Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

La sorveglianza Passi

Indicatori Passi: qualità della vita connessa alla salute

Definizioni operative

  1. Persona in buon stato di salute è una persona, in età tra 18 e 69 anni, che alla domanda: “Come va in generale la sua salute?” risponde: bene o molto bene.
  2. Persona in cattivo stato di salute è una persona, in età tra 18 e 69 anni, che alla domanda: “Come va in generale la sua salute?” risponde: male o molto male.
  3. Giorni NON in buona salute, sotto il profilo fisico è il numero di giorni che l’intervistato riferisce in risposta alla domanda: “Consideri la sua salute fisica, comprese malattie e conseguenze di incidenti. Negli ultimi 30 giorni, per quanti giorni non si è sentito bene”.
  4. Giorni NON in buona salute, sotto il profilo psicologico è il numero di giorni che l’intervistato riferisce in risposta alla domanda: “Adesso pensi agli aspetti psicologici, come problemi emotivi, ansia, depressione, stress. Negli ultimi 30 giorni, per quanti giorni non si è sentito bene?”.
  5. Giorni NON in buona salute, sotto i profili fisico e psicologico è la somma dei numeri di giorni in cattiva salute fisica e di quelli in cattiva salute mentale che l’intervistato riferisce in risposta alle due domande precedenti. Il numero risultante viene troncato a 30, nel caso ecceda questo numero.
  6. Giorni con limitazioni funzionali è il numero di giorni che l’intervistato riferisce in risposta alla domanda: “Ora consideri le sue attività abituali. Negli ultimi 30 giorni, per quanti giorni non è stato in grado di svolgerle a causa del cattivo stato di salute fisica o psicologica?”.

Consulta anche le informazioni generali con le caratteristiche degli indicatori Passi, e gli approfondimenti dedicati.

 

 1. Scheda indicatore: prevalenza di persone che si dichiarano in buona salute
 
Popolazione di riferimento

Persone in età 18-69 anni, residenti in un Comune della Asl e iscritti all’anagrafe assistiti della Asl.

Numeratore

Rispondenti, in età 18-69 anni, che dichiarano che riferiscono che il proprio stato di salute attuale è “buono” o “molto buono”.

Denominatore

Intervistati, in età 18-69 anni, che, alla domanda: “Come va in generale la sua salute?”, rispondono: “molto bene” oppure “bene”, “discretamente”, “male”, “molto male”.

Sono esclusi coloro che rifiutano di rispondere o rispondono “non so”; il denominatore corrisponde in pratica all’intero campione.

Misure di frequenza

Prevalenza annuale, con intervalli di confidenza al 95%.

Intervallo temporale di riferimento per la definizione di caso

Attuale. La domanda indaga la percezione dello stato di salute al momento dell’intervista.

Significato per la salute pubblica

Si tratta di un indicatore basato su un giudizio soggettivo che può includere quindi aspetti che è difficile rilevare oggettivamente, ad esempio l’integrazione sociale, le risorse fisiologiche e psicologiche, o la reazione della persona all’eventuale presenza di una malattia.

Limiti dell’indicatore

L’indicatore è complessivo, i rispondenti giudicano il proprio stato di salute in modo relativo, in base alle circostanze e alle proprie aspettative e a quelle delle persone vicine.

Validità dell’indicatore

È un indicatore riproducibile e valido, associato inversamente con la mortalità, la morbilità e il declino funzionale. È associato inoltre al ricorso ai servizi sanitari.

*Vedi anche: Behavioral Risk Factor Surveillance System (Brfss).

 

2. Scheda indicatore: prevalenza di persone che si dichiarano in cattiva salute

 

Popolazione di riferimento

Persone in età 18-69 anni, residenti in un Comune della Asl e iscritti all’anagrafe assistiti della Asl.

Numeratore

Rispondenti, in età 18-69 anni, che alla domanda sul proprio stato di salute attuale, rispondono “male” o “molto male”.

Denominatore

Intervistati, in età 18-69 anni, che, alla domanda: “Come va in generale la sua salute?”, rispondono: “molto bene” oppure “bene”, “discretamente”, “male”, “molto male”.

Sono esclusi coloro che rifiutano di rispondere o rispondono “non so”; il denominatore corrisponde in pratica all’intero campione.

Misure di frequenza

Prevalenza annuale, con intervalli di confidenza al 95%.

