Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

malattie muscolo-scheletriche

Documentazione

In Italia

 

Progetto Registro italiano ArtroProtesi. Controllo e qualità dei dati. Terzo Report. 2016

Terzo rapporto del progetto Registro italiano ArtroProtesi, pubblicato a ottobre 2016 e presentato al 101simo congresso della Società italiana di ortopedia e traumatologia, Siot, (Torino, 27-31 ottobre 2016). Leggi il documento completo “Progetto Registro italiano ArtroProtesi. Controllo e qualità dei dati. Terzo Report. 2016” (pdf 1,6 Mb) e il commento a cura di Ilaria Luzi e Marina Torre (Registro Italiano ArtroProtesi, Cnesps-Iss).

 

Riap: convegno su epidemiologia e lavoro ortopedico

Ilaria Luzi e Marina Torre commentano il convegno “Registro Italiano ArtroProtesi (Riap). Epidemiologia di qualità al servizio dell’ortopedico” (Roma, 7 luglio 2016), co-organizzato dal Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute e dalla Società italiana di ortopedia e traumatologia (Siot). Leggi l'approfondimento.

 

Progetto Registro Italiano ArtroProtesi. Verso l'operatività. Secondo Report. 2015

Secondo rapporto del progetto Registro italiano ArtroProtesi, pubblicato a novembre 2015 e presentato al 100simo congresso della Società italiana di ortopedia e traumatologia, Siot, (Roma, 7-10 novembre 2015). Leggi il documento completo "Progetto Registro Italiano ArtroProtesi. Verso l'operatività. Secondo Report" (pdf 4,5 Mb) e la presentazione sul sito Riap.

 

Progetto Registro italiano ArtroProtesi. Idea, sviluppo e avvio. Primo report

Rapporto pubblicato dal Registro italiano ArtroProtesi e presentato il 24 novembre 2014 in occasione del 99° Congresso della Società italiana di ortopedia e traumatologia (Siot). Consulta e scarica l’executive summary del volume (pdf 323 kb). Il testo ripercorre dall’inizio le fasi di preparazione e implementazione del progetto Riap, finanziato dal ministero della Salute e coordinato dal Cnesps-Iss. Con questo primo report si è voluto fotografare l’attività svolta dall’avvio del progetto e sensibilizzare gli operatori e i decisori sul ruolo centrale di un Registro delle artroprotesi nella gestione della sicurezza dei pazienti e dei dispositivi medici impiantati.

 

Annuario statistico italiano 2013. Capitolo “sanità e salute” (pdf 580 kb)

Documento pubblicato dall’Istat a dicembre 2013. Propone un quadro sulla struttura dell’offerta sanitaria, sulle condizioni di salute e sugli stili di vita della popolazione.

 

Inail. Relazione Annuale 2012 del Presidente. Appendice statistica

Documento pubblicato dall’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (Inail) a luglio 2013. Offre un’analisi della numerosità degli infortuni e delle malattie professionali registrate in Italia.

 

L’uso dei Farmaci in Italia. Rapporto nazionale anno 2012 (pdf 14,8 Mb)

Rapporto pubblicato a settembre 2013 dall’Aifa. Oltre a un quadro generale sull’argomento, il documento contiene anche sezioni dedicate alla regolamentazione dell’assistenza farmaceutica in Italia, agli strumenti di governo dell’appropriatezza prescrittiva, alle nuove analisi sull’appropriatezza d’uso e sulle evidenze epidemiologiche e una sezione sui dati relativi alle reazioni avverse ai farmaci registrate dalla Rete nazionale di farmacovigilanza.

 

Il Registro italiano ArtroProtesi (Riap): stato dell’arte (pdf 288 kb)

Pubblicato a giugno 2013 sul Giornale italiano di ortopedia e traumatologia (Giot), l’articolo fornisce un approfondimento sugli interventi di protesi all’anca.

 

I disturbi muscolo-scheletrici e da sovraccarico biomeccanico dei lavoratori nel settore del commercio: un quadro comparato. Indagine teorico-sperimentale-Rapporto, 2013 (pdf 9,2 Mb)

Rapporto pubblicato nel 2013 dall’Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro (Anmil). Propone una ricostruzione del quadro normativo, nazionale e regionale, della prassi amministrativa e degli orientamenti giurisprudenziali sul tema. Oltre al caso nazionale, vengono analizzate la disciplina comunitaria e la situazione di ben 11 Paesi: Spagna, Francia, Regno Unito, Stati Uniti, Finlandia, Svezia, Danimarca, Canada, Norvegia, Germania, Svizzera. Cuore dello studio è l’ampia indagine medica sperimentale, svolta dalla Clinica Ortopedica dell’Università degli Studi di Milano presso l’Istituto Ortopedico Galeazzi IRCCS di Milano, su un campione che è stato valutato in un periodo compreso tra novembre 2011 e aprile 2012. Sono state effettuate 504 valutazioni di cui 199 su addette alla vendita (gruppo di studio) e 305 su soggetti estratti dalla popolazione generale (gruppo di controllo).

