Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

La sorveglianza Passi

Come sono classificati i consumatori di bevande alcoliche ai fini della sorveglianza Passi

Che cosa è l’unità alcolica

Il consumo di alcol si misura in unità alcoliche. L’unità alcolica corrisponde a 12 grammi di etanolo, contenuti in una lattina di birra (330 ml), un bicchiere di vino (125 ml) o un bicchierino di liquore (40 ml), alle gradazioni tipiche di queste bevande.

 

Fonte: Osservatorio nazionale alcol

 

Quale è il limite del consumo moderato di alcol

I rischi di danni alcol-correlati e di dipendenza fanno parte di un continuum e crescono con l’aumento delle quantità di alcol bevute. Non è possibile quindi stabilire limiti al di sotto dei questi tali rischi si annullino e non esistono livelli soglia universalmente accettati del bere senza rischi per la salute.

 

Per definire il consumo moderato, le istituzioni sanitarie internazionali e nazionali individuano livelli di consumo sotto i quali i rischi per la salute non sono rilevabili, aggiornandoli coerentemente con i progressi della ricerca sui rischi per la salute connessi al consumo di alcol.

Attualmente, secondo le linee guida dell’Inran (Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione), il Cdc, ed altre istituzioni sanitarie i livelli soglia sono basati sulla media di unità alcoliche consumate al giorno:

  • Soglia del consumo moderato per gli uomini = 2 unità alcoliche al giorno
  • Soglia del consumo moderato per le donne = 1 unità alcolica al giorno

I consumi medi al di sopra di queste quantità sono considerati eccessivi e le persone che bevono abitualmente più di queste quantità sono definite “forti bevitori”.

 

Tenendo conto di questi valori soglia, Passi classifica i consumatori di bevande alcoliche in base a specifiche classi di rischio, sulla base del comportamento dichiarato relativo agli ultimi 30 giorni.

 

Definizioni di consumatori e consumatori di alcol a rischio

Il consumo di alcol a rischio è definito, per ciascun sesso, in base alla frequenza di consumo, alla quantità di alcol ingerito e al pattern di consumo, negli ultimi 30 giorni.

 

Un bevitore è un uomo o una donna che ha consumato bevande alcoliche, almeno una volta negli ultimi 30 giorni.

 

Un forte bevitore[1] è:

  • un uomo che, negli ultimi 30 giorni, ha consumato bevande alcoliche e dichiara che in media ha consumato 3 o più unità alcoliche al giorno
  • una donna che, negli ultimi 30 giorni, ha consumato alcolici e dichiara che in media ha consumato 2 o più unità alcoliche al giorno.

Un bevitore binge[2] è:

  • un uomo che, negli ultimi 30 giorni, ha consumato almeno una volta 5 o più unità alcoliche in una sola occasione
  • una donna che, negli ultimi 30 giorni, ha consumato almeno una volta 4 o più unità alcoliche in una sola occasione.

Un bevitore fuori pasto è un uomo o una donna che negli ultimi 30 giorni ha consumato bevande alcoliche, solo o prevalentemente fuori pasto.

 

Un bevitore a rischio è un uomo o una donna che negli ultimi 30 giorni si è comportato come forte bevitore e/o bevitore binge e/o bevitore fuori pasto.

 

Un bevitore moderato NON è un bevitore a rischio (non beve forte, né prevalentemente fuori pasto, né fino ad ubriacarsi), cioè:

  • un uomo che negli ultimi 30 giorni ha bevuto prevalentemente o solo durante i pasti, senza mai bere 5 o più unità alcoliche nella stessa occasione. Dichiara che, quando ha bevuto, ha consumato fino a due unità alcoliche , in media, al giorno
  • una donna che negli ultimi 30 giorni ha bevuto prevalentemente o solo durante i pasti, senza mai bere 4 o più unità alcoliche nella stessa occasione. Dichiara che, quando ha bevuto, ha consumato fino a una unità alcolica in media, al giorno.

Indicazioni generali

 

Fonte dei dati:

Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia (Passi)

Limitazioni legate alla fonte dei dati: Passi si basa su una rilevazione tramite interviste telefoniche. Come tutte le indagini di questo tipo, può andare incontro a errori sistematici dovuti a: deficit di copertura (per esempio: esclude gli stranieri che non sono in grado di parlare in italiano in modo comprensibile), non risposta (per esempio: rifiuto a partecipare o di rispondere a una specifica domanda), o di misura (per esempio: bias legato alla desiderabilità sociale, nel riferire comportamenti socialmente stigmatizzati).

 

Indicatore: forte bevitore

 

Demografico:

Residenti in un Comune della Asl e iscritti all’anagrafe assistiti della Asl, in età 18-69 anni.

Numeratore:

Uomini che, negli ultimi 30 giorni, hanno consumato anche in una singola occasione 3 o più unità alcoliche + donne che, negli ultimi 30 giorni, hanno consumato anche in una singola occasione 2 o più unità alcoliche.

Denominatore:

Intervistati che hanno risposto alla domanda sulla quantità di bevande alcoliche consumate in media al giorno negli ultimi 30 giorni, esclusi i valori mancanti e i “non so / non ricordo”.

Misure di frequenza:

Prevalenza annuale, con intervalli di confidenza al 95%.

Intervallo temporale della definizione:

30 giorni.

Background:

Nel 2010, complessivamente il 9% degli uomini che, negli ultimi 30 giorni, hanno consumato anche in una singola occasione 3 o più unità alcoliche + donne che, negli ultimi 30 giorni, hanno consumato anche in una singola occasione 2 o più unità alcoliche.

