Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

home > malattie infettive > infezioni da hpv > Valutazione delle campagne locali per la vaccinazione anti-Hpv: il...
argomenti di salute
Infezioni da hpv e cervicocarcinoma
Valutazione delle campagne locali per la vaccinazione anti-Hpv: il progetto Valore

Il progetto

 

18 dicembre 2014 - Produrre strumenti operativi che possano supportare Regioni e Asl nelle prossime campagne di vaccinazione contro l’Hpv, con il fine ultimo di incrementare le coperture vaccinali per questa infezione in tutto il territorio nazionale e verificare le esigenze organizzative, i bisogni degli operatori, la criticità comunicative sono punti fondamentali: è l’obiettivo del progetto Valore (VAlutazione LOcale e REGionale delle campagne per la vaccinazione contro l’Hpv), coordinato dal Centro nazionale di epidemiologia, sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto superiore di sanità, conclusosi a maggio 2013 dopo quasi tre anni di attività.

 

Leggi anche: le pagine dedicate ai risultati del progetto e alla descrizione dei materiali comunicativi realizzati da Regioni e Asl (a cura del gruppo di lavoro del progetto Valore) e scarica il rapporto Istisan 13/47 “Progetto Valore (VAlutazione LOcale e REgionale delle campagne di vaccinazione contro l’Hpv): favorire l’adesione consapevole alla vaccinazione”, pubblicato a luglio 2014. Consulta anche l’articolo “Exploring reasons for non-vaccination against human papillomavirus in Italy” pubblicato a novembre 2014 sulla rivista Bmc Infectious Disease.

 

Per portare avanti questo proposito, il progetto ha definito una serie di obiettivi da raggiungere con attività definite e scadenzate tra settembre 2010 e maggio 2013.

 

Gli obiettivi:

 

Per fare questo, il progetto si propone di:

  • raccogliere le esperienze delle Regioni e delle Asl italiane sugli aspetti organizzativi, logistici, comunicativi e sociali delle campagne vaccinali contro l’Hpv attraverso un questionario elettronico
  • indagare i motivi di mancata vaccinazione per un campione di ragazze che non ha aderito all’offerta della vaccinazione contro l’Hpv
  • conoscere l’opinione degli operatori sanitari sulla vaccinazione contro l’Hpv
  • conoscere cosa sanno e cosa pensano di questa vaccinazione le ragazze adolescenti, target primario dell’offerta vaccinale
  • sviluppare un documento tecnico che, basandosi sulle criticità rilevate, possa fornire indicazioni utili per la conduzione delle future campagne vaccinali
  • realizzare un pacchetto formativo per gli operatori sanitari sulla vaccinazione contro l’Hpv, inclusi gli aspetti legati al counselling.

Le attività:

