali. La prevalenza d’uso (4,9% sul totale della popolazione) è maggiore negli uomini rispetto alle donne e aumenta con l’età in entrambi i sessi, con valori superiori al 12% nelle persone con età superiore a 65 anni. La variabilità fra distretti è notevole sia in termini di DDD utilizzate, sia di prevalenza d’uso (che varia dal 4,3% di Perugia al 6,1% di Orvieto)