Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

febbre West Nile

Archivio 2015

(22 dicembre 2015) Zoonosi e tossinfezioni alimentari: da Ecdc ed Efsa il nuovo report annuale

In aumento costante i casi di campilobacteriosi e listeriosi in Europa, che benché con ordini di grandezza molto diversi (circa 200 mila casi l’anno per la prima e circa 2000 per la seconda) hanno ormai un trend in ascesa dal 2008. Lo riferisce il nuovo report europeo sulle zoonosi e sugli episodi epidemici di tossinfezione alimentare “The European Union summary report on trends and sources of zoonoses, zoonotic agents and food-borne outbreaks in 2014”, pubblicato dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) e dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc) il 17 dicembre 2015. Il documento – che presenta i dati sulla sorveglianza delle infezioni da agenti zoonotici nell’uomo ed il relativo monitoraggio nelle fonti alimentari e nei serbatoi animali relativi al 2014 – sottolinea inoltre che quest’anno, a livello europeo, anche dalle salmonellosi giungono notizie in controtendenza rispetto al trend in diminuzione osservato negli scorsi anni. Quest’infezione, in costante calo negli ultimi 5 anni, ha mostrato, infatti, una lieve inversione di tendenza. Leggi la riflessione a cura di Luca Busani, Caterina Graziani, Gaia Scavia (Dipartimento di Sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare, reparto di Epidemiologia veterinaria e analisi del rischio, Iss). Per approfondire consulta il documento completo “The European Union summary report on trends and sources of zoonoses, zoonotic agents and food-borne outbreaks in 2014” (pdf 7,1 Mb) e i comunicati stampa sul sito dell’Ecdc (in inglese) e dell’Efsa (in italiano).

 

(26 novembre 2015) Malattia neuroinvasiva da West Nile virus: conclusione delle attività eurepee di sorveglianza per la stagione estivo-autunnale 2015

Il 20 novembre lo European Centre for Disease Prevention and Control (Ecdc) ha pubblicato l’ultimo bollettino settimanale della stagione diffusione della malattia da West Nile Virus in Europa. Durante la stagione 2015 sono stati segnalati 108 casi, la maggiore parte dei quali segnalata dell’Italia, seguita dall’Ungheria, Romania, Austria, Bulgaria, Francia e Portogallo. Per maggiori informazioni visita il sito Ecdc.

 

(26 novembre 2015) Malattia neuroinvasiva da West Nile virus: bollettino conclusivo e ultimi aggiornamenti italiani

Come stabilito nella circolare ministeriale pubblicata a giugno 2015 “Sorveglianza dei casi umani di Chikungunya, Dengue, West Nile Disease ed altre arbovirosi e valutazione del rischio di trasmissione in Italia – 2015” (pdf 797 kb), ad ottobre si è conclusa, anche per quest’anno, la sorveglianza umana della malattia neuroinvasiva da West Nile. Il 26 novembre è stato pubblicato l’ultimo bollettino settimanale della stagione. Complessivamente sono stati segnalati 38 casi confermati di malattia neuroinvasiva da West Nile Virus e 10 casi confermati di febbre con infezione da Wnv (8 in Emilia-Romagna e 2 in Lombardia). Inoltre è stata segnalata la positività per Wnv in 13 donatori di sangue (6 in Emilia-Romagna e 7 in Lombardia). Nel nostro Paese la trasmissione si è concentrata nelle Provincie più popolate del Centro-Nord tra cui, per la prima volta, Milano (4 casi) e Torino (1 caso). Per maggiori informazioni scarica il bollettino numero 12 (pdf 733 kb) e consulta la pagina dedicata.

 

(29 ottobre 2015) Malattia neuroinvasiva da West Nile virus: conclusione delle attività di sorveglianza per la stagione estivo-autunnale 2015

Come stabilito nella circolare ministeriale “Sorveglianza dei casi umani di Chikungunya, Dengue, West Nile Disease ed altre arbovirosi e valutazione del rischio di trasmissione in Italia– 2015” (pdf 797 kb), il 30 ottobre si conclude, la sorveglianza umana della malattia neuroinvasiva da West Nile. Con il rapporto del 29 ottobre 2015 (pdf 736 kb), la pubblicazione del bollettino settimanale che riporta i dati nazionali del sistema di sorveglianza viene dunque sospesa fino alla stagione estivo-autunnale 2016. A fine novembre 2015 è comunque prevista la pubblicazione di un bollettino riepilogativo dell’intera stagione 2015.

