Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

La sorveglianza Passi d'Argento

Rapporto nazionale Passi d'Argento 2012: attività fisica

A colpo d’occhio

 

Passi d’Argento consente di valutare l’attività fisica su tutto il campione degli intervistati ma in maniera differente in relazione alle capacità dell’ultra64enne di deambulare o meno in maniera autonoma: alle persone che non sono in grado di camminare o che riescono a farlo solo se aiutate da qualcuno è stato chiesto se praticano ginnastica riabilitativa, mentre alle persone che camminano autonomamente è stato somministrato il questionario Physical Activity Scale for elderly (Pase). Vedi scheda indicatore.

 

Nel 20% delle interviste, l’anziano ha chiesto l’aiuto di un proxy, ovvero un familiare o una persona di sua fiducia che ne conosce caratteristiche e abitudini, in tali casi anche l’informazione sull’attività fisica è stata riferita dal proxy.

 

Lo schema seguente riassume la tipologia di rispondenti per i quali è stato possibili fornire informazioni sulla attività fisica.

 

 

1 - L’attività fisica tra gli ultra64enni con deambulazione autonoma (88% del campione totale)

Nel questionario Passi d’Argento, per le persone autonome nella deambulazione, è previsto il sistema di rilevazione denominato Pase, che permette di stimare il livello di attività fisica riferita agli ultimi 7 giorni considerando le attività comunemente svolte da persone anziane (passeggiate, giardinaggio, cura dell’orto, accudimento di un’altra persona, attività svolta durante il lavoro o il volontariato e altre) e non enfatizzando attività sportive o ricreative. Questo metodo restituisce per ogni intervistato un punteggio numerico che tiene conto del tipo di attività svolta, della sua intensità e del tempo dedicatovi. A valori elevati di Pase corrispondono elevati livelli di attività fisica.

Il punteggio Pase è stato calcolato per il 88% degli intervistati totali. Nel 71% dei casi le risposte sono fornite dallo stesso anziano, nel 13% le informazioni sono state riferite dal proxy, mentre sono stati esclusi dall’analisi il 4% dei rispondenti per mancata risposta o con valori di Pase inverosimili (>400).

 

1.1 – L’attività fisica negli anziani con deambulazione autonoma in grado di sostenere l’intervista in maniera autonoma (71% del campione totale)

Tra gli anziani senza problemi di deambulazione e senza problemi nel sostenere in modo autonomo l’intervista (pari al 71% dell’intero campione), il valore medio del punteggio Pase è pari al 95,6 (IC 95% 94,4-96,8), il range va da 1,4 a 390, e la metà di loro ha un punteggio superiore o uguale a 90 (valore mediano). Il valore medio si riduce significativamente con l’aumentare dell’età e il calo è drastico dopo gli 85 anni: il Pase è pari a 183,5 fra i 65-74enni, scende a 87 nella classe di età 75-84 anni e a 69,9 tra gli ultra 85enni. Valori più bassi si osservano fra le donne (91,8), tra coloro che hanno molte difficoltà economiche ad arrivare a fine mese (84,6) e tra chi ha basso livello di istruzione (92,4), pari a nessun titolo o la scuola elementare.

 

Distribuzione del punteggio PASE (n = 16.811 )

 

 

Distribuzione del punteggio Pase per classi di età (n = 16.811)

 

 

Lo stato di salute e la qualità di vita condizionano notevolmente la possibilità di fare attività fisica: chi consuma da 3 a 5 farmaci al giorno ha un punteggio medio Pase pari a 89, e chi ne consuma 6 o più pari a 78,1, valori significativamente inferiori a quello medio di pool; così come, per chi riferisce di avere 3 o più malattie croniche (punteggio Pase = 76,3) e per chi ha difficoltà nello svolgere in modo autonomo 2 o più attività strumentali della vita quotidiana (Iadl: usare il telefono, fare acquisti, prepararsi il cibo, prendersi cura della casa, prendere i farmaci, spostarsi con i mezzi pubblici, ecc), il punteggio Pase scende a 57,8.

 

Scarica la tabella (xls 40) con le caratteristiche degli ultra64enni che deambulano autonomamente e non hanno richiesto l’aiuto del proxy per Regione.

 

Il tipo di attività svolta

Il Pase permette di stimare il livello di attività fisica riferita agli ultimi 7 giorni e distinta in attività di svago o attività fisica strutturata, attività casalinghe e sociali e attività lavorative.

Camminare fuori casa è l’attività maggiormente praticata (61%) tra quelle di svago, sia fra gli uomini che tra le donne (rispettivamente 70% e 55%); tale valore diminuisce all’aumentare dell’età (64%, fra 65-74enni, 58% fra i 75-84enni e 52% fra gli over 85enni). Tra le attività domestiche, quelle di tipo leggero sono praticate dal 78% degli ultra64enni, in particolare dalla quasi totalità delle donne intervistate (97%) e da circa la metà degli uomini (52%). Il dato non cambia significativamente con l’età (77%, fra 65-74enni, 79% fra i 75-84enni e 82% fra gli over 85enni).

