Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Influenza

Ultimi aggiornamenti

21/12/2017 - Influenza stagionale 2017-2018: il risk assessment dell’Ecdc

Alla 48sima settimana del 2017 in Europa è stata superata la soglia epidemica per la stagione influenzale in corso (in Italia alla 49sima settimana) con 11 Paesi Ue/Eea riportanti il 10% o più di campioni positivi al virus influenzale. Le prime rilevazioni indicano una circolazione dei virus A(H3N2) e B/Yamagata. In questo momento non è ancora possibile fare previsioni sull’intensità o sul picco dell’epidemia influenzale in Europa. Sono alcuni dei dati presentati nella valutazione del rischio pubblicata dall’Ecdc il 20 dicembre 2017. Per maggiori informazioni consulta il documento completo “Rapid Risk Assessment: Risk assessment for seasonal influenza, EU/EEA, 2017–2018 20. December 2017” (pdf 332 kb).

 

30/11/2017 - Influenza stagionale, al via FluNews

È on line il primo numero di FluNews per la stagione influenzale 2017-2018: il rapporto integra i risultati di differenti sistemi di sorveglianza dell’influenza (casi gravi, Sismg, InfluWeb e InfluNet) e fornisce informazioni utili a definire meglio l’impatto dell’influenza. Inoltre, sul sito del ministero della Salute è disponibile la Circolare 27 novembre 2017 “Monitoraggio dell’andamento delle forme gravi e complicate di influenza confermata, stagione 2017-2018” (pdf 413 kb), che contiene la definizione delle forme gravi e complicate di influenza confermata e le modalità di segnalazione dei casi e invio dei campioni, attraverso una scheda allegata.

 

23/11/2017 - Vaccinazione antinfluenzale 2017-2018: i Flu fighters dell’Iss

A qualche settimana dall’avvio della campagna di vaccinazione antinfluenzale 2017-2018, alcuni dei ricercatori dell’Istituto superiore di sanità (Iss) che lavorano ogni giorno su tematiche sensibili come i vaccini e l’influenza stagionale scendono in campo in prima persona pubblicando su EpiCentro le proprie fotografie mentre si vaccinano. Molti i profili professionali coinvolti all’Iss nella “lotta all’influenza” e nella promozione delle vaccinazioni. Medici, epidemiologi, statistici, virologi, ecc: ecco alcuni dei “Flu Fighters” (combattenti contro l’influenza) dell’Iss.

 

9/11/2017 - On line il primo rapporto InfluNet della stagione 2017-2018

In Italia, l’attività dei virus influenzali è ai livelli di base. Nella 44sima settimana del 2017 l’incidenza totale è pari a 1,09 casi per 1000 assistiti. Il numero di casi stimati in questa settimana è pari a circa 66 mila, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 192.000 casi. Al momento, non tutti i medici partecipanti alla sorveglianza InfluNet hanno reso disponibili i dati da loro raccolti. Sono i dati principali che emergono dal primo bollettino settimanale di InfluNet che presenta i risultati nazionali e regionali (per la settimana che va dal 30 ottobre al 5 novembre 2017) relativi alla sorveglianza epidemiologica delle sindromi influenzali, elaborati dal Dipartimento Malattie Infettive dell’Istituto superiore di sanità. Per approfondire consulta il portale della sorveglianza InfluNet.

 

