Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Influenza

Impatto della Vaccinazione Antinfluenzale nella ASL di Benevento

Bruno Bocchino, Emilio Bove, Giuseppe Bonomo, Giuseppe Buono, Antonio Giovanni Cutillo, Franco De Cicco, Francesco De Nigris, Pasquale Fusco, Aldo Iscaro, Vincenzo Lago, Filomeno Lavorgna, Mario Lepore, Vincenzo Luciani, Domenico Antonio Martini, Pietro Meola, Alfredo Montefusco, Ada Renzi, Ruggero Ruggieri, Crescenzo Simone, Abele Smeriglio. [Medici di Medicina Generale ASL BN1]

 

Annarita Citarella, Elena Fossi, Paolo D’Argenio [Servizio Epidemiologia e Prevenzione ASL BN1]

 

La vaccinazione anti influenzale uno degli interventi di prevenzione attualmente garantiti dal Servizio Sanitario, attuato con campagne di vaccinazione rivolte alle persone che hanno pi di 64 anni e a persone affette da specifiche malattie croniche (1). L’impatto della campagna, in termini di popolazione raggiunta, rilevato dalle ASL, mentre l’andamento dell’epidemia monitorato da un sistema di sorveglianza, appositamente disegnato, che si basa sulla partecipazione di medici e pediatri di famiglia (2). Tuttavia, finora la sorveglianza non ha prodotto informazioni sull’impatto della vaccinazione in termini di casi evitati. Considerando che queste informazioni sono rilevanti per coloro che devono dar di conto di come utilizzano le risorse pubbliche, abbiamo deciso di stimare l’impatto della campagna vaccinale nella ASL di Benevento in termini di salute (casi prevenuti) e di costi (spesa vaccinale per caso prevenuto).

Venti medici di medicina generale, che avevano in carico complessivamente 27.118 assistiti, hanno condotto la sorveglianza sulla Sindrome simil Influenzale (ILI) nella ASL BN1, nel periodo Ottobre 2001 – Aprile 2002. I medici, seguendo il protocollo della rete FLU-ISS gi descritto altrove (3), hanno segnalato i casi che si sono verificati tra i loro assistiti, a partire dalla 42 settimana del 2001 (ottobre 2001) fino alla 17 settimana del 2002 (Aprile 2002). Il caso di ILI era definito come: un’affezione respiratoria acuta, ad esordio brusco ed improvviso, con febbre maggiore di 38C, accompagnata da almeno un sintomo generale, tra i seguenti: cefalea, malessere generalizzato, sensazione di febbre (sudorazione, brividi), astenia e da almeno uno dei seguenti sintomi respiratori: tosse, faringodinia, congestione nasale. Alcune informazioni su ciascun caso (iniziali di nome e cognome, fascia di et, stato vaccinale, eventuale complicazione, eventuale ricovero ospedaliero) sono state annotate su un registro.

 

Le informazioni sulla copertura vaccinale e sui costi della campagna sono stati tratti dal sistema informativo gestionale della campagna antinfluenzale.

 

Sono stati calcolati i tassi di attacco di ILI per et ed stato stimato il numero di casi nella popolazione. Tra gli anziani, sono stati calcolati i tassi per stato vaccinale ed stata stimata l’efficacia pratica del vaccino ed i casi evitati come differenza tra il numero di casi tra i vaccinati ed il numero di casi che si sarebbero verificati tra costoro se non fossero stati vaccinati. Il rapporto costo efficacia stato ottenuto dividendo il costo della campagna per gli anziani per il numero di casi evitati.

 

In tutto il periodo sono stati osservati 2.032 casi di ILI. Il picco di attivit stato registrato a cavallo tra la fine di gennaio e l’inizio di febbraio del 2002, con poco meno di 300 casi osservati in una settimana. Successivamente, l’epidemia andata scemando per terminare alla met di Marzo 2002.

Considerato il numero di assistiti dei medici di famiglia che hanno effettuato la sorveglianza, il tasso di incidenza stagionale di ILI stato pari a 7,5 casi per 100. Il maggior numero di casi si verificato tra i 15 e 64 anni ma, il tasso di incidenza stato pi elevato tra i bambini (19,0 per 100), diminuito con l’et adulta (6,5 per 100) ed ulteriormente ridotto tra gli ultrasessantacinquenni (5,3 per 100).

Tab.1. Incidenza di Sindromi Influenzali per fascia di et (ASL Benevento, stagione 2001-2)

 

Bambini fino a 14 anni

Adulti da 15 a 64 anni

Anziani da 65 anni in su

Totale

Assistiti dei Medici che hanno partecipato alla sorveglianza

2739

18355

6024

27118

Incidenza (Casi per 100 Assistiti)

19,0

6,5

5,3

7,5

Popolazione ASL

48692

187367

57399

293458

Stima del Totale Casi ASL

9226

12168

3059

21989

 

Rapportando questi tassi di incidenza a tutta la popolazione della ASL (assumendo una incidenza geograficamente omogenea) stimiamo che si siano verificati poco meno di 22000 casi nella provincia, di cui 9226 tra i bambini, 12168 tra gli adulti e 3059 tra gli anziani.

Sui complessivi 6.024 anziani sotto sorveglianza, 321 (il 5,3 per cento) si sono ammalati. Tra i 3.985 anziani vaccinati, il tasso di ILI stato pari al 3,6 per cento, mentre tra i 2.039 non vaccinati gli ammalati sono stati pi del doppio (8,8 per cento). L’efficacia della vaccinazione stata pari al 59% nell’evitare una ILI.

 

Tab.2.   Impatto della Vaccinazione Antinfluenzale tra gli assistiti dei medici sentinella (ASL BN1, 2001-2)

Stato Vaccinale

 

Assistiti

> 65 anni

ILI in assistiti > 65 anni

Tasso

Per 100 (IC95%)

Popolazione 65+ ASL BN1

Casi Stimati nella Popolazione

Vaccinati

3985

142

3,6

(3,0-4,2)

37078

1335

NON Vaccinati

2039

179

8,8

(7,6-10,1)

20321

1788

Totale

6024

321

5,3

(4,8-5,9)

57399

3042

Efficacia = 59,4% (47-66)

 

Considerando che su 57.399 anziani residenti nella provincia, 37.078 (65%) sono stati vaccinati, possibile stimare che, tra questi, si siano verificati 1.335 (1112 – 1557) casi (3,6 per cento), contro i 3.263 (2818 – 3745) casi che avremmo avuto senza vaccinazione (8,8 per cento). Complessivamente quindi la campagna di vaccinazione della ASL ha risparmiato circa 1928 (1706 – 2188) casi di ILI.

La campagna vaccinale per gli anziani costata alla ASL 328.245 Euro, comprensivi dei costi del vaccino e della prestazione dei medici di famiglia, escluso l’impegno del personale della ASL (che quando stato stimato in passato rappresentava una piccola parte dei costi). Per evitare un caso di ILI in un anziano stato necessario spendere circa 170 Euro (150 – 192).

Bibliografia