  • Indagine 1 sulle campagne di vaccinazione Hpv
    Analisi finalizzata a valutare gli aspetti organizzativi, logistici, comunicativi e sociali delle campagne vaccinali contro l’Hpv condotte nelle Regioni e Asl italiane e metterli in relazione con i dati di copertura vaccinale. Le informazioni sono state raccolte attraverso la compilazione on line di un questionario elettronico da parte dei referenti di Regioni e Asl.
  • Raccolta del materiale informativo utilizzato nelle campagne vaccinali per l’Hpv
    Ai referenti di Asl e Regioni è stato chiesto di inviare gli strumenti di comunicazione utilizzati per promuovere la vaccinazione contro l’Hpv (poster, lettere, locandine, opuscoli, spot video o radio, pagine web) definendone alcune caratteristiche (tipologia di strumento, target, modalità e luogo di distribuzione, produttore).
  • Indagine 2 sui motivi di mancata vaccinazione
    Studio condotto in alcune Asl italiane e indirizzato a studiare i motivi di mancata vaccinazione Hpv in un campione di ragazze. Il personale della Asl ha identificato, attraverso i registri vaccinali, un campione di ragazze della coorte 1997 o 1998 che, invitate a vaccinarsi, non risultavano avere ricevuto la somministrazione.
    Un questionario anonimo è stato inviato per posta da parte del servizio vaccinale della Asl alle famiglie delle ragazze, per indagare i motivi di mancata vaccinazione. Alle famiglie è stato richiesto di compilare il questionario e di rispedirlo, attraverso busta pre-compilata e pre-affrancata, al Centro nazionale di epidemiologia sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto Superiore di Sanità. Al Cnesps, incaricato all’elaborazione dei dati, i questionari sono pervenuti in forma completamente anonima.
    Laddove la Asl potesse provvedere a offrire gratuitamente la suddetta vaccinazione, le ragazze sono state invitate a recarsi presso il servizio vaccinale della Asl competente per il recupero vaccinale.
  • Focus group con le ragazze preadolescenti e gli operatori sanitari
    Per approfondire la conoscenza delle opinioni e dei bisogni informativi degli operatori coinvolti nella vaccinazione e delle ragazze pre-adolescenti sono stati organizzati 8 focus group in tre Regioni (Nord, Centro e Sud): 5 con gli operatori sanitari, 3 con le ragazze della seconda classe della scuola media.
    I focus hanno permesso di esplorare, attraverso un’intervista guidata di circa due ore, sia il punto di vista degli operatori sulla vaccinazione e sulle strategie comunicative utilizzate per fornire le informazioni, sia il livello delle conoscenze, ma anche gli atteggiamenti e le preoccupazioni delle ragazze rispetto alla vaccinazione.
  • Indagine 3 sull’opinione degli operatori sanitari sulla vaccinazione Hpv
    Tutti i pediatri, medici di medicina generale, ginecologi, operatori vaccinali, operatori dei consultori, operatori di sanità pubblica a cui spesso viene chiesto un parere su questo argomento sono stati invitati a compilare un breve questionario che indagava le opinioni sulla vaccinazione, le difficoltà incontrate nell’offerta vaccinale e le fonti informative sull’Hpv e la sua prevenzione.
    Questa indagine online è stata condotta per conoscere l’opinione degli operatori sanitari coinvolti nella scelta relativa alla vaccinazione contro l’Hpv e che contribuiscono a dare conoscenze e informazioni ai genitori e alle ragazze candidate. Il link per la compilazione del questionario è stato divulgato anche attraverso i referenti regionali e di Asl per le vaccinazioni e le malattie infettive, le associazioni di categorie e le società scientifiche al fine di coinvolgere e dar voce al maggior numero di operatori sanitari possibile.

I prodotti

 

Questo progetto ha permesso di riflettere sulle strategie più appropriate per migliorare l’offerta della vaccinazione contro l’Hpv, capire alcuni elementi che possono favorire una scelta vaccinale consapevole da parte delle famiglie, identificare le criticità incontrate nell’offerta vaccinale e le aree in cui poter lavorare per migliorare l’adesione alla vaccinazione.

 

A conclusione del progetto è stato realizzato un documento operativo “Aree di azione e proposte per migliorare l’adesione al programma di immunizzazione per l’Hpv” e un pacchetto formativo per gli operatori sanitari coinvolti nella vaccinazione contro l’HPV.

 

In questa stessa pagina web sono riportati i progressi di questo progetto e i risultati ottenuti.

 

