Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

La sorveglianza Passi

I contributi di Passi alla riflessione degli epidemiologi italiani

22 dicembre 2010 - Nei giorni 8-10 novembre 2010 si è svolto il congresso dell'Associazione italiana di epidemiologia. Diversi i contributi di Passi alla riflessione degli epidemiologi italiani. In particolare, è stato messo in evidenza che per le persone affette da diabete in Italia un'esigenza prioritaria è il cambiamento nell'area degli stili di vita nocivi per la salute. Nello screening mammografico, in cui persistono basse coperture nelle regioni meridionali, i dati Passi segnalano che i programmi organizzati riducono le diseguaglianze di accesso legate a fattori socio-economici.

 

Sempre nella prevenzione oncologica, lo screening col pap test viene praticato, in un caso su due, fuori dai programmi organizzati dalla Asl, nell'ambito del rapporto tra il cittadino con il suo medico. A questo dato di fatto è legato una maggiore variabilità nel rispetto delle scadenze e nell'accessibilità.

 

Un ulteriore contributo ha riguardato il modo in cui la comunicazione viene considerata nel Passi una parte integrata del lavoro di sorveglianza.

 

Infine sono state rese disponibili informazioni relative allo studio CometeS, sugli effetti a medio termine del terremoto in Abruzzo, portato avanti dalla rete Passi della regione.