 

Relazione sullo stato sanitario del Paese, 2009-2010

Presentato il 12 dicembre 2011, il documento fornisce una fotografia sulla salute degli italiani e dedica alcune pagine alle malattie muscolo scheletriche.

 

Progetto Riap e privacy: sviluppo di un modello di consenso informato per il paziente (pdf 1,2 Mb)

Articolo pubblicato sul notiziario dell’Istituto superiore di sanità a novembre 2012, in cui viene presentato il gruppo di lavoro messo a punto per rispondere ai requisiti di legge sul trattamento dei dati personali e il modello di consenso informato realizzato per i pazienti che partecipano al Progetto.

 

I disturbi muscolo-scheletrici lavorativi

Opuscolo pubblicato ad aprile 2012 dall’Inail e indirizzato ai lavoratori e ai loro rappresentanti per la sicurezza. Illustra le misure di prevenzione che devono essere adottate chi svolge attività lavorative che comportano rischi per la colonna vertebrale o per gli arti superiori o inferiori.

 

I disturbi muscoloscheletrici lavorativi. La causa, l’insorgenza, la prevenzione, la tutela assicurativa

L’Inail, nell’ambito della Campagna europea sulle patologie muscoloscheletriche, ha elaborato un opuscolo sui disturbi muscoloscheletrici lavorativi, sulla loro causa, sulla loro insorgenza e prevenzione. Contiene utili suggerimenti e consigli per evitare conseguenze sull’apparato muscoloscheletrico in attività quali la movimentazione dei carichi, i movimenti ripetitivi o che comportino semplicemente posture scorrette e disagevoli. L’opuscolo è disponibile sul sito dell’Ufficio tecnico di coordinamento regionale per la sicurezza nelle istituzioni scolastiche della Basilicata.

 

Progetto registro italiano ArtroProtesi (Riap): basi operative per l’implementazione di un flusso informativo per gli interventi di protesi di ginocchio (pdf 1,3 Mb)

Rapporto Istisan 12/43 pubblicato nel 2012 fornisce un quadro generale sugli interventi di protesi al ginocchio realizzati nel nostro Paese.

 

Progetto registro italiano ArtroProtesi (Riap): risultati della fase pilota sugli interventi di protesi d’anca (pdf 2,7 Mb)

Rapporto Istisan 12/32, fornisce informazioni utili sulla fase di sperimentazione del Registro italiano di ArtroProtesi (Riap) sugli interventi di protesi d’anca.

 

Registro nazionale degli interventi di protesi d’anca: basi operative per l’implementazione (pdf 1,4 Mb)

Rapporto Istisan 09/22. Illustra l’organizzazione della raccolta dati del futuro registro nazionale degli interventi di protesi di anca, strutturato come federazione di registri regionali coordinati dall’Istituto superiore di sanità.

 

Osteoporosi: cause, prevenzione, terapie e dati epidemiologici (pdf 2,9 Mb)

Articolo pubblicato nel Notiziario Iss a dicembre 2009.

 

Registro nazionale degli interventi di protesi di anca: stato dell’arte e prospettive future

Il 23 marzo 2007 si è svolto all’Istituto superiore di sanità (Iss) il workshop “Registro nazionale degli interventi di protesi di anca: stato dell’arte e prospettive future”. A quasi tre anni dall'inizio dell'attività, è stato fatto il punto sulla situazione attuale e sono stati analizzati i possibili sviluppi futuri

 

Progetto per l’istituzione del Registro nazionale degli interventi di protesi di anca (pdf 2,8 Mb)

Rapporto Istisan 05/18 riunisce i contributi di tutte le Regioni e Province autonome, delle società scientifiche e del ministero della Salute che si sono resi disponibili a realizzare il Registro nazionale degli interventi di protesi di anca. Ne emerge un accordo generale sulla necessità di disporre di un registro per garantire la rintracciabilità del dispositivo, ottenere evidenze sulla sua efficacia, garantire una base di dati affidabile per studi di outcome. Leggi anche la presentazione dell'iniziativa a cura di Marina Torre, del Cnesps.