Intervallo temporale di riferimento per la definizione di caso

Attuale. La domanda indaga la percezione dello stato di salute al momento dell’intervista.

Significato per la salute pubblica

Si tratta di un indicatore basato su un giudizio soggettivo che può includere quindi aspetti che è difficile rilevare oggettivamente, ad esempio l’integrazione sociale, le risorse fisiologiche e psicologiche, o la reazione della persona all’eventuale presenza di una malattia.

Limiti dell’indicatore

L’indicatore è complessivo, i rispondenti giudicano il proprio stato di salute in modo relativo, in base alle circostanze e alle proprie aspettative e a quelle delle persone vicine.

Validità dell’indicatore

È un indicatore riproducibile e valido, associato direttamente con la mortalità, la morbilità e il declino funzionale. È associato inoltre al ricorso ai servizi sanitari.

*Vedi anche: Behavioral Risk Factor Surveillance System (Brfss).

 

3. Scheda indicatore: media dei giorni recenti in cattiva salute, sotto il profilo fisico

 

Popolazione di riferimento

Persone in età 18-69 anni, residenti in un Comune della Asl e iscritti all’anagrafe assistiti della Asl.

Numeratore

Somma del numero di giornate, durante gli ultimi 30 giorni, per cui i rispondenti hanno riferito di non essere stati bene dal punto di vista fisico, a causa di malattie o conseguenze di incidenti.

Denominatore

Numero totale di intervistati che, alla domanda “Consideri la sua salute fisica, comprese malattie e conseguenze di incidenti. Negli ultimi 30 giorni, per quanti giorni non si è sentito bene?” hanno fornito come risposta un numero ≥0 giorni (escludendo coloro che hanno rifiutato di rispondere oppure hanno risposto “non so”) moltiplicato 30 giorni.

Misure di frequenza

Media dei numeri di giorni non in salute sotto il profilo fisico, nel corso dei precedenti 30 giorni, con intervalli di confidenza al 95%.

Intervallo temporale di riferimento per la definizione di caso

I 30 giorni precedenti la data dell’intervista.

Significato per la salute pubblica

Uno stato di salute fisica non buono interferisce con le attività sociali ed è associato ai comportamenti a rischio per la salute come con quelli protettivi.

L’indicatore si riferisce ad una popolazione, fornendo una misura sommaria di una dimensione della salute della popolazione che dovrebbe essere monitorata perché connessa al peso di sofferenza che le malattie croniche fanno gravare sulla collettività.

Limiti dell’indicatore

La risposta è basata su una auto-valutazione.

Validità dell’indicatore

Gli intervistati sono in grado di rispondere volentieri (responsività). Nonostante sia basato su auto-valutazione è stato ripetutamente mostrato che l’indicatore è dotato di buona riproducibilità e validità.

*Vedi anche:Behavioral Risk Factor Surveillance System (Brfss).

 

4. Scheda indicatore: media dei giorni recenti in cattiva salute, sotto il profilo psicologico

 

Popolazione di riferimento

Persone in età 18-69 anni, residenti in un Comune della Asl e iscritti all’anagrafe assistiti della Asl.

Numeratore

Somma del numero di giornate, durante gli ultimi 30 giorni, per cui i rispondenti hanno riferito di non essere stati bene dal punto di vista psicologico, a causa di problemi emotivi, ansia, depressione o stress.

Denominatore

Numero totale di intervistati che, alla domanda “Adesso pensi agli aspetti psicologici, come problemi emotivi, ansia, depressione, stress. Negli ultimi 30 giorni, per quanti giorni non si è sentito bene?” hanno fornito come risposta un numero ≥0 giorni (escludendo coloro che hanno rifiutato di rispondere oppure hanno risposto “non so”) moltiplicato 30 giorni.

Misure di frequenza

Media dei numeri di giorni non in salute sotto il profilo psicologico, nel corso dei precedenti 30 giorni, con intervalli di confidenza al 95%.

Intervallo temporale di riferimento per la definizione di caso

I 30 giorni precedenti la data dell’intervista.

Significato per la salute pubblica

Essere in un cattivo stato di salute sul piano psicologico interferisce con le attività sociali ed è associato ai comportamenti che influiscono sulla salute.

