Il portale dell'epidemiologia per la sanità pubblica

a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell'Istituto superiore di sanità

utili per lavorare

SaPeRiDoc, per una salute materno infantile basata su prove di efficacia

(a cura del Gruppo di lavoro di SaPeRiDoc)

 

Cominciammo con il presupposto che molti interventi in campo perinatale ampiamente accettati, saldamente radicati erano basati sulle opinioni dei professionisti, che ritenevano sinceramente che facessero più bene che male, ma senza il sostegno di alcuna valida evidenza. Ciò veniva confermato, noi credevamo, dal fatto che le pratiche erano così drammaticamente differenti in luoghi, culture e istituzioni apparentemente simili e fra i diversi professionisti; una variabilità ben più grande di quella che ci si potrebbe attendere per le differenze nelle risorse disponibili o nelle popolazioni servite. Supponemmo che la variabilità nelle pratiche fosse il riflesso o di evidenze inadeguate, o di una inadeguata conoscenza delle evidenze”.

Queste parole di Murray Enkin, uno dei padri fondatori dell’Ebo, cioè l’ostetricia basata sulle prove di efficacia, probabilmente meglio di altre interpretano il presupposto da cui è nato SaPeRiDoc.

SaPeRiDoc è un Centro di documentazione on line finanziato dalla Regione Emilia-Romagna e dall’Azienda unità sanitaria locale di Modena per mettere a disposizione in maniera critica linee guida, revisioni sistematiche, materiale bibliografico e altri documenti sulla salute perinatale, riproduttiva e sessuale. È un sito internet e insieme un progetto per raccogliere la sfida di come trasferire le informazioni sull’efficacia delle pratiche assistenziali ai medici e alle ostetriche, in un settore particolare come quello della salute perinatale.

Oggi infatti i professionisti della salute non hanno la possibilità di padroneggiare l'enorme quantità di informazioni disponibili. E senza un metodo di sintesi e di valutazione critica delle conoscenze, è difficile decidere quali novità introdurre (e quali vecchie conoscenze abbandonare) nella loro attività. Nel campo dell’ostetricia e ginecologia, anche quando l’evidenza scientifica derivata da esperimenti controllati è disponibile, non sempre viene tradotta nella pratica clinica. Basti pensare, ad esempio, che Johnston e Sidall hanno demolito la rasatura perineale più di 70 anni fa, ma questa procedura ancora persiste in molte realtà.

SaPeRiDoc vuole andare in questa direzione: raccogliendo quelle informazioni alle quali una valutazione multidisciplinare ha attribuito validità e rilevanza e diffondendole ai medici attraverso risposte a quesiti clinici, raggruppate in aree (evidence based medicine, contraccezione, gravidanza, parto, allattamento, adolescente, salute della donna), pubblicate on line su un sito web facilmente e liberamente accessibile.

Non per soli medici

Ma è ragionevole pensare di strutturare informazioni sulla salute perinatale e ritenere che solo medici e ostetrici le consultino? Molto probabilmente no, dal momento che la diffusione di quelle informazioni non è affidata a riviste scientifiche di nicchia, ma a un mezzo come internet che entra nelle case di tutti. E se a questo si aggiunge la grande attenzione delle persone ai temi della nascita e del parto, della gravidanza e della contraccezione, non destano sorpresa i dati su chi sono gli utenti del sito: metà delle persone che cercano informazioni su SaPeRiDoc non sono professionisti della salute, bensì donne e uomini, madri e padri che vogliono informazioni su fasi della vita così delicate e importanti.

Proprio per questo il sito si è evoluto rispetto al suo disegno iniziale e oggi, accanto ai testi rivolti ai professionisti, vengono proposte pagine rivolte alle donne e, più in generale, ai cittadini. I testi per medici e ostetriche comprendono linee guida, revisioni della letteratura e materiali informativi che possono essere stampati, utilizzati nel colloquio e consegnati alle donne al termine della visita. I testi per le donne racchiudono informazioni generali sull’argomento, spesso organizzate sotto forma di “domande e risposte”, e alcune indicazioni per approfondire le proprie conoscenze e migliorare così la relazione con il proprio medico. Infatti queste informazioni intendono supportare, e non sostituire, la relazione tra i visitatori del sito e il medico curante.

Tutto ciò si è accompagnato anche a una rivisitazione grafica, non solo per rendere le pagine più piacevoli, ma anche per favorirne la leggibilità a video e poterle stampare in un formato adeguato. I link presenti nelle diverse pagine e una ricca bibliografia consentono sempre di accedere alle fonti di informazione originali.