Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

utili per lavorare

Banche dati

In Italia

 

La biobanca del Cnesps

È attivo il sito dedicato alla banca biologica del Centro nazionale di epidemiologia sorveglianza e promozione della salute (Cnesps) dell’Istituto superiore di sanità. La biobanca è una banca di popolazione, si basa cioè sulla raccolta di campioni biologici su popolazione generale, arruolata in studi epidemiologici condotti tra il 1993 e il 2014. La biobanca contiene più di 290.000 campioni raccolti in 40.000 individui di tutte le età, linkati con i dati raccolti al momento del prelievo (stili di vita, fattori di rischio, condizioni a rischio, patologie, fattori ambientali) e seguiti nel tempo per morbosità e mortalità. Leggi l’approfondimento.

 

I tumori in Italia

Questa banca dati, realizzata dalla S.C. Epidemiologia analitica e impatto sanitario dell’Istituto nazionale dei tumori di Milano in collaborazione con il reparto di Epidemiologia dei tumori del Cnesps (Iss), fornisce stime di incidenza, mortalità e prevalenza per 7 sedi tumorali in Italia e a livello regionale, elaborate dall’Istituto superiore di sanità, fino al 2015. Per maggiori informazioni visita il sito Tumori.net.

 

Ingredienti dei prodotti del tabacco: il database italiano

Accesso rapido alle informazioni sugli ingredienti utilizzati nella fabbricazione dei prodotti del tabacco, con le relative quantità, suddivisi in base alla marca e al tipo: è quanto permette la banca dati “Ingredienti dei prodotti del tabacco”, realizzata dal ministero della Salute nell’ambito del decreto legislativo 184 del 24 giugno 2003 (che a sua volta recepisce la direttiva 2001/37/CE). Si tratta di archivio delle informazioni che non rivestono carattere di segreto commerciale e riferite agli anni 2000, 2011 e 2012. Per approfondire visita il sito dedicato e leggi la notizia sul sito del Ministero.

 

La valutazione della ricerca scientifica: base di dati specialistica

Una banca dati che raccoglie oltre 900 schede bibliografiche relative per la maggior parte ad articoli pubblicati su riviste scientifiche internazionali (più alcune monografie, o capitoli di monografie) che trattano variamente il tema della valutazione della ricerca scientifica. È la base di dati specialistica nata nell'ambito del Progetto finalizzato “Sistema informativo per l’individuazione di descrittori dell'attività tecnico-scientifica dell’Istituto Superiore di Sanità”. Accanto a testi di base che illustrano la nascita e le componenti della bibliometria come disciplina di riferimento dei metodi di valutazione della ricerca, nel database si trovano testi più recenti che sviluppano critiche articolate sull’uso dei vari indicatori per la valutazione. Per maggiori informazioni consulta le pagine dedicate alla base di dati specialistica.

 

Banca dati Airtum: ecco Itacan 2.0

Itacan (2.0) permette di interrogare la banca dati dell’Associazione italiana registri tumori, Airtum. Itacan presenta, infatti, i principali indicatori epidemiologici dei tumori più diffusi sulla base dei dati dei Registri tumori italiani. Questa applicazione internet fornisce l'accesso ai dati aggregati e produce grafici e tabelle. Rispetto alla versione precedente, Itacan 2.0 contiene: i dati aggiornati (al dicembre 2013) dei Registri tumori già presenti e i dati di nuovi Registri; la possibilità di produrre tabelle, grafici, torte, anche per disaggregazioni morfologiche, in accordo con il Cancer Incidence in 5 Continents; le stime dei casi incidenti in Italia (al 2013). Anche queste nuove opzioni sono, come per la versione precedente, in italiano e in inglese. Per maggiori informazioni visita il sito Itacan.

 

La banca dati sui farmaci: VideoFar

VideoFar è un'applicazione che consente la libera consultazione ed elaborazione dei dati di consumo dei farmaci in Italia, nel periodo 2000-2011. Il sistema offre la possibilità di analizzare i volumi di diverse classi di farmaci nel tempo e per contesto regionale, consentendo di avere una visione rapida delle dinamiche prescrittive nell'arco di oltre un decennio. Videofar è stato realizzato dal Reparto di Farmacoepidemiologia del Cnesps-Iss.