 

(22 ottobre 2015) Zanzare, zecche e flebotomi: aggiornate le mappe di distribuzione Ecdc

Sul sito dell’Ecdc sono disponibili per la consultazione da parte di professionisti del settore e per i cittadini le mappe relative alla distribuzione di zanzare, zecche e flebotomi in Europa e in alcuni Paesi confinanti, aggiornate a ottobre 2015. L’obiettivo è fornire informazioni aggiornate sulla diffusione di questi vettori mostrando anche il livello di distribuzione regionale. Nello specifico, tra le novità riguardanti il nostro Paese c’è l’identificazione di Aedes koreicus (la zanzara coreana) in alcune aree del nord Italia. Per maggiori informazioni leggi la notizia e consulta la pagina del sito Ecdc dedicata alle Vector Maps.

 

(3 settembre 2015) Sorveglianza dei casi umani di West Nile Disease in Italia: il punto della situazione

In Italia da giugno sono stati segnalati 14 casi confermati di malattia neuroinvasiva da West Nile Virus (Wnnd). La Regione Emilia-Romagna ha segnalato 4 casi confermati di febbre con infezione da Wnv. Inoltre è stata segnalata positività per Wnv in 12 donatori di sangue: 4 in Emilia Roma-gna, 7 in Lombardia e 1 in Friuli Venezia Giulia. All’interno dell’Unione europea, invece, l’Ecdc riferisce al 27 agosto 13 casi confermati di malattia da West Nile virus (WNV) nell’uomo mentre nei Paesi limitrofi i casi registrati sono 17. Per tutti i dettagli consulta l’ultimo bollettino della sorveglianza nazionale, il bollettino dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell'Abruzzo e del Molise “G. Caporale”, le indicazioni del Centro Nazionale Sangue (Cns) e del Centro Nazionale trapianti (pdf 160 kb) (Cnt) sulla sorveglianza e prevenzione della trasmissione mediante trasfusione, trapianto d’organo, tessuti e cellule e le mappe Ecdc sulla diffusione della malattia da WNV in Europa.

 

(6 agosto 2015) Sorveglianza delle malattie neuroinvasive da West Nile virus: il primo caso in Italia

Il 4 agosto è stato segnalato il primo caso confermato di malattia neuroinvasiva da West Nile virus (WNV) in Italia. Inoltre, da giugno 2015, periodo di inizio della sorveglianza, è stata segnalata positività per WNV in tre donatori di sangue, due nella provincia di Cremona e uno nella provincia di Reggio Emilia. Nell'Unione Europea, sono stati segnalati due casi confermati di malattia da West Nile virus nell’uomo (febbri e forme neuro invasive). Nei Paesi limitrofi i casi riportati sono 2. Per maggiori informazioni sulla diffusione del West Nile nell'uomo consulta le mappe della diffusione del West Nile sul sito dell’Ecdc ed il bollettino settimanale del sistema di sorveglianza nazionale. Per maggiori dettagli sulla sorveglianza veterinaria consulta le pubblicazioni periodiche del Centro di referenza nazionale Cesme (Centro studi malattie esotiche) dell’Istituto zooprofilattico di Teramo. 

 

(30 luglio 2015) Sorveglianza dei casi umani di West Nile Disease in Italia: al via il bollettino settimanale

In Italia la sorveglianza epidemiologica dei casi umani delle malattie trasmesse da vettori è regolata dalla circolare ministeriale “Sorveglianza dei casi umani di Chikungunya, Dengue, West Nile Disease ed altre arbovirosi e valutazione del rischio di trasmissione in Italia– 2015” (pdf 797 kb). L’ambito temporale dell’applicazione della sorveglianza epidemiologica dei casi umani di queste malattie si estende per tutto l’anno. Tuttavia, nel periodo di attività vettoriale (giugno-ottobre), il sistema di sorveglianza deve essere particolarmente tempestivo per permettere l’adozione immediata delle necessarie misure di controllo. L’Istituto superiore di sanità con il contributo delle Regioni e con il supporto finanziario del Ministero della Salute – CCM, pubblica i dati del sistema di sorveglianza nell’uomo in un bollettino settimanale. Dal primo numero emerge che non ci sono casi di malattia neuroinvasiva, ma sono state riscontrate positività in due donatori di sangue residenti nelle regioni Emilia-Romagna e Lombardia). La sorveglianza veterinaria è affidata al Centri di referenza nazionale Cesme (Centro studi malattie esotiche) dell’Istituto zooprofilattico di Teramo che produce pubblicazioni periodiche sui focolai in Italia.

