Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

Salute in viaggio

Ultimi aggiornamenti

28/6/2017 - Viaggiare informati, dai Cdc americani ecco il nuovo Yellow Book

Puntuali come sempre, ogni due anni, i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) americani pubblicano la nuova edizione del documento “CDC Health Information for International Travel”. Il volume, conosciuto anche con il nome di Yellow Book, è indirizzato a operatori sanitari, dottori, personale infermieristico e farmacisti che si trovano a fornire consigli ai viaggiatori in partenza (vaccinazioni raccomandate, suggerimenti su come prevenire incidenti o problemi legati all’altitudine, alla nausea da viaggio, ecc). Tra le novità dell’edizione 2018: informazioni aggiornate su alcune malattie emergenti come l’infezione da Zika virus, Ebola e Mers. Per approfondire consulta il comunicato stampa sul sito dei Cdc e la pagina dedicata al Yellow Book.

 

9/2/2017 - Febbre gialla in Brasile 2017: consigli per i viaggiatori

In Brasile, da dicembre 2016, è in corso un focolaio di febbre gialla che ha coinvolto soprattutto lo Stato Minas Gerais e, in misura minore, gli Stati di Espirito Santo (dove l’ultimo caso autoctono di febbre gialla era stato segnalato nel 1940) e San Paolo. Al 24 gennaio 2017, l’Oms riferisce 404 casi (di cui 66 confermati, 337 sospetti e un non caso) e 84 decessi (37 tra i casi confermati e 47 tra i casi sospetti) nello stato di Minas Gerais: si tratta del numero di segnalazioni più alto dal 2000. Nell’approfondimento dedicato le informazioni sulle misure di prevenzione da adottare in caso di viaggio.

 

28/7/2016 - Colloquio medico pre-viaggio: come deve svolgersi?

Oltre il 25% di chi ha fatto viaggi internazionali, al ritorno riferisce qualche tipo di malattia a seguito del proprio viaggio. Consultare un medico prima di partire è sempre un buon inizio per un viaggio in salute. Ma come dovrebbe svolgersi il colloquio con lo specialista? Il New England Journal of Medicine pubblica una video-animazione con le principali raccomandazioni e risorse sul tema.

 

(23 giugno 2016) Olimpiadi in Brasile: l’Oms pubblica le raccomandazioni per i viaggiatori

Il 21 giugno scorso, l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha pubblicato le raccomandazioni di salute relative ai Giochi olimpici che si terranno in Brasile ad agosto e settembre 2016. Le raccomandazioni, indirizzate alle autorità nazionali e agli operatori sanitari, forniscono informazioni sulle principali misure preventive per i viaggiatori. Per approfondire consulta la pagina dedicata sul sito dell’Oms “Brazil - Health Advice for Travellers to the 2016 Summer Olympic and Paralympic Games”.

 

(12 maggio 2016) Olimpiadi e alle Paralimpiadi a Rio de Janeiro: la valutazione del rischio dell’Ecdc

I partecipanti (atleti e visitatori) alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi che si svolgeranno a Rio de Janeiro (Brasile) rispettivamente dal 5 al 21 agosto e dal 7 al 18 settembre 2016 potrebbero essere a rischio di contrarre malattie gastrointestinali e patologie trasmesse da vettore. Per questo motivo, nel Risk Assessment pubblicato l’11 maggio, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) consiglia i viaggiatori di fare particolare attenzione alle normali misure di igiene e di proteggersi dalle punture di zanzara o altri insetti utilizzando appositi repellenti e indossando indumenti che coprano gambe e braccia. Anche se, infatti, i Giochi avranno luogo durante la stagione invernale brasiliana (quando un clima più fresco e asciutto riduce le desità delle zanzaredelle zanzare e dunque anche il rischio di infezioni da virus trasmessi da vettori), l’Ecdc sottolinea l’importanza di seguire i consigli delle autorità sanitarie e della Pan American Health Organization (Paho) così come le raccomandazioni dei propri Paesi d’origine. In particolare, riguardo all’attuale focolaio di Zika virus (Zikv) in corso in America Latina e nel Pacifico l’Ecdc aggiorna regolarmente la propria valutazione del rischio e, ad oggi, conferma le proprie indicazioni per i viaggiatori:

