Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

helicobacter pylori

Aspetti epidemiologici

Secondo i Centers for Disease Control (Cdc) statunitensi, circa due terzi della popolazione mondiale sono infettati da H. pylori. In generale, la prevalenza dell’infezione è maggiormente correlata allo stato socioeconomico, più che alla provenienza geografica. Secondo quanto pubblicato nel rapporto "A Public Health Approach to Innovation" (2005) del Priority Medicines for Europe and the World Project, sotto l’egida dell’Oms, la prevalenza dell’infezione da H. pylori nei Paesi industrializzati può essere così riassunta:

  • l’infezione riguarda il 20% circa degli individui al di sotto dei 40 anni e il 50% di quelli al di sopra dei 60 anni
  • l’infezione è rara fra i bambini
  • un basso stato socioeconomico è un fattore di rischio per l’infezione
  • la prevalenza può aumentare in corrispondeza di aree caratterizzate da un forte flusso immigratorio.

Per quanto riguarda invece i Paesi in via di sviluppo:

  • l’infezione riguarda la maggior parte della popolazione adulta, circa l’80%
  • circa il 10% dei bambini di età compresa tra 2 e 8 anni sono infettati.

 


 

trova dati