Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Influenza

Influenza 2002-03: tutti i virus in circolazione

Isabella Donatelli, virologa dell’Istituto superiore di Sanità e dell’Organizzazione mondiale della sanità


In un recente incontro svoltosi il 14 Febbraio a Ginevra, presso la sede centrale dell’OMS, sono stati discussi i dati sulla sorveglianza virologica dell’influenza nel mondo. I dati nazionali riguardanti l’Italia sono del tutto sovrapponibili a quelli mondiali. E’ quindi presumibile che le scelte strategiche in materia di prevenzione dell’influenza in Italia rispecchino le linee scelte a livello internazionale anche per il prossimo anno.

In tutto il mondo, e anche in Italia, viene riportata un’attività definita “clinicamente moderata”, con incidenza complessivamente inferiore a quella registrata, nello stesso periodo, negli ultimi anni. Inoltre, sia da un punto di vista epidemiologico che virologico, la stagione si presenta tardiva.

Dal punto di vista delle caratteristiche antigeniche dei virus isolati nel corso dell’inverno 2002-03, si è evidenziata una co-circolazione di virus A/H1, A/H3 e B.

I virus di sottotipo A/H1 non hanno mostrato variazioni rispetto al ceppo vaccinale A/New Caledonia/20/99. Analogamente, i virus appartenenti al tipo B sono risultati sierologicamente simili al ceppo vaccinale B/Hong Kong/330/01.
I virus A/H3 sono invece risultati sierologicamente eterogenei. All’inizio della stagione epidemica circolavano varianti indistinguibili dai ceppi vaccinali A/Moscow-Panama/99.
Nelle ultime settimane invece sono stati isolati in USA, Giappone, Egitto, Francia, UK e anche in Italia varianti A/H3N2 lievemente diverse da questo ceppo vaccinale. La valutazione dell’importanza clinica ed epidemiologica di queste varianti è tuttora in corso, anche se i dati preliminari fin qui disponibili sembrano indicare un modesto grado di variazione che consente comunque una soddisfacente protezione del ceppo vaccinale sul ceppo circolante.

In ogni caso, le informazioni sulle varianti antigeniche sono preziose per la preparazione della composizione del vaccino della prossima stagione. Allo stato attuale, la composizione raccomandata nell’emisfero Nord è la seguente:

  • A/New Caledonia/20/99 (H1N1)-like virus

  • B/Hong Kong/330/2201-like virus

In considerazione dell’andamento stagionale piuttosto tardivo dell’influenza, però, le decisioni riguardanti l’aggiornamento della composizione vaccinale per quanto riguarda il ceppo A/H3, sono state invece rimandate a metà marzo.