  • le donne incinte, o che pianificano una gravidanza, dovrebbero considerare l’ipotesi di posticipare viaggi non necessari nelle zone affette da Zikv e consultare il proprio medico per consigli sulle principali misure di prevenzione delle punture da zanzara
  • i viaggiatori con patologie a carico del sistema immunitario o con gravi malattie croniche dovrebbero consultare il proprio medico prima di partire
  • viaggiatori e cittadini brasiliani ed europei dovrebbero essere informati sull’uso dei preservativi come importante mezzo di riduzione del rischio di trasmissione dello Zikv per via sessuale in particolare, l’uso del preservativo è fortemente raccomandato durante i rapporti con partner che siano già in gravidanza (indipendentemente dalla settimana di gestazione) per tutta la durata della gravidanza.

Per approfondire consulta il documento completo Risk Assessment: “Potential risks to public health related to communicable diseases at the Olympics and Paralympics Games in Rio de Janeiro, Brazil 2016” e il comunicato stampa sul sito dell’Ecdc.

 

(4 giugno 2015) Dall’Asl di Milano, un sito dedicato alla salute dei viaggiatori

L’idea nasce dall’esperienza in tema di medicina dei viaggi del Centro di profilassi internazionale dell’Asl di Milano che, con un bacino di utenza pari a circa 12.000 viaggiatori l’anno, è senza dubbio il più grande della Regione Lombardia. Il sito www.viaggiainsalute.com è stato realizzato con l’obiettivo di diffondere informazioni sempre aggiornate sui rischi infettivi nei Paesi meta del viaggio e sulle misure di prevenzione da adottare offrendo anche utili consigli per affrontare i disturbi di salute più comuni durante il soggiorno. Inoltre, può rappresentare un valido supporto anche per gli operatori sanitari grazie alla possibilità di consultare le mappe di rischio malarico di ogni Paese, le vaccinazioni indicate e le news sulle epidemie nel mondo. Tra i numerosi contenuti si segnala la sezione multilingua dedicata a Expo 2015 per la divulgazione agli ospiti internazionali delle principali indicazioni sanitarie per un soggiorno milanese piacevole e “in salute” e i video spot su alcune tematiche preventive. Scarica la locandina (pdf 606 kb) e visita il sito viaggiainsalute.com.

 

(5 giugno 2014) Viaggiare sicuri

L’Oms aggiorna alcune sezioni del rapporto International Travel and Health (la cui ultima edizione completa è del 2012). Tra le pagine riviste: malattie prevenibili con vaccino e vaccinazioni (capitolo 6), malaria (capitolo 7), lista dei Paesi e allegato 1. Per approfondire consulta la sezione del sito Oms dedicata all’argomento offre costanti aggiornamenti epidemiologici da monitorare in caso di viaggi.

 

(9 aprile 2014) Giornata mondiale della salute 2014

Il 7 aprile, in occasione dell’anniversario della fondazione dell’Organizzazione mondiale della salute (Oms), ricorre la Giornata mondiale della salute. Il tema di quest’anno sono le malattie trasmesse dai vettori. Nel 2012 le malattie trasmesse da vettori hanno rappresentato complessivamente il 17% del carico globale stimato di tutte le malattie infettive, essendo responsabili di oltre un milione di decessi, la gran parte dei quali, dovuti alla malaria che risulta la più mortifera tra le malattie infettive. La dengue è risultata invece la più diffusa, rappresentando una minaccia per oltre 2,5 miliardi di persone in 100 Paesi e registrando un incremento del numero di casi di circa 30 volte nel corso degli ultimi 50 anni. Leggi l’approfondimento.

