Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

poliomielite

Archivio 2014

(20 novembre 2014) Poliomielite: l’Oms dichiara l’emergenza sanitaria internazionale

Il 14 novembre 2014 l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) ha confermato che la diffusione straordinaria del virus polio continua a costituire una emergenza sanitaria internazionale. La decisione è stata presa dopo una valutazione effettuata dal Comitato di emergenza riunitosi il 2-7 novembre 2014. Questo aggiornamento, oltre ad estendere per ulteriori tre mesi la validità delle raccomandazioni temporanee già stilate, promulga tre nuove raccomandazioni rivolte alle autorità pakistane. Per maggiori informazioni leggi il commento di Donato Greco sulla dichiarazione di emergenza sanitaria internazionale, il comunicato “Poliomielite, aggiornamento delle raccomandazioni di immunoprofilassi” sul sito del Ministero della Salute e visita il sito Oms per accedere alle raccomandazioni aggiornate.

 

(30 ottobre 2014) Poliomielite: l’Oms aggiorna le fact sheet

Dal 1988 i casi di Polio a livello globale sono scesi del 99%, passando da 350 mila (riportati da più di 125 Paesi endemici) a 416 nel 2013. Inoltre, nel 2014 solo 3 Paesi (Afghanistan, Nigeria e Pakistan) nel mondo rimangono endemici. Sono alcuni dei dati riportati dall’Oms nelle fact sheet sulla poliomielite aggiornate a ottobre 2014.

 

(19 giugno 2014) Asl Al: on line i materiali di un corso su Mib e poliomielite

Sono on line i materiali del corso di formazione “La sorveglianza delle malattie batteriche invasive e delle paralisi flaccide acute” organizzato dalla Asl di Alessandria il 28 maggio 2014 a Torino. I due argomenti sono stati scelti, da un lato perché la sorveglianza è fondamentale per valutare l’impatto delle vaccinazioni, confermarne l’utilità e per identificare nuovi rischi e nuove necessità; e dall’altro per presentare i risultati della sorveglianza piemontese sulle paralisi flaccide acute e inquadrare i risultati nel contesto dell’allerta internazionale dichiarata dall’Oms. Per maggiori informazioni visita il sito dell’Asl di Alessandria.

 

(29 maggio 2014) Aggiornamento delle raccomandazioni di immunoprofilassi

È stato pubblicato il 28 maggio 2014 dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) il documento “Consigli ai viaggiatori: nuove raccomandazioni per chi visita paesi dove il poliovirus è ancora circolante e per chi vi risiede” (pdf 109 kb). Il testo spiega il significato e le motivazioni della recente dichiarazione da parte dell’Organizzazione mondiale dalle sanità (Oms) di una emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale in relazione alla diffusione di poliovirus selvaggio, e fornisce indicazioni per viaggiatori Eu che si rechino in Paesi considerati a rischio. Per maggiori informazioni consulta anche la circolare del ministero della Salute, “Aggiornamento delle raccomandazioni di immunoprofilassi in relazione alla protratta emergenza immigrati dall’Africa settentrionale ed al rischio di re-introduzione di poliovirus in Italia” (pdf 237 kb) la traduzione in italiano della “Dichiarazione dell’Oms sulla riunione del Comitato di emergenza - regolamento sanitario internazionale - riguardante la diffusione internazionale di poliovirus selvaggio” (pdf 213 kb) e leggi il commento di Donato Greco (membro del Comitato indipendente della Regione europea dell’Oms per la certificazione dell’eradicazione della poliomielite).

 

(15 maggio 2014) Aggiornamento delle raccomandazioni di immunoprofilassi

A seguito della dichiarazione da parte dell’Organizzazione mondiale dalle sanità (Oms) di una emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale in relazione alla recente diffusione di poliovirus selvaggio, il ministero della Salute ha pubblicato la circolare “Aggiornamento delle raccomandazioni di immunoprofilassi in relazione alla protratta emergenza immigrati dall’Africa settentrionale ed al rischio di re-introduzione di poliovirus in Italia” (pdf 237 kb), che fornisce anche indicazioni per viaggiatori internazionali che si rechino in Paesi considerati a rischio. Per maggiori informazioni consulta il sito del ministero della Salute, la traduzione in italiano della “Dichiarazione dell’Oms sulla riunione del Comitato di emergenza - regolamento sanitario internazionale - riguardante la diffusione internazionale di poliovirus selvaggio” (pdf 213 kb) e leggi il commento di Donato Greco (membro del Comitato indipendente della Regione europea dell’Oms per la certificazione dell’eradicazione della poliomielite).

 

(8 maggio 2014) Poliomielite: l’Oms dichiara l’emergenza sanitaria internazionale

A seguito della diffusione straordinaria del virus polio registrata nel 2014, del rischio di salute pubblica che questa pone a livello internazionale e della necessità di intervenire con azioni coordinate, il 5 maggio scorso il Direttore Generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), ha dichiarato un’emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale (come sancito nel Regolamento sanitario internazionale, Rsi). La decisione è stata presa dopo la valutazione effettuata dal Comitato di emergenza riunitosi appositamente il 28 aprile 2014. Hanno partecipato alle discussioni anche le nazioni in cui permane la circolazione di virus polio: Afghanistan, Camerun, Guinea equatoriale, Etiopia, Israele, Nigeria, Pakistan, Somalia e Siria. Leggi il commento di Donato Greco (membro del Comitato indipendente della Regione europea dell’Oms per la certificazione dell’eradicazione della poliomielite).

 

(3 aprile 2014) Dall’Oms lo stato di polio-free per la Regione del Sud Est asiatico

La Regione dell’Organizzazione mondiale della sanità del Sud-Est asiatico, sede di un quarto della popolazione mondiale, è stata certificata polio-free. Si tratta della quarta delle sei Regioni Oms a essere certificata libera dalla Poliomielite, segnando un passo importante verso l'eradicazione globale di questa patologia. Per maggiori informazioni visita il sito dell’Ufficio regionale dell’Oms per il Sud-Est asiatico.

 

(6 febbraio 2014) Sorveglianza delle paralisi flaccide acute in Piemonte: i dati 2011-2013

Nel triennio 2011-2013, in Piemonte sono stati registrati 15 casi di paralisi flaccide acute (Afp) corrispondenti alle definizioni del sistema di sorveglianza. Il 50% di queste diagnosi corrisponde al quadro clinico di sindrome di Guillain-Barrè. Circa il 60% dei casi è segnalato nella provincia di Torino e quasi il 60% del totale riguarda femmine. L’informazione su quando sono state somministrate le dosi di vaccino antipolio è nota nel 70% delle segnalazioni, percentuale tuttavia ancora migliorabile. Il follow-up è realizzato sempre correttamente a 60-90 giorni dalla segnalazione del caso e tutti i casi segnalati sono stati trasmessi al ministero della Salute e all’Iss, a cui sono stati inviati campioni di feci per eseguire le indagini Virologiche per l’isolamento di poliovirus e altri enterovirus, con risultati sempre negativi. Riguardo ai livelli di copertura, la Regione mostra da oltre 10 anni valori superiori alla media nazionale. Solo nel 2011, per difficoltà organizzative di due aree territoriali specifiche, il livello è sceso leggermente rimanendo comunque sopra al target previsto. È quanto emerge dal bollettino della sorveglianza attiva delle Afp in Piemonte (dati 2011-2013) (pdf 180 kb), coordinata dal SeREMI a partire dalla primavera del 2011.

 


 

trova dati