2/11/2017 - Influenza stagionale: al via la sorveglianza europea

Il 2 ottobre 2017 è partita la sorveglianza dell’influenza in Europa (40sima settimana del 2017) e andrà avanti fino al 20 maggio 2018 (20sima settimana del 2018). La sorveglianza è coordinata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) in collaborazione con l’Oms-Europa e prevede la pubblicazione dei dati con un aggiornamento settimanale nel bollettino periodico “Flu News Europe”. Anche in Italia, a partire dal 20 novembre prossimo, sarà on line un rapporto epidemiologico nazionale “Flu News” che (come per la scorsa stagione) integrerà i risultati di differenti sistemi di sorveglianza dell’influenza: casi gravi (basato sul monitoraggio dell’andamento delle forme gravi e complicate di influenza stagionale); Sismg (sistema di sorveglianza della mortalità giornaliera basato sui dati di mortalità dalle anagrafi comunali incluse nel "Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute", Ccm-ministero della Salute); InfluWeb (basato sulla sorveglianza partecipata di cittadini); InfluNet, il sistema di sorveglianza sentinella delle sindromi influenzali basato sulle segnalazioni dei Medici di medicina generale e dei Pediatri di libera scelta. Per approfondire consulta il sito di “Flu News Europe” e il comunicato stampa sul sito dell’Ecdc.

 

19/10/2017 - Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2017-2018

Al via la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2017-2018 che, per la situazione climatica e per l’andamento temporale mostrato dalle epidemie influenzali in Italia, vede come il periodo più indicato quello autunnale (metà ottobre-fine dicembre). Nonostante il vaccino antinfluenzale sia indicato per tutti coloro che desiderano evitare l’infezione e che non abbiano specifiche controindicazioni, l’offerta attiva e gratuita della vaccinazione è indirizzata ai soggetti che, per le proprie condizioni personali, sono a maggior rischio di andare incontro a complicanze nel caso contraggano il virus. L’avvio della campagna (così come anche la modalità di distribuzione e somministrazione dei vaccini) non è uniforme sul territorio nazionale ma dipende da quando il vaccino viene reso disponibile alle singole Asl. Come indicato nella Circolare ministeriale del 31 luglio 2017 "Prevenzione e controllo dell'influenza- raccomandazioni per la stagione 2017-2018” la composizione del vaccino per la stagione in corso conterrà, secondo le indicazioni dell’Oms: una nuova variante dell’antigene analogo al ceppo A/Michigan/45/2015 (H1N1)pdm09 (che sostituirà il ceppo A/California/7/2009); l’antigene analogo al ceppo A/Hong Kong/4801/2014 (H3N2); e l’antigene analogo al ceppo B/Brisbane/60/2008 (lineaggio B/Victoria). La Circolare sottolinea, tuttavia, anche l’importanza di gesti semplici ma efficaci nella prevenzione influenzale (come il lavaggio delle mani e l’igiene respiratoria). È bene tenere presente che, siccome la protezione indotta dal vaccino comincia due settimane dopo l’inoculazione e perdura per un periodo di sei-otto mesi dopo i quali tende a declinare e poiché possono cambiare i ceppi in circolazione, è necessario sottoporsi a vaccinazione antinfluenzale all’inizio di ogni nuova stagione influenzale. Per approfondire consulta le pagine di EpiCentro dedicate alle: raccomandazioni del Ministero, alla composizione del vaccino stagionale e alle categorie a rischio per cui la vaccinazione è raccomandata.

 

12/10/2017 - Influnet: on line il protocollo operativo 2017-2018

In vista del prossimo avvio delle attività della sorveglianza nazionale Influnet da parte dell’Istituto superiore di sanità (Iss), è disponibile on line il “Protocollo operativo. Stagione influenzale 2017-2018”. Il documento non prevede nessuna novità rispetto alla stagione precedente. La rilevazione dei dati inizierà, come di consueto nella 42esima settimana del 2017 (lunedì 16 ottobre 2017) e terminerà nella 17esima settimana del 2018 (domenica 29 aprile 2018), salvo ulteriori comunicazioni legate alla situazione epidemiologica nazionale. Il sistema nazionale di sorveglianza epidemiologica e virologica dell’influenza Influnet è coordinato dall’Iss, grazie al supporto del ministero della Salute, dei medici di medicina generale e pediatri di libera scelta, della rete dei laboratori periferici per l’influenza e degli Assessorati regionali alla Sanità. Per maggiori informazioni scarica il documento completo “Protocollo operativo. Stagione influenzale 2017-2018” (pdf 500 kb), visita il sito Influnet e leggi il comunicato stampa sul sito del ministero della Salute.