Tra le attività indagate vi è anche l’attività fisica svolta durante il lavoro se di tipo dinamico: il 7% degli ultra 64enni svolge un lavoro, di questi poco meno della metà ne svolge uno durante il quale deve camminare o che richiede uno sforzo fisico, in questo caso non si rilevano differenze significative tra uomini e donne; dopo i 75 anni svolge un tipo di lavoro dinamico solo il 3% del campione intervistato.

 

Distribuzione geografica

Si osservano differenze statisticamente significative nel confronto interregionale, con livelli di attività fisica più bassi fra gli anziani delle regioni meridionali: gli anziani più attivi risultano i residenti in Valle d’Aosta (punteggio medio di Pase pari a 129, standardizzato per età e genere), in Friuli Venezia e Giulia e nella Provincia Autonoma di Trento (112), i meno attivi sono i residenti in Campania (73), Sicilia e Molise (76).

 

Dimensione reale della sedentarietà

Grazie alla consistenza del campione è stato possibile elaborare una distribuzione in percentili per il livello di attività fisica limitandosi a quella porzione del campione (71%) che potenzialmente può variare il livello di attività fisica. Considerata la grande variabilità e il declino che accompagna fisiologicamente l’invecchiamento, è difficile identificare degli standard di riferimento per il livello di attività fisica (cutoff). Tuttavia si è arbitrariamente identificato il 25° percentile, corrispondente a un punteggio Pase di 55, al fine di verificare quale proporzione della popolazione corrispondente, nelle diverse regioni o Asl, si collocasse al di sotto di questo “valore soglia”. In tale maniera è possibile utilizzare i dati di sorveglianza per stimolare le regioni che abbiano una percentuale di ultra 64enni molto superiore al 25% con un livello di attività fisica bassa, inferiore al 25° percentile, per indicare una potenzialità di miglioramento. La variabilità regionale è molto ampia, la proporzione di meno attivi (sotto il 25° percentile del pool nazionale) varia dal 13,9% del Friuli Venezia Giulia al 42,5% della Sicilia.

 

Scarica la tabella con i dati per Regione (xls 40kb) .

 

1.2 - Attività Fisica – ultra64enni con deambulazione autonoma, risposta del proxy SI (13% del campione totale)

Gli ultra64enni che hanno risposto al questionario Pase con il supporto del proxy hanno livelli di attività fisica significativamente più bassi rispetto a quelli rilevati tra coloro che non hanno avuto bisogno del proxy. Il loro punteggio medio Pase è 50,1 (IC95% 46,7-53,5) la loro mediana è pari a 30: 1 su 4 ha un punteggio pari a 0, e 1 su 4 ha un punteggio superiore a 81.

 

2 - L’attività fisica tra gli ultra64enni con problemi nella deambulazione, ovvero non deambulano o lo fanno solo con l’aiuto di qualcuno (12% del campione totale)

Una persona 10 fra coloro che non deambulano in maniera autonoma pratica ginnastica riabilitativa. Si rileva una percentuale più bassa per chi ha sostenuto l’intervista con l’aiuto del proxy (10% vs 14% per chi non ha richiesto l’aiuto del proxy) e per chi ha riferito di avere molte difficoltà economiche (10% vs 19% di chi non ha nessuna difficoltà economica).

 

Il consiglio da parte dell’operatore sanitario (100% del campione totale)

Nonostante sia diffusa la conoscenza dell’importanza di praticare attività fisica ai fini del benessere psico-fisico degli anziani si rileva che solo il 31% degli ultra64enni, negli ultimi 12 mesi precedenti l’intervista, ha ricevuto da parte di un medico o altro operatore il consiglio di fare attività fisica. Tra gli anziani che deambulano autonomamente e non hanno avuto bisogno del proxy (71% del campione) il consiglio è stato dato solo nel 34% dei casi, nel 33% se si considerano gli ultra64enni con punteggio Pase inferiore al 25° percentile di pool (anziani poco attivi). Dall’analisi della distribuzione geografica dell’attenzione degli operatori emerge che il valore più alto (42%) è registrato in Molise e Sardegna, mentre i valori più bassi si rilevano in Puglia (24%), Calabria (28%) e Campania (28%).