 

(23 luglio 2015) Zanzare, zecche e flebotomi: ecco le mappe di distribuzione Ecdc

Sul sito dell’Ecdc sono disponibili per operatori e cittadini le mappe di distribuzione di zanzare, zecche e flebotomi. L’obiettivo è fornire a decisori e popolazione informazioni aggiornate sulla diffusione di questi vettori mostrando anche il livello di distribuzione regionale. Per maggiori informazioni consulta la pagina del sito Ecdc dedicata alle Vector Maps.

 

(2 luglio 2015) Febbre West Nile: il primo caso in Europa per la stagione e la Circolare del Ministero italiano

Il 23 giugno scorso le autorità sanitarie bulgare hanno segnalato un caso umano di febbre West Nile (Wnf) a Sofia. È il primo nella Regione europea per la stagione estivo-autunnale 2015. Il rilevamento del caso in Bulgaria non è inaspettato: il Paese, infatti, ha già in passato riportato casi di Wnf ed è confinante con nazioni che, negli anni passati, hanno riferito focolai. Per maggiori informazioni consulta il comunicato stampa sul sito dell’Ecdc. In Italia, il ministero della Salute ha pubblicato la Circolare n. 20115 (pdf 797 kb) relativa alla “Sorveglianza dei casi umani di Chikungunya, Dengue, West Nile Disease ed altre arbovirosi e valutazione del rischio di trasmissione in Italia – 2015”.

 

(18 giugno 2015) Prevenzione della trasmissione di West Nile Virus mediante trasfusione di sangue ed emocomponenti e mediante trapianto di organi, tessuti e cellule

In riferimento alla circolare ministeriale, emanata il 16 giugno 2015, dalla Direzione generale della prevenzione Sanitaria (Ufficio V – Malattie Infettive e Profilassi Internazionale) e dalla Direzione generale della Sanità animale e dei farmaci veterinari (Ufficio III – Gest. Oper. Centro Naz. di lotta ed emergenza contro le malattie animali e unità centrale di crisi), sulla sorveglianza dei casi umani delle malattie trasmesse da vettori e altre Arbovirosi (ma non ancora disponibile sul sito del Ministero), il Centro nazionale sangue (Cns) ed il Centro nazionale trapianti (Cnt) pubblicano rispettivamente le indicazioni per la prevenzione della trasmissione di West Nile Virus (Wnv) mediante trasfusione di sangue ed emocomponenti (pdf 270 kb) e mediante trapianto di organi, tessuti e cellule (pdf 150 kb), relative alla stagione estivo-autunnale 2015 (15 giugno - 31 ottobre). Riguardo alla trasmissione trasfusionale, elemento innovativo rispetto agli anni precedenti è l’adozione di un piano di sorveglianza integrata, entomologica e veterinaria. Il Cns inoltre aggiorna le zone e le Province dove è necessario applicare le misure di prevenzione (sospensione temporanea per 28 giorni dei donatori che hanno trascorso almeno una notte nell’area interessata). Attualmente con la nota n.1044 dell'8 giugno 2015 (pdf 84 kb) è stata data l’indicazione per la provincia di Cremona. Riguardo al Cnt, per la stagione 2015 non sono al momento previste specifiche misure per la prevenzione della trasmissione di Wnv con i trapianti.

 

(18 giugno 2015) Sorveglianza dei casi umani di malattia da virus West Nile

In Europa, come ogni anno, dall’inizio di giugno l’Ecdc pubblica sul suo sito internet le mappe sulla diffusione della malattia da West Nile Virus. Le mappe, aggiornate con cadenza settimanale fino a novembre, contengono la distribuzione dei casi umani autoctoni di malattia da West Nile virus segnalati nell'Ue e nei Paesi del bacino Mediterraneo e un aggiornamento della situazione epidemiologica con il numero di casi di malattia segnalati e suddivisi per Paese e area. Per maggiori informazioni leggi anche il comunicato stampa dell’Ecdc.

 


 

trova dati