Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Influenza

Archivio 2013

(5 dicembre 2013) Influenza stagionale 2013-2014: il primo isolamento in Italia

Il Centro nazionale per l'influenza (Nic) dell'Istituto superiore di sanità segnala (sul sito della sorveglianza virologia Influnet) l’isolamento del primo virus influenzale della stagione 2013-2014, individuato dall’Università degli studi di Trieste. Si tratta di un virus influenzale appartenente al tipo A, sottotipo H3N2, isolato da un campione clinico prelevato, nella 48sima settimana di sorveglianza, da una bambina di 4 anni non vaccinata che mostrava una sintomatologia di tipo influenzale. Sulla base dei dati attualmente disponibili relativi ai virus di sottotipo H3N2 circolanti in Europa, si presume che il virus isolato in Italia sia correlato al ceppo A/Texas/50/2012, contenuto nel vaccino antinfluenzale attualmente in uso. Scarica il documento ufficiale sul sito Influnet (pdf 151 kb).

 

(14 novembre 2013) Prevenzione dell’influenza tra gli operatori sanitari

On line, sul sito dell’Oms Europa, una pagina dedicata alla promozione della vaccinazione antinfluenzale agli operatori addetti all’assistenza sanitaria. La vaccinazione infatti, oltre a proteggere gli operatori stessi, tutela i pazienti, soprattutto quelli ad alto rischio di complicanze, attraverso il contenimento della trasmissione dell’infezione. Sono disponibili informazioni sulla malattia e la vaccinazione antinfluenzale, volte a migliorare la pratica vaccinale e l’adesione tra gli operatori sanitari, fra i quali la propensione alla vaccinazione è di solito scarsa. Consulta i documenti “Protect yourself and your patients from flu” (pdf 110 kb) e “Information Sheet Observed Rate of Vaccine Reactions Influenza Vaccine” (pdf 370 kb) del luglio 2012, e le informazioni sulla stagione influenzale 2013-2014 dedicate alla popolazione generale. In Italia, per contribuire attivamente alla campagna di vaccinazione degli operatori sanitari, il reparto di Epidemiologia delle malattie infettive del Cnesps-Iss, nell’ambito del progetto europeo HProImmune, è stato messo a punto uno strumento di comunicazione ad hoc per la promozione della vaccinazione degli operatori sanitari. Tra questi: un poster (pdf 1,6 Mb) e un depliant informativo (pdf 639 kb). Per maggiori informazioni consulta anche la pagina di EpiCentro dedicata all’avvio della sorveglianza sentinella delle sindromi influenzali Influnet.

 

(7 novembre 2013) Ecdc: un’analisi su vaccinazione influenzale e gruppi a rischio

Come ogni inverno, l’epidemia influenzale colpisce sia la popolazione generale che le persone appartenenti a gruppi a rischio di complicanze: persone anziane, malati cronici, donne in gravidanza, bambini piccoli e impiegati del settore sanitario. Nonostante la vaccinazione influenzale sia disponibile in tutti i Paesi dell’Unione europea, la copertura vaccinale nei gruppi a rischio non raggiunge l’obiettivo minimo del 75% previsto dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms). A novembre 2013, l’Ecdc ha pubblicato un documento “Review of the scientific literature on drivers and barriers of seasonal influenza vaccination coverage in the Eu/Eea” (pdf 1,2 Mb) che analizza ostacoli e determinanti della vaccinazione attraverso l’analisi di 26 studi pubblicati tra il 2008 e il 2012 in lingua inglese. Per maggiori informazioni visita il sito Ecdc e scarica il documento completo (pdf 1,2 Mb).