 

 

Punteggio medio Pase per caratteristiche socio-demografiche e fattori di rischio - PdA 2012 (n=16.811)

 

 

 

Punteggio medio

IC 95%

 

Pool

95,6

(94,4-96,8)

Età in classi

 

 

 

 

65-74

103.5

(101.8-105.2)

 

75-84

87

(85.3-88.8)

 

85+

69.9

(66.5-73.2)

Genere

 

 

 

 

Maschi

100.7

(98.6-102.8)

 

Femmine

91.8

(90.4-93.3)

Difficoltà economiche

 

 

 

 

Molte difficoltà

84.6

(81.7-87.6)

 

Qualche difficoltà

91.4

(89.9-93.0)

 

Nessuna difficoltà

103.8

(102.0-105.5)

Livello di istruzione

 

 

 

 

Bassa

92.4

(90.9-94.0)

 

Alta

99.5

(97.8-101.3)

Consumo giornaliero di farmaci

 

 

 

 

Nessuno

111.9

(108.7-115.1)

 

1 o 2 farmaci

104.0

(102.2-105.9)

 

3-5 farmaci

89.0

(87.4-90.6)

 

6 o più farmaci

78.1

(75.7-80.6)

Malattie croniche

 

 

 

 

Nessuna

104.3

(102.5-106.0)

 

1 o 2 patologie

92.1

(90.6-93.7)

 

3 o più patologie

76.3

(73.2-79.4)

Difficoltà nelle IADL

 

 

 

 

<=1 IADL

104.7

(103.4-105.9)

 

>=2 IADL

57.8

(55.7-59.8)

 

Attività svolte dagli ultra64enni che deambulano autonomamente e non hanno richiesto l’aiuto del proxy PdA 2012 (n = 16.811)

 

Tipo di attività

Quanti ultra64enni praticano l’attività fisica?

In percentuale  (IC 95%)

 

Pool

Uomini

Donne

- Attività di svago e fisica strutturata

 

 

 

Passeggiare, portare il cane a spasso, andare in bicicletta

62% (60.2-62.3)

70% (68.8-71-59)

55% (53.4-56.2)

Praticare attività fisica leggera come ginnastica dolce, pesca, bocce, ginnastica riabilitativa, ecc.

17% (16.3-18.3)

20% (18.1-21.3)

16% (14.4-16.9)

Praticare attività fisica moderata come ballo, caccia, ecc.

5% (4.6-5.3)

7% (6.2-7.8)

3% (2.7-3.9)

Praticare attività fisica pesante come nuoto,corsa, ciclismo, ginnastica aerobica

3.6% (3.2-3.9)

6% (5-6.4)

2%(1.6-2.4)

Praticare ginnastica con attrezzi, flessioni

2% (2-2.7)

3% (2.7-3.8)

1.7% (1.4-2.1)

- Attività domestiche

 

 

 

Praticare attività domestiche leggere come spolverare, lavare i piatti

78% (77-79.1)

51% (49.9-53.7)

97% (96.5-97.4)

Praticare attività domestiche pesanti come lavare pavimenti, spostare mobili

47% (46.3-48.5)

32% (30.6-33.6)

58% (57-59.7)

Eseguire piccole riparazioni

47% (45.7-47.9)

70% (68.6-71.4)

30% (28.7-31.5)

Eseguire lavori nell’orto come zappare o vangare

26% (25.4-27.1)

40% (38.4-41.7)

16% (15.3-17.3)

Fare giardinaggio, curare i fiori

55% (53.7-55.9)

51% (49.2-52.3)

58% (56.3-59.3)

Prendersi cura di una persona

36% (35.2-37.2)

32% (30.3-33.4)

39% (38.2-40.8)

- Attività lavorativa non sedentaria

 

 

 

Negli ultimi 7 giorni ha svolto attività lavorative pagate o di volontariato?

7% (6.7-5.6)

9.5% (8.7-10.3)

5% (4.8-5.8)

Tra coloro che lavorano quanti sono quelli in cui si cammina o si richiede uno sforzo fisico

47% (43.5-50.5)

50% (45.6-54.9)

42% (37.1-47.6)

 

 

Anziani poco attivi (Pase<25° percentile)

Percentuali per Regione di residenza - PdA 2012 (n=16.811)

Pool nazionale: 26,1% (IC95%: 25,1-27,2%)

 

 

Nota bene: utilizzando il valore soglia(25° = Pase 55) è stata calcolata la percentuale di anziani sedentari in ogni Regione

 

* Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Marche hanno effettuato la rilevazione con rappresentatività solo aziendale.

 

Scarica la tabella dei dati per Regione (xls 40 kb)

 

Ultra64enni che hanno ricevuto il consiglio di praticare attività fisica

Percentuali per Regione di residenza - PdA 2012 (n=24.129)

 

 

* Lombardia, Friuli Venezia Giulia e Marche hanno effettuato la rilevazione con rappresentatività solo aziendale.

 

Scarica la tabella dei dati per Regione (xls 25 kb)