Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

attività fisica

Azioni, promuovere l’attività fisica per una vita in salute

3 giugno 2010 - Materiali di tipo “culturale” e materiali di tipo “applicativo”: sono le due linee di prodotti alla base del sito Azioni, pagina web del progetto Ccm-Regione Emilia-Romagna “Promozione dell’attività fisica – Azioni per una vita in salute”, nato nel 2006 per rispondere all’esigenza di intraprendere iniziative volte al contrasto dei determinanti della sedentarietà.

 

I materiali di tipo “culturale” sono pensati per fornire le basi di conoscenza in tutte le materie coinvolte nella promozione della attività fisica: biochimica, fisiologia, medicina dello sport, epidemiologia, sociologia, psicologia, scienza della comunicazione. Si tratta di prodotti di vario genere: articoli di divulgazione scientifica, ma anche documenti e articoli scientifici di riferimento, metanalisi, ecc.

 

I materiali di tipo "applicativo", invece, sono prodotti pensati per facilitare gli interventi di promozione dell’attività fisica: raccolte di iniziative di contrasto agli stili di vita sedentari rivolte ai decisori, raccolte di interventi di popolazione, linee guida relative al rapporto tra forma ed organizzazione della città e svolgimento dell’attività fisica da parte della popolazione, raccolta tematica ragionata di leggi intersettoriali.

 

L’ambizione di Azioni è infatti quella di proporre dal punto di vista concettuale “modi di pensare” e dal punto di vista applicativo “paradigmi a cui tendere”.

 

Il progetto

Azioni è un progetto nato dall’accordo di collaborazione tra ministero della Salute e Regione Emilia-Romagna per incrementare la diffusione dell’attività fisica tra la popolazione. Forte della sua pregressa esperienza nella partecipazione delle comunità alle scelte per la salute, l’Emilia-Romagna è capofila del progetto che accoglie come Regioni partner Piemonte, Veneto, Toscana, Marche, Puglia e che vede anche la partecipazione dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) e dell’Associazione Camina (associazione di enti locali che ha l’obiettivo di aiutare le istituzioni a sviluppare politiche avanzate).

 

Azioni si propone di acquisire metodologie di promozione dell’attività fisica tra la popolazione sia tramite la collaborazione con altri progetti Ccm appartenenti alla strategia Guadagnare salute (in particolare, il progetto “Guadagnare in Salute negli adolescenti” della Regione Piemonte-DoRS e il progetto “Esperienze intersettoriali delle comunità locali per Guadagnare salute” affidato al Formez), sia attraverso la promozione di progetti originali.

 

L’idea alla base di Azioni è di utilizzare al meglio le risorse offerte dal Servizio sanitario nazionale e regionale (Ssn/r) ed eleggerlo a elemento trainante e naturale leader culturale dell'azione sul territorio. Per favorire, quindi, il necessario aggiornamento del personale sanitario interessato, Azioni ha promosso la metodologia dell’imparar facendo applicata sia divulgando le conoscenze delle iniziative per la promozione dell’attività fisica che si svolgono a livello locale, sia incoraggiando le conoscenze e le abilità professionali sull’oggetto del progetto.

 

In questo modo il Servizio sanitario viene messo in grado di promuovere da un lato un’azione continua di monitoraggio e affiancamento delle iniziative presenti sul territorio e nel Ssr, migliorando gli interventi esistenti e diffondendo buone pratiche e, dall’altro lato, di esercitare un’azione continua di stimolo verso attori pubblici e privati mirata alla diffusione di iniziative per l’adozione di stili di vita corretti.

 

Il sito web

Il target primario a cui si rivolge il sito Azioni (come riferimento generale e per la scelta dei contenuti) sono gli operatori sanitari. Un linguaggio rigoroso ma allo stesso tempo di facile accesso lo rende però navigabile a tutti.

 

Le sezioni del sito, sia quelle attualmente on line sia quelle che verranno presentate nel corso del tempo, rispecchiano i “prodotti” realizzati nell’ambito del progetto: Reti per la conoscenza (per facilitare la trasmissione delle conoscenze scientifiche e tecnico-applicative), corsi di formazione (per coinvolgere attivamente tutti coloro che, a vario titolo, si occupano di promozione dell’attività fisica nelle diverse Regioni italiane e realtà territoriali), censimento e sperimentazione di progetti, modellizzazione di interventi, elaborazione di raccomandazioni e Linee guida.

 

Lo stesso sito web, che si inserisce all’interno del network Ccm, è uno dei prodotti previsti e vuole rappresentare la naturale continuazione del progetto ed essere il punto di riferimento del Gruppo di pilotaggio, del Comitato scientifico e delle Reti costituite.