Stato di avanzamento

  • Aggiornamento a settembre 2013
    il progetto si è concluso formalmente a maggio 2013. A termine del progetto è stato predisposto un documento operativo “Aree di azione e proposte per migliorare l’adesione al programma di immunizzazione per l’Hpv” (pdf 986 kb) che, oltre a fornire una breve sintesi dei risultati del progetto, descrive le criticità rilevate, le aree di intervento identificate e propone alcune azioni pratiche per favorire l’adesione alla vaccinazione contro l’Hpv e migliorare le coperture vaccinali. Inoltre, dalle varie attività è emerso il ruolo cruciale dell’operatore sanitario nel processo decisionale delle famiglie. Per questo motivo è stato realizzato un pacchetto formativo (pdf 19 kb) che rende disponibili, per le Regioni e le Asl, materiali didattici da utilizzare per corsi di formazione rivolti agli operatori sanitari coinvolti a diversi livelli nella vaccinazione contro l’Hpv: operatori del servizio vaccinale, operatori del consultorio, operatori del servizio di screening cervicale, medici di medicina generale, pediatri, ginecologi e altri professionisti coinvolti nel problema dell’Hpv. Per maggiori informazioni leggi anche la pagina dedicata ai risultati del progetto.
  • Aggiornamento al 18 aprile 2013
    Anche l’Indagine 3 rivolta agli operatori sanitari è stata conclusa, con un totale di 1865 operatori rispondenti: 504 medici di medicina generale, 375 pediatri, 511 operatori del servizio vaccinale, 61 operatori del consultorio, 141 ginecologi e altri 273 operatori di sanità pubblica. Relativamente alla raccolta del materiale informativo utilizzato dalle Regioni e dalle Asl durante le campagne vaccinali per l’Hpv, in totale sono stati raccolti 149 strumenti di comunicazione: 34 inviati da 9 Regioni/PA e 114 inviati da 35 Asl in 11 Regioni, prevalentemente lettere (40), pieghevoli (35) e locandine (31). L’elaborazione del documento operativo finale e la preparazione del pacchetto formativo per gli operatori sanitari sono in fase di realizzazione. I risultati delle attività del progetto Valore sono stati presentati in occasione del Convegno ”Settimana Europea delle Vaccinazioni 2013. Il punto sull’eliminazione del morbillo e della rosolia congenita, la vaccinazione HPV e l’accesso alle vaccinazioni nelle popolazioni migranti”, che si è svolto il 16-17 aprile 2013 presso l’Istituto superiore di sanità. I risultati presentati sono disponibili sulla pagina web dedicata all’evento.
  • Aggiornamento al 31 gennaio 2013
    Anche l’Indagine 2 è conclusa, con un totale di 2110 questionari ricevuti su 14.099 questionari inviati (15,0%). Sono stati condotti 3 focus group con studentesse delle scuole medie e 5 focus group con operatori sanitari (pediatri, medici di medicina generale, ginecologi, operatori vaccinali, operatori dei consultori, operatori di sanità pubblica) a Roma, Alessandria e Catania. I risultati sono in corso di elaborazione. È stata appena avviata l’indagine 3 che attraverso un breve questionario online diretto agli operatori sanitari intende conoscere la loro opinione sulla vaccinazione Hpv. Tutti i pediatri, medici di medicina generale, ginecologi, operatori vaccinali, operatori dei consultori, operatori di sanità pubblica che hanno un ruolo fondamentale nel fornire informazioni su tale tematica, sono invitati a compilare questo breve questionario.
  • Aggiornamento al 26 luglio 2012
    La prima fase dell’indagine 1, cioè la compilazione dei questionari per le Regioni e le Asl, è conclusa. Tutti i referenti regionali (20/20) e 133/146 referenti Asl hanno compilato il questionario. L’analisi dei dati è in corso di elaborazione. Oltre a un’analisi descrittiva, le informazioni raccolte attraverso i due questionari verranno messe in relazione con i dati di copertura vaccinale che sono stati raccolti per tutte le Asl partecipanti.
    Le informazioni sugli aspetti comunicativi della campagna di vaccinazione verranno integrate con la valutazione del materiale per la promozione vaccinale utilizzato da Asl e Regioni. Il materiale e gli strumenti di comunicazione utilizzati nella promozione della vaccinazione anti-Hpv sono stati richiesti a Regioni e Asl, contestualmente a una scheda riassuntiva per descrivere il materiale utilizzato (tipo di strumento, target, luogo di distribuzione, progettazione di un piano di comunicazione). Ad oggi, 8 Regioni e 40/146 Asl (in 15 Regioni) hanno inviato il materiale richiesto.
    Un totale di 56 Asl in 10 Regioni hanno aderito all’indagine 2. Sono state recapitate alle famiglie 13.830 lettere contenenti il questionario sui motivi di mancata vaccinazione, da rispedire all’Iss. Ad oggi, all’Iss sono pervenuti 2046 questionari (14,8%). L’analisi dei dati è in corso.
  • Aggiornamento al 23 gennaio 2012
    La fase di raccolta dei dati dell’indagine 1, attraverso i due questionari per le Regioni e le Asl, è pressoché conclusa. Il link per la compilazione on line del questionario è stato inviato a 20 referenti regionali e a 146 referenti delle Asl. Tutti i referenti regionali hanno compilato il questionario (di questi soltanto un referente ha avviato la compilazione ma non la ha ancora completata) e sono stati riempiti anche 124 questionari Asl.
    Per l’analisi statistica, le informazioni raccolte attraverso i due questionari dell’indagine 1 verranno messe in relazione con i dati di copertura vaccinale per Asl. Inoltre le informazioni sugli aspetti comunicativi della campagna di vaccinazione anti-Hpv verranno integrate con la valutazione del materiale per la promozione vaccinale utilizzato da Asl e Regioni che verrà testato in focus group, i cui partecipanti saranno scelti tra i destinatari dei materiali di comunicazione. È in corso la raccolta dei dati di copertura vaccinale e del materiale di comunicazione.
    Relativamente all’indagine 2, un totale di 54 Asl in 9 Regioni hanno aderito a questa parte del progetto. Il materiale per le famiglie (lettera e questionario) è stato consegnato a tutte le Asl. Ad oggi sono state recapitate alle famiglie oltre 4000 lettere (preparate da 23 Asl), delle 14.000 previste. Le restanti Asl sono pronte per l’invio o stanno assemblando il materiale. Entro metà febbraio 2012, si prevede di concludere l’invio di tutto il materiale alle famiglie.
  • Aggiornamento al 15 settembre 2011
    Tutte le Regioni eccetto una hanno aderito all’indagine 1. Tre Regioni (Liguria, Lombardia, Umbria) compileranno soltanto il questionario regionale; mentre le restanti Regioni coinvolgeranno le Asl nella compilazione del questionario locale. I link per la compilazione dei questionari sono stati costruiti e inviati ai referenti. I questionari sono in corso di compilazione. Relativamente all’indagine 2 sui motivi di mancata vaccinazione, hanno aderito 49 Asl in 8 Regioni (Abruzzo, Calabria, Emilia-Romagna, Marche, Piemonte, Sicilia, Toscana, Veneto). Circa quattordicimila lettere verranno inviate fra ottobre e novembre 2011.

