Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

antrace - carbonchio

Documenti

In Italia

 

Carbonchio ematico negli animali domestici. La malattia in provincia di Roma dal 1952 al 1952 (pdf 346 kb)

L’Istituto zooprofilattico sperimentale di Lazio e Toscana ha condotto uno studio epidemiologico delle infezioni da antrace negli animali domestici e nell’uomo dal 1952 al 1992. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Summa nel 1994.

 

In Europa

 

Infezioni da antrace in Germania (2012)

  • Al 10 luglio 2012 nei Paesi europei sono stati segnalati 5 casi di antrace in utilizzatori di droghe per via endovenosa. Di questi: 3 in Germania (uno fatale), 1 in Danimarca (fatale) e 1 in Francia. Per maggiori informazioni leggi l’aggiornamento del Rapid risk assessment dell’Ecdc “Anthrax cases among injecting drug users Germany, June-July 2012 - Update, 13 July 2012” pubblicato a luglio 2012 e leggi il notizia sul sito Ecdc. In proposito leggi anche il bollettino settimanale Cdtr (8-14 luglio) (pdf 1,3 Mb).
  • Nel periodo 13 giugno – 4 luglio 2012 le autorità sanitarie tedesche hanno segnalato tre casi di antrace in utilizzatori di droghe per via endovenosa, dei quali il primo fatale. I primi due sono stati segnalati a Regensburg (stato federale della Baviera), mentre il terzo caso, più recente e in forma cutanea, è stato registrato a Berlino (Stato federale di Berlino). I ceppi dei primi due casi sono risultati identici, o comunque con alto livello di omologia, rispetto a quelli dei casi registrati nel Regno Unito e Germania tra il 2009 e il 2010. Il ceppo isolato dal terzo paziente è ancora in fase di tipizzazione. Quest’ultimo caso suggerisce che eroina contaminata starebbe circolando, in Germania, anche fuori dalla regione di Regensburg. Lo riferisce l’ultimo bollettino settimanale dell’Ecdc “Communicable disease threats report, week 27, 1-7 July 2012” (pdf 1,6 Mb). Inoltre, l’Ecdc ha pubblicato il 9 luglio un aggiornamento del risk assessment (datato 6 luglio). Scarica il documento originale (pdf 723 kb) e leggi il comunicato stampa.

 

Infezioni di antrace in Europa (2009-2010)

A partire dalla fine di dicembre 2009, in Scozia, sono stati segnalati diversi casi di antrace tra i consumatori di droghe per via endovenosa. Diversi casi sono stati identificati anche in Inghilterra e in Germania. Leggi la traduzione in italiano delle faq dell’Health Protection Scotland (versione 1 – 18 gennaio 2010); il threat assessment (pdf 172 kb) sull’epidemia di antrace di Ecdc ed Emcdda (del 12 febbraio 2010).

 

Nel mondo

 

Guidelines for the Surveillance and Control of Anthrax in Humans and Animals (pdf 898 kb)

Linee guida, pubblicate dall’Oms nel 1998, sulla sorveglianza e il controllo dell’antrace sia tra gli animali che nell’uomo.

 

Identification of the cellular receptor for anthrax toxin (pdf 316 kb)

Studio condotto all’Università di Wisconsin-Madison sull’identificazione del recettore cellulare del fattore antigene protettivo (PA), la tossina dell’antrace che non ha funzioni patogeniche, ma svolge la funzione di sfondamento della membrana cellulare per aprire così l’entrata nel citoplasma dell’LF e del EF (oedema factor). I ricercatori mostrano che, porzioni del recettore cellulare del PA sintetizzato in vitro con tecniche di ingegneria genetica, ha capacità di proteggere cellule dall’attacco delle tossine. Pubblicato sulla rivista Nature nel novembre 2001.

 

Crystal factor of the anthrax lethal factor (pdf 298 kb)

Una ricerca svolta al Burnham Institute di La Jolla, in California ha mostrato la struttura cristallina del fattore letale (LF) una delle tre tossine liberate dal batterio. Pubblicato sulla rivista Nature nel novembre 2001.