Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Acido folico e folati

Ultimi aggiornamenti

28/7/2016 - La fortificazione degli alimenti: un approfondimento per capirla meglio

Che cos’è la fortificazione di un alimento? Qual è la differenza tra fortificazione obbligatoria e volontaria? Quali sono gli alimenti fortificati con acido folico in Italia? A queste domande risponde Stefania Ruggeri (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, Crea) con un approfondimento sul tema.

 

(9 giugno 2016) La biodisponibilità e livelli di assunzione dei folati e dell’acido folico

Cosa sono i folati equivalenti e quali sono le nuove evidenze scientifiche che li riguardano? Cosa sono biodisponibilità e bioefficacia? E quali sono i livelli di folati per la popolazione italiana? Stefania Ruggeri (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria) approfondisce questi temi offrendo ai lettori di EpiCentro una riflessione ragionata.

 

(3 marzo 2016) Una vitamina per ridurre le malformazioni alla nascita: una nuova pagina web sull’acido folico aiuta operatori e cittadini a saperne di più

È disponibile on line una nuova pagina web dedicata al tema dell’acido folico dove è possibile: acquisire informazioni sull’efficacia e sicurezza dell’uso appropriato dei farmaci in gravidanza; ascoltare interviste alle donne in età riproduttiva e ai professionisti sanitari; scaricare gratuitamente un’infografica pensata per promuovere, all’interno dei servizi sanitari, la conoscenza e l’uso appropriato dell’acido folico in epoca periconcezionale. Si tratta del tool realizzato nell’ambito del progetto “Consumo di farmaci in gravidanza e appropriatezza prescrittiva nella Regione Lazio” condotto nel 2013-2014 dall’Istituto superiore di sanità (Iss), in collaborazione con il dipartimento di Epidemiologia della Regione Lazio. Uno strumento utile, per operatori e cittadini, anche in occasione della Giornata mondiale dei difetti congeniti (World Birth Defects Day) che si celebra in tutto il mondo il 3 marzo e che vuole essere un momento di riflessione e sensibilizzazione su queste patologie, al fine di implementarne il monitoraggio, la ricerca e la prevenzione. Per approfondire leggi la presentazione a cura di: Alice Maraschini Ilaria Lega , Marta Buoncristiano, Paola D’Aloja e Serena Donati - reparto Salute della donna e dell'età evolutiva, Cnesps-Iss.

 


 

trova dati