Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

indicatori di salute

Gli Indicatori per il monitoraggio dell’Assistenza: i LEA (Livelli Essenziali di Assistenza)

Susanna Conti, direttore dell’Ufficio di Statistica dell’Istituto Superiore della SanitÓ


ABSTRACT


L’ intervento si articola in due parti: la prima Ŕ di contestualizzazione del tema degli indicatori dei Lea, in cui si svolgono considerazioni critiche sul concetto stesso di “Livello Essenziale di Assistenza”, si effettua una sintetica analisi del panorama internazionale, in cui si fronteggiano vari modelli, che cercano di tener conto in diversa misura di aspetti utilitaristici ed etici, e si ripercorre il dibattito che si Ŕ sviluppato nel nostro Paese, dall’approvazione della L.833/1978 ai giorni nostri.
Si evidenzia poi come il dibattito sui LEA abbia assunto particolare importanza da quando le modifiche del Titolo V della Costituzione hanno delimitato le competenze centrali in tema di salute, concentrandole sostanzialmente su questa materia: i Lea, in Italia, si propongono di mettere a disposizione dei cittadini che risiedano in tutte le regioni, l’elenco di tutte le prestazioni ottenibili, dall’assistenza ospedaliera a quella specialistica, da quella socio-sanitaria a quella farmaceutica, ad evitare che finiscano per esistere 21 Servizi Sanitari Regionali del tutto differenti tra loro.
L’impianto legislativo attuale ha previsto, constestualmente alla definizione dei Lea, anche meccanismi di monitoraggio attraverso un sistema di Indicatori.
La seconda parte dell’intervento consiste nella descrizione analitica e nella valutazione critica di tale sistema di indicatori , che fanno riferimento al livello di assistenza (Assistenza Sanitaria Collettiva in ambiente di vita e di lavoro, Assistenza Distrettuale ed Assistenza Ospedaliera) ed ai concetti di Risultato e Contesto.

 

trova dati