Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Malattia da virus Ebola

Aspetti epidemiologici

In Italia

 

11 giugno 2015 - Dal mese di aprile 2014, in risposta all’evolversi dell’epidemia da virus Ebola (Evd) in Africa occidentale, il ministero della Salute ha emanato circolari per rafforzare la sorveglianza ai punti di ingresso internazionali, la segnalazione e la gestione di eventuali casi sospetti di Evd. Negli ultimi mesi, casi sospetti di Evd sul territorio italiano sono stati segnalati da diverse Regioni, che hanno attivato le procedure previste. Tutti questi casi sono poi risultati negativi ai test di laboratorio per virus Ebola.

 

Č stato dimesso il 10 giugno 2015, l’infermiere italiano risultato positivo ai test per Evd mentre lavorava in Sierra Leone per l’Ong Emergency, ricoverato dal 12 maggio presso un reparto ad alto isolamento dell’Istituto nazionale di malattie infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma. Tutti i contatti del paziente hanno completato il previsto follow-up di 21 giorni. Il paziente č stato trasportato in condizioni di bio-contenimento dall’Aereonautica Militare italiana. Per maggiori informazioni leggi il comunicato stampa del 10 giugno sul sito del ministero della Salute, i bollettini medici pubblicati sul sito dell’Istituto nazionale di malattie infettive “Lazzaro Spallanzani” e il “Who: Ebola Situation Report” del 10 giugno 2015.

 

Si tratta del secondo caso di Evd ricoverato in Italia. Il primo caso, un medico italiano risultato positivo ai test per Evd a novembre 2014 mentre lavorava sempre in Sierra Leone per l’Ong Emergency e poi guarito, era stato trasportato in Italia in condizioni di bio-contenimento dall’Aereonautica Militare italiana. Per maggiori informazioni leggi: i comunicati sul sito del ministero della Salute e dell’istituto nazionale di malattie infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma.

 

Per maggiori informazioni l'approfondimento sull'epidemia in Africa occidentale da virus ebola (2014) e la pagina EpiCentro sulla documentazione Evd in Italia.

 

Nel 1992, virus ebola della specie Reston (Restv) č stato introdotto in Italia da scimmie importate (pdf 1,4 Mb) dalle Filippine. Non si sono verificati casi nelle 16 persone venute a contatto con le scimmie infette. Per maggiori informazioni su Restv consulta la pagina EpiCentro - informazioni generali sulla malattia da virus ebola.