L’indicatore si riferisce a una popolazione, fornendo una misura sommaria di una dimensione della salute della popolazione che dovrebbe essere monitorata perché connessa al peso di sofferenza che le malattie croniche fanno gravare sulla collettività.

Limiti dell’indicatore

La risposta è basata su una auto-valutazione.

Validità dell’indicatore

Gli intervistati sono in grado di rispondere volentieri (responsività). Nonostante sia basato su auto-valutazione è stato mostrato che l’indicatore è dotato di buona riproducibilità e validità.

*Vedi anche: Behavioral Risk Factor Surveillance System (Brfss).

 

5. Scheda indicatore: media dei giorni recenti in cattiva salute, sotto il profilo fisico o psicologico

 

Popolazione di riferimento

Persone in età 18-69 anni, residenti in un Comune della Asl e iscritti all’anagrafe assistiti della Asl.

Numeratore

Sommatoria delle somme dei numeri di giorni in cattiva salute fisica e di quelli in cattiva salute mentale che l’intervistato riferisce in risposta alle due domande sui giorni in cattiva salute fisica e sui giorni in salute mentale o psicologica (per ciascun rispondente, la somma è troncata a 30, nel caso ecceda questo numero).

Denominatore

Numero totale di intervistati che, alla domanda “Adesso pensi agli aspetti psicologici, come problemi emotivi, ansia, depressione, stress. Negli ultimi 30 giorni, per quanti giorni non si è sentito bene?” hanno fornito come risposta un numero ≥0 giorni (escludendo coloro che hanno rifiutato di rispondere oppure hanno risposto “non so”) moltiplicato 30 giorni.

Misure di frequenza

Media dei numeri di giorni non in salute (sotto il profilo fisico o psicologico), nel corso dei precedenti 30 giorni, con intervalli di confidenza al 95%.

Intervallo temporale di riferimento per la definizione di caso

I 30 giorni precedenti la data dell’intervista.

Significato per la salute pubblica

L’indicatore si riferisce a una popolazione, fornendo una misura sommaria di una dimensione della salute della popolazione che dovrebbe essere monitorata perché connessa al peso di sofferenza che le malattie croniche fanno gravare sulla collettività.

Limiti dell’indicatore

La risposta è basata su una auto-valutazione.

Validità dell’indicatore

Gli intervistati sono in grado di rispondere volentieri (responsività). Nonostante sia basato su auto-valutazione è stato mostrato che l’indicatore è dotato di buona riproducibilità e validità.

 

6. Scheda indicatore: media dei giorni recenti in cattiva salute, sotto il profilo funzionale

 

Popolazione di riferimento

Persone in età 18-69 anni, residenti in un Comune della Asl e iscritti all’anagrafe assistiti della Asl.

Numeratore

Somma del numero di giornate, durante gli ultimi 30 giorni, per cui i rispondenti hanno riferito di non essere stati in grado di svolgere le normali attività per problemi di salute fisica o mentale.

Denominatore

Numero totale di intervistati che, alla domanda su quanti giorni - degli ultimi 30 - non fossero stati in grado di svolgere le abituali attività, a causa del cattivo stato di salute fisica o psicologica, hanno fornito come risposta un numero ≥0 giorni (escludendo coloro che hanno rifiutato di rispondere oppure hanno risposto “non so”) moltiplicato 30 giorni.

Misure di frequenza

Media dei numeri di giorni di limitazione nelle attività giornaliere abituali, nel corso dei precedenti 30 giorni, con intervalli di confidenza al 95%.

Intervallo temporale di riferimento per la definizione di caso

I 30 giorni precedenti la data dell’intervista.

Significato per la salute pubblica

Le limitazioni delle abituali attività quotidiane, a causa di un cattivo stato di salute fisica o mentale, interferiscono con le attività sociali, influenzano, oltre ai comportamenti a rischio e a quelli protettivi, anche la capacità produttiva della popolazione.

L’indicatore fornisce una misura della disabilità e dovrebbe essere monitorato al pari di una condizione cronica.

Limiti dell’indicatore

La risposta è basata su una auto-valutazione.

Validità dell’indicatore

Gli intervistati sono in grado di rispondere volentieri (responsività). Nonostante sia basato su auto-valutazione è stato ripetutamente mostrato che l’indicatore è dotato di buona riproducibilità e validità.

*Vedi anche: Behavioral Risk Factor Surveillance System (Brfss).