 

(13 marzo 2014) Focolaio di morbillo in una nave in crociera nel Mediterraneo

Il 26 febbraio 2014 sono stati segnalati dei casi di morbillo in una nave della Costa Pacifica in crociera nel Mediterraneo. L’epidemia ha finora coinvolto 27 persone di differente nazionalità, di cui 21 membri dell’equipaggio e sei passeggeri. Nove persone sono state ricoverate e numerose persone sono state messe in isolamento. È in corso una indagine epidemiologica che vede coinvolto il ministero della Salute, l’Istituto superiore di sanità, l’Ospedale Spallanzani di Roma e l’Ecdc. È importante sottolineare la necessità di essere protetti contro il morbillo e altre malattie prevenibili con la vaccinazione prima di intraprendere un viaggio. Per maggiori informazioni consultare l’articolo “Measles outbreak on a cruise ship in the Western mediterranean, February 2014: preliminary report” pubblicato su Eurosurveillance il 13 marzo 2014. Per monitorare la situazione e valutare i rischi potenziali per la popolazione, l’Ecdc ha pubblicato un Rapid Risk Assessment (pdf 355 kb) che contiene anche misure di contenimento contro la diffusione dell’epidemia, indirizzate sia alle persone che sono state sulla nave sia a quelle che hanno in programma una crociera sulla stessa nave. L’Ecdc sottolinea che per il morbillo, la misura preventiva più efficace e sicura rimane la vaccinazione con due dosi di vaccino trivalente morbillo-parotite-rosolia (Mpr). Per maggiori informazioni, leggi il documento completo “Measles on a cruise ship, Mediterranean Sea. Rapid Risk Assessment.5 March 2014” (pdf 355 kb).

 

(25 luglio 2013) Informazioni per i viaggiatori

Come ogni anno sono numerose le informazioni ufficiali messe a disposizione dei vacanzieri. In Italia, il sito Viaggiare Sicuri, gestito dal ministero degli Affari esteri, fornisce bollettini socio-sanitari sui Paesi di tutto il mondo. Oltre oceano, il sito dei Cdc statunitensi, fornisce una rassegna di informazioni, suddivise per viaggiatori e personale sanitario, su vaccini da effettuare e le patologie presenti nei vari Paesi del mondo. Per maggiori informazioni leggi anche l’International travel and health, dell’Oms (pubblicato nel 2012) e consulta il sito Cdc per essere aggiornato sulla pubblicazione dello Yellow travel book.

 

(5 luglio 2012) Eurosurveillance: infezioni tra viaggiatori e immigrati nel 2010

Tra il 2008 e il 2010, in Europa, tra i viaggiatori e la popolazione immigrata è stato registrato un aumento dei casi di malaria da Plasmodium falciparum, da P. vivax e febbre Dengue. I dati disponibili indicano inoltre l’aumento della percentuale di gastroenterite acuta causata da Campylobacter. Questi i principali risultati che emergono dalle 7408 diagnosi effettuate su pazienti al rientro da viaggi attraverso la rete di EuroTravNet e pubblicati all’interno dell’articolo “Infectious diseases among travellers and migrants in Europe, EuroTravNet 2010” pubblicato il 28 giugno 2012 su Eurosurveillance. I dati a disposizione sottolineano il ruolo potenziale dei viaggiatori nell’introduzione di nuove malattie infettive in Europa e la necessità di fornire consulenza medica prima e durante i viaggi per una corretta profilassi.

 

(17 maggio 2012) La lunga estate sportiva europea

Tra l’inizio di giugno e la metà di agosto 2012, migliaia di persone si muoveranno attraverso l’Europa per partecipare, da protagonisti o da spettatori, al campionato europeo di calcio organizzato dalla Uefa (Polonia e Ucraina, 8-1 luglio) e ai Giochi della XXX Olimpiade (Londra, 25 luglio-12 agosto). L’attenzione deve dunque essere alta: i raduni di massa, come gli eventi sportivi, possono essere setting privilegiati per i focolai di malattie infettive e rappresentare un momento in cui si presentano situazioni particolari che favoriscono l’adozione di comportamenti a rischio e non salutari. Per questo motivo, l’Oms e i suoi partner supportano i Paesi organizzatori attraverso la realizzazione di un pacchetto informativo destinato alle persone che decidono di recarsi a queste manifestazioni. Leggi l’approfondimento.

 

(17 maggio 2012) L’Oms pubblica l’International travel and health 2012

Come ogni anno, l’Oms pubblica l’International travel and health contenente informazioni dettagliate su vaccinazioni e rischi presenti nei vari Paesi del mondo. Focus di quest’anno è dedicato alle raccomandazioni sanitarie in vista degli europei di calcio tra Polonia e Ucraina.