Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

febbre dengue

Sorveglianza della dengue a Saint-Barthélemy e Saint-Martin (Antille francesi)

Aggiornamento al 2 aprile 2008

(traduzione a cura della redazione di EpiCentro
revisione a cura di Caterina Rizzo - Epidemiologia delle malattie infettive, Cnesps - Iss)

 

Nell’isola di Saint-Barthélemy, nelle Antille francesi, il numero di casi clinici sospetti di dengue segnalati nelle ultime due settimane è molto vicino alla soglia epidemica (14 casi stimati la scorsa settimana). Un adulto, con forma clinica comune della malattia, è stato ospedalizzato la scorsa settimana. Dall’inizio del periodo di preallerta, metà novembre 2007, si stima che circa 435 persone abbiano consultato un medico di medicina generale per una sindrome da sospetta dengue. Nello stesso periodo sono stati ospedalizzati sette adulti, sei dei quali presentavano forme cliniche gravi. Dal dicembre 2007, il sierotipo identificato più frequentemente è stato il Den 1, tuttavia è stato isolato anche il sierotipo Den 2.

 

Nella parte francese dell’isola caraibica di Saint-Martin, dopo il rapido e importante contenimento dell’epidemia osservato a febbraio 2008, il numero di casi sospetti di dengue si è stabilizzato intorno alla soglia epidemica nel corso del mese di marzo 2008 (24 casi stimati la settimana scorsa). L’andamento della curva dei casi confermati in laboratorio è simile. A marzo sono state ospedalizzate tre persone fra cui due bambini, con diagnosi confermata di dengue, con forme cliniche comuni.

 

Dall’inizio dell’epidemia nella seconda settimana di novembre 2007, si stima che il numero totale di casi clinici sospetti di dengue sia stato di 1980. Nello stesso periodo, sono state ospedalizzate per dengue confermata 21 persone, di cui 13 adulti (fra cui 9 con forme gravi) e 8 bambini (solo con forme comuni). Da metà novembre, l’unico sierotipo isolato è stato Den 1.

 

A Saint-Barthélemy, in generale, la situazione è stabile con una riduzione della circolazione virale, anche se resta elevata per la stagione. È mantenuto lo stato di preallerta.

 

A Saint-Martin, in generale, la circolazione virale si mantiene a livelli elevati per la stagione. L’epidemia non si può considerare finita.

 

Leggi il bollettino originale dell’Insitut de veille sanitaire (Invs) francese (pdf 184 kb).