 

Multiple births cohort study (Mubicos)

Il Registro nazionale gemelli (Rng) ha avviato, nel 2009, uno studio longitudinale sui gemelli con l’obiettivo di creare un coorte da seguire nel tempo per stimare l’ereditabilità di alcune caratteristiche, come l’accrescimento, lo sviluppo neurologico e psicomotorio. Questo studio, che in Italia viene realizzato in collaborazione con alcuni centri nascita, è stato inserito nella rete di coorti di nascita europee. Per maggiori informazioni leggi l’approfondimento e l’articolo “La ricerca scientifica attraverso l’uso del web: l’esperienza del Registro nazionale gemelli” pubblicato sul Notiziario dell’Istituto superiore di sanità volume 25 – luglio agosto 2012 (pdf 3,8 Mb).

 

Catalogo newsletter italiane su tematiche sociali

Oltre 200 newsletter divise per argomento e tipologia: è la nuova banca dati creata dal sito del Comune di Bologna e consultabile on line. Il servizio vuole dare luce a siti internet, associazioni, centri di documentazione, istituzioni e movimenti che curano dei notiziari informativi on line, inviati gratuitamente alle persone che si registrano al servizio. Per maggiori informazioni consulta l’elenco (pdf 81 kb) visita le pagine nel sito del Comune di Bologna.

 

Whip-Salute: monitoraggio della salute dei lavoratori italiani

Studiare gli effetti sulla salute causati dai cambiamenti e dalle trasformazioni che avvengono nell’ambito lavorativo, come la precarizzazione, l’aumento dei lavoratori stranieri, l’invecchiamento della forza lavoro, l’aumento delle piccole imprese, la terziarizzazione e l’outsourcing. È l’obiettivo di Whip-Salute il sistema di sorveglianza longitudinale basato sul record linkage dei flussi correnti di dati provenienti dagli archivi amministrativi dell’Inps, dell’Inail e del ministero della Salute. Leggi l’approfondimento.

 

Tossicità da sostanze chimiche: le banche dati Iss

Un archivio di informazioni dedicato agli operatori e pensato come strumento di supporto alle decisioni di esperti: sono le basi di dati Isstox curate dall’Istituto superiore di sanità e recentemente ampliate dal dipartimento Ambiente e connessa prevenzione primaria. I database contengono risultati sperimentali relativi a vari tipi di tossicità da sostanze chimiche e sono organizzate in tre sezioni separate, ognuna relativa a uno specifico effetto tossicologico: Isscan (sui cancerogeni chimici), Issmic (sui mutageni in vivo) Isssty (sui mutageni in vitro). La struttura chimica è codificata in modo tale da poter essere usata per studi teorici sulle relazioni tra struttura chimica e attività biologica. Inoltre, l’uso di dati sperimentali per questi studi permette di sfruttarne il valore informativo (per esempio per predizioni di tossicità), in prospettiva anche di diminuire l’impiego della sperimentazione animale. Per maggiori informazioni visita le pagine dedicate sul sito dell’Iss.

 

Health for all - Italia

Il database di indicatori sul sistema sanitario e sulla salute in Italia, ospitato sul sito dell’Istat, è strutturato in maniera tale da poter essere interrogato dal software Hfa fornito dall’Oms adattato alle esigenze nazionali. Attualmente il database contiene 4000 indicatori. Periodicamente vengono aggiornati gli indicatori all’ultimo anno disponibile, ampliate le serie storiche andando a ritroso nel tempo, potenziata l’informazione a livello provinciale, aggiunti nuovi indicatori. Consulta il sistema informativo territoriale su sanità e salute Health for all - Italia sul sito dell’Istat e leggi su EpiCentro la descrizione e le istruzioni per l’uso (in italiano).

.

 

Micronet: è operativo il sistema di raccolta dati

Dal 1 marzo 2008, il database del progetto Micronet è disponibile come nuova fonte informativa nel campo delle infezioni batteriche. Micronet è un progetto dell’Iss finanziato, a partire dal 2006, dal Ccm. Nasce per creare una sorveglianza epidemiologica sentinella delle infezioni e malattie provocate da agenti microbici. La sorveglianza si basa sulla rilevazione e sulla trasmissione automatica dei risultati di accertamento eziologico infettivo e della loro resistenza agli antibiotici. Leggi l’approfondimento.