 

(17 ottobre 2013) Sorveglianza e campagna vaccinale per un controllo efficace dell’influenza stagionale

È ricominciata, lo scorso 14 ottobre, la sorveglianza sentinella delle sindromi influenzali Influnet, basata su Medici di medicina generale e Pediatri di libera scelta. Influnet è coordinata dall’Istituto superiore di sanità (Iss), in collaborazione con il Centro interuniversitario per la ricerca sull’influenza (Ciri) di Genova e il sostegno del ministero della Salute. Sul sito della sorveglianza è disponibile il nuovo protocollo operativo (pdf 736 kb) rispetto al quale non è stata introdotta alcuna modifica di rilievo rispetto alla precedente stagione influenzale. Il primo report settimanale della sorveglianza epidemiologica sarà on line a partire dal 23 ottobre. E sempre in questi giorni è al via anche la campagna di vaccinazione antinfluenzale (sostenuta economicamente dal Servizio sanitario nazionale), che durerà sino alla fine di dicembre, con minime variazioni tra le Regioni. Per contribuire attivamente alla campagna, il reparto di Epidemiologia delle malattie infettive del Cnesps-Iss, nell’ambito del progetto europeo HProImmune dedicato alla promozione delle vaccinazioni tra gli operatori sanitari, ha prodotto alcuni materiali di comunicazione per sensibilizzare tutti coloro che lavorano all’interno delle strutture sanitarie. Tra questi: un poster (pdf 1,6 Mb) e un depliant informativo (pdf 639 kb). Leggi l'approfondimento.

 

(5 settembre 2013) Stagione influenzale 2013-2014: al via la campagna vaccinale

Anche quest’anno, all’avvio della stagione influenzale, il ministero della Salute ha pubblicato la circolare “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2013-2014” (pdf 830 Mb). Non ci sono modifiche sostanziali rispetto allo scorso anno, tranne per la composizione del vaccino stagionale. Il nuovo vaccino contiene, infatti, la nuova variante B/Massachusetts/2/2012 che sostituisce il ceppo B/Wisconsin/1/2010 contenuto nel vaccino della stagione 2012-2013. Il commento di Caterina Rizzo e Antonino Bella (reparto Epidemiologia delle malattie infettive, Cnesps-Iss).

 

(16 maggio 2013) Influnet: un bilancio della stagione 2012-2013

Come ogni anno, anche nella stagione influenzale 2012-2013, la curva epidemica ha raggiunto il picco all’inizio del mese di febbraio con un valore di incidenza pari a 9,97 casi per mille assistiti. Sebbene il picco epidemico non abbia raggiunto uno tra i livelli più elevati, l’influenza ha colpito il 10,5% degli italiani, per un totale di circa 6.166.000 casi dall’inizio della stagione. Leggi il commento a cura di Antonino Bella (reparto Epidemiologia delle malattie infettive, Cnesps-Iss).

 

(2 maggio 2013) Dall’Ecdc la comunicazione sull’influenza in un toolkit

L’Ecdc ha realizzato e reso disponibile un nuovo toolkit per la comunicazione sull’influenza stagionale “Seasonal influenza communication toolkit” rivolto sia al personale sanitario, che alle categorie a elevato rischio di sviluppo di complicanze legate all’influenza (soggetti con oltre 65 anni di età e soggetti affetti da malattie croniche come asma, diabete e disturbi cardiaci). Quattro i messaggi chiave: le complicanze dell’influenza possono portare al ricovero e addirittura al decesso del paziente, alcuni gruppi di popolazione sono più a rischio di sviluppare complicanze, la vaccinazione annuale aiuta il personale sanitario a proteggere se stessi e i pazienti, i gruppi a rischio possono proteggersi attraverso la vaccinazione antinfluenzale stagionale. Per maggiori informazioni visita il sito Ecdc, leggi il manuale e scarica le linee guida “Seasonal influenza communication toolkit guidelines” (pdf 1,9 Mb).

 

(4 aprile 2013) Composizione del vaccino antinfluenzale per la stagione 2013-2014: le raccomandazioni Oms