 

27/7/2017 - Vaccinazioni per gruppi di popolazione: le raccomandazioni nazionali

Un nuovo documento dello European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc) fa il punto sulle raccomandazioni vaccinali e le coperture nei Paesi dell’Unione europea e dello Spazio economico europeo tra le stagioni 2007-08 e 2014-15. L’indagine, che copre un totale di otto stagioni influenzali, è stata condotta attraverso indagini effettuate nell’ambito del progetto europeo Venice (Vaccine European New Integrated Collaboration Effort). I risultati indicano che nella maggior parte dei Paesi europei esistono raccomandazioni per gruppi di popolazione a maggior rischio (per esempio le persone con malattie croniche, gli anziani, le professioni sanitarie, le donne in gravidanza), tuttavia meno di un quarto dei Paesi è in grado di monitorare e segnalare le coperture vaccinali tra le persone con malattie croniche e le donne in gravidanza. Per maggiori informazioni e il dettaglio sui dati scarica il Technical Report “Seasonal influenza vaccination in Europe Vaccination recommendations and coverage rates in the EU Member States for eight influenza seasons 2007–2008 to 2014–2015” (pdf 1,9 Mb).

 

4/5/2017 - Influenza stagionale: si conclude la sorveglianza

Con la 17sima settimana del 2017 si conclude la sorveglianza delle sindromi influenzali InfluNet, coordinata dall'Iss in collaborazione con il Centro Interuniversitario di Ricerca sull’Influenza (Ciri), il sostegno del ministero della Salute e con il contributo diretto di Mmg e pediatri di libera scelta e dei referenti della sorveglianza nelle Asl e nelle Regioni. L’attività dei virus influenzali è tornata ai livelli di base. Il numero di casi stimati nell’ultima settimana di sorveglianza è pari a circa 34.000, per un totale, dall’inizio della sorveglianza, di circa 5.441.000 casi. In tutte le Regioni italiane è terminato il periodo epidemico. Con la chiusura dell’attività stagionale di InfluNet si interrompe anche la pubblicazione di FluNews il bollettino settimanale di informazione sull’impatto delle sindromi influenzali sulla popolazione italiana che integra diversi sistema di sorveglianza (sorveglianza speciale sul monitoraggio dell’andamento delle forme gravi e complicate di influenza confermata; Sismg, il sistema di sorveglianza della mortalità giornaliera; InfluWeb, basato sulla sorveglianza partecipata di cittadini; InfluNet). Per approfondire consulta: il sito della sorveglianza epidemiologica InfluNet, il rapporto della settimana 17/2017 (pdf 620 kb), la pagina di EpiCentro dedicata a  FluNews.

 

16/3/2017 - FluNews: si arricchisce di nuovi dati

Il bollettino settimanale FluNews di informazione sull’impatto stagionale delle sindromi influenzali sulla popolazione italiana si arricchisce con una nuova sezione dedicata al Sismg, il sistema di sorveglianza della mortalità giornaliera. Il Sismg, curato dal Dipartimento di Epidemiologia Ssr Lazio – Asl Roma 1, è basato sui dati di mortalità, per tutte le cause, dalle anagrafi comunali incluse nel “Piano operativo nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute” e permette di valutare la variazione della mortalità settimanale per 19 città incluse nella sorveglianza nazionale. Per approfondire consulta la pagina dedicata a FluNews.

 

9/3/2017 - Composizione del vaccino antinfluenzale per la stagione 2017-2018: le raccomandazioni Oms per l’emisfero nord