Significato:

Il consumo eccessivo di alcol è fortemente associato con incidenti, episodi di violenza, epatopatie croniche e rischi di altri effetti sia acuti che cronici.

Limiti dell’indicatore:

L’indicatore non include la frequenza di giorni in cui il rispondente beve e non rileva consumi eccessivi episodici.

* Fonte: Behavioral Risk Factor Surveillance System (BRFSS). http://www.cdc.gov/alcohol/surveillance.htm

 

Indicatore: bevitore binge

 

Demografico:

Residenti in un Comune della Asl e iscritti all’anagrafe assistiti della Asl, in età 18-69 anni.

Numeratore:

Uomini che, negli ultimi 30 giorni, hanno consumato almeno una volta 5 o più unità alcoliche in una singola occasione + donne che, negli ultimi 30 giorni, hanno consumato almeno una volta 4 o più unità alcoliche in una singola occasione.

Denominatore:

Intervistati che hanno risposto alla domanda sulla quantità di bevande alcoliche consumate in media al giorno negli ultimi 30 giorni, esclusi i valori mancanti e i “non so / non ricordo”.

Misure di frequenza:

Prevalenza annuale, con intervalli di confidenza al 95%.

Intervallo temporale della definizione:

30 giorni.

Background:

Nel 2010, complessivamente il 8,6 % degli uomini che, negli ultimi 30 giorni, hanno consumato almeno una volta 5 o più unità alcoliche in una singola occasione e di donne che, negli ultimi 30 giorni, hanno consumato almeno una volta 4 o più unità alcoliche in una singola occasione.

Significato:

Il consumo eccessivo di alcol è fortemente associato con incidenti, episodi di violenza, epatopatie croniche e rischi di altri effetti sia acuti che cronici.

Limiti:

L’indicatore non include la frequenza di bevute binge ed è costruito sulla base di un valore soglia che non precisa la quantità esatta di alcol consumato.

* Fonte: Behavioral Risk Factor Surveillance System (BRFSS). http://www.cdc.gov/alcohol/surveillance.htm

 

Indicatore: bevitore a rischio

 

Demografico:

Residenti in un Comune della Asl e iscritti all’anagrafe assistiti della Asl, in età 18-69 anni.

Numeratore:

Forte bevitore e/o bevitore binge e/o bevitore fuori pasto (uomini e donne che, negli ultimi 30 giorni, hanno consumato unità alcoliche solo o prevalentemente fuori pasto).

Denominatore:

Intervistati che hanno risposto alla domanda sulla quantità di bevande alcoliche consumate in media al giorno negli ultimi 30 giorni, esclusi i valori mancanti e i “non so / non ricordo” alle variabili di forte bevitore, bevitore binge, bevitore fuori pasto.

Misure di frequenza:

Prevalenza annuale, con intervalli di confidenza al 95%.

Intervallo temporale della definizione:

30 giorni.

Background:

Nel 2010, complessivamente il 19,4% degli intervistati si è comportato come forte bevitore e/o bevitore binge e/o bevitore fuori pasto.

Significato:

Il consumo eccessivo di alcol, sia nella modalità di oltrepassare i limiti raccomandati del bere moderato (più di 3 unità alcoliche al giorno per gli uomini e 2 per le donne), sia nella modalità binge (5 o più unità alcoliche in una singola occasione per gli uomini e 4 o più unità alcoliche in una singola occasione per le donne), sia nella modalità del consumo di unità alcoliche solo o prevalentemente fuori pasto.

Limiti:

L’indicatore non include né la frequenza di bevute né la quantità di alcol consumato e non distingue i consumi eccessivi episodici.

*Fonte: National Survey on Drug Use and Health (NSDUH (SAMHSA))

 

Leggi i dati del rapporto nazionale Passi 2010 sul consumo di alcol.

 

Risorse

Valore e Significato degli indicatori impiegati per stimare i consumi individuali di alcol

  1. Greenfield TK, Kerr WC. Alcohol Research Group, Public Health Institute. Alcohol Measurement Methodology in Epidemiology: Recent Advances and Opportunities. Addiction. 2008 July; 103(7): 1082–1099.  http://www.ncbi.nlm.nih.gov/...
  2. Greenfield TK, Kerr WC.Tracking Alcohol Consumption Over Time. Alcohol Research & Health. National Institute Alcohol Abuse and Alcoholism. Publications.
  3. Dawson D. Methodoligical Issues in measuring alcohol use. Alcohol Research & Health. 2003 Vol 27. No 1. National Institute Alcohol Abuse and Alcoholism. Publications
  4. Greenfield TK,  Kerr WC, Bond J, Ye Y, Stockwell T. Graduated Frequencies alcohol measures for monitoring consumption patterns: Results from an Australian national survey and a US diary validity study. Contemp Drug Probl. 2009 October ; 36(3-4)
  5. Eurostat website, indicators of the health and long-term care strand of the OMC: http://epp.eurostat.ec.europa.eu/...
  6. Indicatori UE. http://www.healthindicators.eu/...
  7. Global Information System on Alcohol and Health (GISAH) http://apps.who.int/globalatlas/default.asp
  8. World Health Statistics 2010. Indicator compendium. Interim version (meta-information for alcohol consumption indicator on page 15) http://www.who.int/...
  9. DG SANCO. Alcohol-Related Indicators. Report on the work of the Committee on Alcohol Data, Indicators and Definitions. Final version, February 2010 http://ec.europa.eu/health/indicators...

Note

[1] Il valore limite (o soglia) che distingue il consumo moderato da quello forte è stabilito dall’INRAN nelle linee guida per una sana alimentazione italiana

[2] La definizione di bevitore binge è quella adottata dal Behavioral Risk Factor Surveillance System (BRFSS)