Tra settembre 2012 e gennaio 2013 sono stati segnalati casi di influenza in tutti i continenti, caratterizzati però da una diversa componente virologica. Infatti, l’influenza di tipo A(H1N1)pdm09 ha circolato poco , tranne in alcuni Paesi africani, asiatici, dell’America centro-meridionale e dell’Europa. L’influenza di tipo A(H3N2) ha avuto diffusione in gran parte del Nord America, in alcuni Paesi dell’Africa, dell’Asia e, nelle prime fasi della stagione, in Europa e Cina. L’influenza di tipo B ha circolato in molti Paesi e in alcuni è stato il virus predominante. Sono alcuni dei dati presenti nel documento Oms “Recommended composition of influenza virus vaccines for use in the 2013-2014 northern hemisphere influenza season” (pdf 225 kb) pubblicato a febbraio 2013 per fornire un quadro sulla tipizzazione virale che ha caratterizzato la stagione influenzale 2012-2013 e dotare gli operatori sanitari degli strumenti per affrontare la prossima. Le raccomandazioni emanate sono il risultato delle analisi dei dati della sorveglianza virologica, forniti da tutti i Centri nazionali, afferenti alla rete dell’Oms. Scarica il documento completo (pdf 225 kb). Sulle pagine del sito Influnet dedicate alla sorveglianza virologica è disponibile una sintesi in italiano delle raccomandazioni Oms per la composizione del vaccino antinfluenzale per la stagione 2013-2014 (Emisfero Nord) (pdf 92 kb).

 

(21 febbraio 2013) Dall’Europa una preliminare stima sull’efficacia di campo del vaccino antinfluenzale per la stagione 2012-2013

Il 14 febbraio Eurosurveillance ha pubblicato l’articolo “Early estimates of seasonal influenza vaccine effectiveness in Europe: results from the I-MOVE multicentre case–control study, 2012/13” in cui vengono riportate le stime dell’efficacia di campo del vaccino antinfluenzale per la stagione 2012-2013. L’articolo riporta i risultati dello studio  multicentrico di tipo caso-controllo I-Move (Influenza Monitoring Vaccine Effectiveness in Europe) che, per la stagione 2012-2013,ha coinvolto cinque Paesi europei: Germania, Irlanda, Portogallo, Romania e Spagna. I risultati preliminari riportano una stima dell’efficacia di campo pari al 78,2% per l’influenza di tipo B, 62,1% per l’influenza A(H1)pdm09, 41,3% per l’influenza A(H3N2) e 50,4% per tutti i ceppi influenzali nella popolazione target, cioè per quelle categorie di persone per le quali la vaccinazione è raccomandata dai singoli Stati. Gli sforzi per migliorare i vaccini dovrebbero continuare al fine di proteggere i soggetti a rischio di complicanze severe. Per maggiori informazioni leggi l’articolo completo.

 

(17 gennaio 2013) Stagione influenzale 2012-13: la situazione in Europa e Nord America al 17 gennaio

L’attività dei virus influenzali è in crescita in molti Paesi europei e nel Nord America. La distribuzione dei virus circolanti in Europa è però diversa da quella dell’America settentrionale. Antonino Bella (Cnesps) presenta la situazione della stagione influenzale in corso, secondo i dati disponibili al 17 gennaio.

 

(10 gennaio 2013) Due nuovi rapporti Istisan sull’influenza in Italia  

Due rapporti Istisan riportano i risultati della sorveglianza Influnet. Dal Rapporto “Influnet: un sistema di sorveglianza sentinella delle sindromi influenzali in Italia. Rapporto sulla stagione influenzale 2010-2011” (pdf 1,3 Mb) emerge che la stima del numero totale di casi di sindrome influenzale della stagione, pesato per Regione e per fascia d’età, è pari a 5.331.295 casi. Il virus influenzale ha colpito prevalentemente le fasce d’età 0-4 e 5-14 anni, con valori molto elevati nel periodo centrale della stagione. Il rapporto “Centro nazionale Oms per l’influenza. Sorveglianza virologica dell’influenza in Italia (stagione 2011-2012)” (pdf 1,9 Mb) fornisce i risultati della sorveglianza virologica per la stagione influenzale 2011-2012 in Italia. Su un totale di 4677 campioni analizzati, il 35,7% è risultato positivo per l’influenza. L a quasi totalità dei virus influenzali isolati è del tipo  A/H3N2. Per maggiori informazioni scarica il Rapporto Istisan 12/44 “Influnet: un sistema di sorveglianza sentinella delle sindromi influenzali in Italia. Rapporto sulla stagione influenzale 2010-2011” (pdf 1,3 Mb) e il Rapporto Istisan 12/45 “Centro nazionale Oms per l’influenza. Sorveglianza virologica dell’influenza in Italia (stagione 2011-2012)” (pdf 1,9 Mb).

 

 


 

trova dati