Il 2 marzo 2017, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha pubblicato le raccomandazioni sulla composizione del vaccino trivalente e di quello quadrivalente per la stagione influenzale 2017-2018 nell’emisfero settentrionale. Per il trivalente l’Oms raccomanda, oltre alle componenti già presenti nel vaccino 2016-2017 – A/Hong Kong/4801/2014 (H3N2) e B/Brisbane/60/2008 (lineaggio B/Victoria) – anche la nuova variante A/Michigan/45/2015 (H1N1). Per i vaccini quadrivalenti viene inoltre raccomandato l’inserimento del virus B/Phuket/3073/2013-like (lineaggio B/Yamagata). Per maggiori informazioni consulta il documento dell’Oms completo “Recommended composition of influenza virus vaccines for use in the 2017-2018 northern hemisphere influenza season - full report”, le Faq sulle raccomandazioni “Questions and answers - Recommended composition of influenza virus vaccines” (pdf 72 kb) e la sintesi in italiano (pdf 222 kb) riportata sul sito della sorveglianza virologica Influnet dell’Iss.

 

19/1/2017 - FluNews: on line la versione interattiva

Il bollettino settimanale FluNews di informazione sull’andamento delle sindromi influenzali nel periodo epidemico stagionale cambia veste e si presenta in una nuova versione grafica interattiva. Inoltre, a partire dalla settimana 2/2017 FluNews ricomincia a riportare non solo le informazioni relative alla sorveglianza speciale sul monitoraggio dell’andamento delle forme gravi e complicate di influenza confermata ma anche i dati di altri due sistemi di sorveglianza: InfluWeb (basato sulla sorveglianza partecipata di cittadini) e InfluNet (basato sulle segnalazioni dei Medici di medicina generale e dei Pediatri di libera scelta). Ogni settimana la pagina interattiva verrà aggiornata con i nuovi dati disponibili mentre la versione della settimana precedente verrà inserita in formato pdf nell’archivio dedicato. Per approfondire consulta la pagina dedicata a FluNews.

 

12/1/2017 - Monitoraggio dell’andamento delle forme gravi e complicate di influenza confermata: on line FluNews

Dal settembre 2016 allo scorso 8 gennaio, sono 63 i casi gravi di influenza confermata, 8 dei quali deceduti, riportati al sistema di sorveglianza nazionale da 10 Regioni e Province Autonome. Dati che risultano raddoppiati rispetto a quelli registrati fino all’ultima settimana di dicembre 2016 (31 casi gravi di influenza confermata, 4 dei quali deceduti). L’età mediana dei casi segnalati è di 71 anni, l’83% dei casi gravi e il 100% dei decessi segnalati presenta almeno una patologia cronica preesistente. Nella maggior parte dei casi gravi è stato isolato il virus A/H3N2 (58,2%), seguito dal virus A/H1N1pdm09 (7,2%) e dal virus B (3,6%). Lo riferisce il primo numero per la stagione influenzale 2016-2017 di FluNews, il bollettino settimanale che integra i risultati di differenti sistemi di sorveglianza. Ad oggi, a differenza delle edizioni passate, il documento riporta solamente le informazioni relative alla sorveglianza speciale (attiva dalla stagione 2009/2010) sul monitoraggio dell’andamento delle forme gravi e complicate di influenza confermata. Nonostante i dati riportati rientrino nell’atteso, gli anziani (che sono più a rischio di complicanze) devono necessariamente, se non vaccinati, mettere in atto misure di protezione individuale utili per ridurre la trasmissione del virus dell’influenza (lavare spesso le mani, evitare il contatto con persone che presentano sintomi di sindrome-simil-influenzale, ecc). Per approfondire consulta il documento completo “FluNews - Numero 1/2017” (pdf 726 kb) e consulta la pagina dedicata a FluNews.

 

5/1/2017 - Influenza: un primo bilancio per la stagione 2016-2017

La stagione influenzale 2016-2017 presenta alcune peculiarità: è caratterizzata da un anticipo di circa 3 settimane, da una rapida impennata dell’incidenza delle sindromi simil influenzali e da un elevato numero di casi negli ultra 65enni rispetto alle scorse. Grazie, infatti, al contributo della Rete InfluNet e della Sorveglianza integrata dell’influenza è possibile descrivere l’andamento dell’influenza in Italia e farne un primo bilancio. Leggi il commento di Caterina Rizzo e Antonino Bella (Iss).

 


 

trova dati