Il gruppo di lavoro del progetto Valore (pdf 303 kb)

Silvia Declich – Reparto Epidemiologia delle Malattie Infettive, Cnesps-Iss

Cristina Giambi – Reparto Epidemiologia delle Malattie Infettive, Cnesps-Iss

Chiara Cattaneo - Unità di formazione e comunicazione, Cnesps-Iss

Paolo D’Ancona – Reparto Epidemiologia delle Malattie Infettive, Cnesps-Iss

Barbara De Mei – Unità di formazione e comunicazione, Cnesps-Iss

Martina Del Manso - Reparto Epidemiologia delle Malattie Infettive, Cnesps-Iss

Ilaria Giovannelli - Unità di formazione e comunicazione, Cnesps-Iss

Valentina Possenti - Unità di formazione e comunicazione, Cnesps-Iss

 

Referenti locali per Valore – Regioni/PA e Asl partecipanti al progetto (pdf 303 kb)

 

Per informazioni è possibile mandare una e-mail all’indirizzo di posta elettronica: studio.valore@iss.it

 

Il gruppo di lavoro del progetto Valore, ringrazia le Regioni, le Asl, le famiglie, le ragazze e gli operatori sanitari che hanno partecipato al progetto e coglie l’occasione per ribadire il Valore della vaccinazione contro l’Hpv come arma di prevenzione primaria del tumore del collo dell’utero.

 

Risorse utili

 


Ultimo aggiornamento venerdi 29 luglio 2016